Ascia di 1,4 milioni di anni fatta con l'osso della coscia di un ippopotamo trovata in Etiopia

I ricercatori ritengono che lo strumento sia stato realizzato da Homo erectus, rendendolo solo la seconda volta che hanno trovato uno strumento non di pietra realizzato da questo antenato umano.

Ascia a mano d

Berhane AsfawGli archeologi hanno scoperto un'ascia preistorica ricavata dal femore di un ippopotamo, un insolito materiale non lapideo trovato solo una volta in precedenza.

Gli archeologi dicono che le asce fatte a mano in pietra sono una scoperta piuttosto comune. Ma i ricercatori sono rimasti sbalorditi quando hanno scoperto che un'ascia preistorica portata alla luce in Etiopia era stata scolpita dall'osso della coscia di un ippopotamo.



Secondo Ars Technica , Katsuhiro Sano, un archeologo dell'Università giapponese di Tohoku, e il suo team hanno identificato un'ascia di 1,4 milioni di anni sepolta sotto antichi strati di sedimenti.



La scoperta è avvenuta mentre il team stava lavorando alla Formazione Konso, una formazione di pietra esposta dell'era del Pleistocene, tra 2.580.000 e 11.700 anni fa, situata all'estremità sud-occidentale della parte meridionale della Rift principale etiope. Il sito è una famosa fonte di strumenti preistorici che sono stati in gran parte realizzati dal Uomo in piedi specie che camminavano erette, simili agli esseri umani moderni.

'Gli strumenti ossei di forma fine come le asce delle mani sono estremamente rari', hanno scritto i ricercatori nello studio che era pubblicato nel Atti della National Academy of Sciences nel luglio 2020.



Scansione Di Ippopotamo Osso Ascia

Gen SuwaUna rappresentazione dell'ascia fatta a mano in osso mostrata come parte del trucco osseo del femore di un ippopotamo.

Quando Sano e il suo team hanno scoperto l'ascia a mano, hanno capito subito che si trattava di qualcosa di diverso a causa del materiale simile all'osso della sua struttura. Dopo che il team ha confrontato lo strumento ascia con campioni di ossa di mammiferi, hanno scoperto che lo strumento semplice ma astuto, a differenza della maggior parte delle asce di quel periodo preistorico, era stato scolpito nell'osso animale.

L'analisi ha rivelato che il materiale osseo dell'ascia probabilmente proveniva dal femore o dall'osso della coscia di un ippopotamo. È una scoperta significativa che allude alle capacità avanzate dell'ominino che ha creato l'oggetto.



Ogni ascia brandisce due lati, noti anche come 'facce'. Gli strumenti dell'ascia erano tipicamente fatti di pietra, ma l'ascia d'osso di ippopotamo lunga cinque pollici era stata prima spezzata da un grande osso prima che fosse scheggiata per rendere affilate le facce e il bordo dello strumento.

Creare strumenti dall'osso era significativamente più difficile che crearli dalla pietra, poiché l'artigiano avrebbe dovuto avere una buona padronanza di sfaldare i bordi abbastanza precisamente da produrre la forma e l'angolo giusti.

“Questa ascia a mano d'osso mostra che a Konso ... H. gli individui erectus erano sufficientemente qualificati per creare e utilizzare un tagliente durevole ', osserva il documento.



Ippopotamo Con La Bocca Spalancata

PixabayI ricercatori hanno notato che la creazione di strumenti con ossa di animali richiedeva un livello avanzato di maestria rispetto a quelli realizzati in pietra.

La scoperta ha anche supportato studi precedenti che suggerivano che questi nostri lontani cugini erano abbastanza informati da determinare quale materiale fosse il migliore per realizzare il tipo di strumento che volevano. L'artigiano dell'ascia di ippopotamo aveva scelto specificamente di utilizzare l'osso animale anche se probabilmente c'era un'abbondanza di pietre nell'area per realizzare il loro strumento.



'In Konso, questo è un periodo di tempo in cui si stavano verificando significativi sviluppi tecnologici nella tecnologia litica', hanno scritto gli autori dei loro risultati.

con quale nome è meglio conosciuto gordon matthew thomas sumner?

L'esclusiva ascia di ippopotamo presentava un bordo di lavoro di quasi due pollici ed era probabilmente usata per macellare animali che gli ominidi avevano cacciato per il cibo. L'ascia era solo il secondo strumento di ascia non di pietra scoperto nell'arsenale di Uomo in piedi oggetti artigianali.

Il Uomo in piedi è sopravvissuto per quasi due milioni di anni sulla Terra. Uno studio rilasciato nell'aprile 2020 ha suggerito che la loro esistenza si sovrapponeva ad altre due specie di primi esseri umani, l'Australopithecus e il Paranthropus, e condividevano persino lo stesso territorio vicino al Drimolen Paleo Cave System, un sito archeologico noto come 'Cradle of Humankind' del Sud Africa.

Mentre l'altra specie umana precedente alla fine si estinse, Uomo in piedi ha continuato a sopravvivere a lungo. Gli archeologi hanno scoperto che questi omonidi migrarono anche al di fuori dell'Africa, rendendoli i primi antenati degli esseri umani moderni ad apparire al di fuori del continente.

Tali scoperte evidenziano quanto fossero simili a noi i nostri primi antenati umani, che abitavano questa Terra fino a circa 110.000 anni fa.


Ora che hai imparato a conoscere le capacità di creazione avanzate dei nostri cugini, l'Homo erectus, dai un'occhiata a lo scheletro di Hominid 'Little Foot' di 3,7 milioni di anni svelato per la prima volta nella storia. Quindi, leggi tutto su Neanderthal , cugino primordiale estinto degli umani.