6 brillanti scienziate che non hanno ricevuto il riconoscimento che meritavano

Nonostante abbiano contribuito così tanto al mondo, molte scienziate non sono riuscite a ricevere il plauso che avrebbe dovuto essere il loro. Ecco solo alcuni dei più importanti.

Scienziate donne

Oggi il mondo celebra la Giornata internazionale della donna - osservata per la prima volta dalle Nazioni Unite nel 1975 - che commemora i risultati ei contributi delle donne nel corso della storia.



Come vedrai, tuttavia, molti di questi risultati sono stati oscurati, alcuni a causa degli uomini che se ne prendono il merito, altri semplicemente perché gli atteggiamenti sociali prevalenti non consideravano notevoli i contributi delle donne. Nelle pagine seguenti, esaminiamo sei brillanti scienziate che non hanno ricevuto il riconoscimento che meritavano in quel momento ...



Scienziate donne trascurate dalla storia: Jocelyn Bell Burnell

Jocelyn Bell Burnell

Jocelyn Bell Burnell, lo scopritore delle pulsar. Wikimedia

L'astrofisica irlandese ha iniziato a studiare astronomia dopo che suo padre, un architetto, ha progettato un planetario nell'Irlanda del Nord. Pochi anni dopo, nel 1969, avrebbe conseguito il dottorato di ricerca a Cambridge. Mentre era lì, ha aiutato a costruire un telescopio che le avrebbe permesso di scoprire le pulsar radio, gli avanzi di stelle massicce.



qual è il significato e lo scopo delle posadas

Queste pulsar hanno dimostrato che le stelle massicce non solo sono esplose, ma hanno lasciato dietro di sé stelle rotanti e Burnell è stato il primo ad osservarle e analizzarle. Insieme ai suoi colleghi, il suo nome è apparso sulla pubblicazione accademica che ha rivelato le loro scoperte. Eppure, è stato il suo supervisore, Antony Hewish, insieme al collega Martin Ryle, a ricevere il Premio Nobel 1974.

L'affronto del Nobel di Burnell ha acceso un'ondata di indignazione. La risposta di Burnell, tuttavia, è stata più misurata. Disse Burnell dell'argomento nel 1977:

“Ci sono diversi commenti che vorrei fare su questo punto: primo, le controversie sulla demarcazione tra supervisore e studente sono sempre difficili, probabilmente impossibili da risolvere. In secondo luogo, è il supervisore che ha la responsabilità finale del successo o del fallimento del progetto. Abbiamo sentito di casi in cui un supervisore incolpa il suo studente per un fallimento, ma sappiamo che è in gran parte colpa del supervisore.



la via della seta collegava quali due paesi?

Mi sembra giusto che anche lui tragga vantaggio dai successi. In terzo luogo, credo che i premi Nobel sarebbero sminuiti se fossero assegnati a studenti ricercatori, tranne in casi molto eccezionali, e non credo che questo sia uno di questi. Infine, non ne sono arrabbiato, dopotutto sono in buona compagnia, no! '

Ada, contessa di Lovelace

C

Ada Lovelace, una delle prime programmatrici di computer. Fonte immagine: Wikipedia

Anne Isabella Byron temeva che sua figlia, Ada, avrebbe seguito le travagliate orme letterarie di suo padre, Lord Byron, e fece pressioni su sua figlia affinché dedicasse la sua vita al un mondo poetico della matematica.



Ada Lovelace ha fatto proprio questo, diventando la prima persona a scrivere di programmazione per computer e sviluppare una primissima versione di un computer, fin dall'inizio del XIX secolo. Ha anche continuato spiegando come le macchine e la programmazione aiuterebbero a risolvere problemi matematici e come queste macchine sarebbero in grado di creare musica e comprendere le parole.

Come scrive Walter Issacson in Gli innovatori , 'La realtà è che il contributo di Ada è stato sia profondo che stimolante. Più di ... qualsiasi altra persona della sua epoca, è stata in grado di intravedere un futuro in cui le macchine sarebbero diventate partner dell'immaginazione umana '.



Nonostante questa profonda influenza, il suo nome riceve relativamente poca attenzione quando si parla di storia dell'informatica.