9 castelli abbandonati che ossessionano le conchiglie della loro antica gloria

Lo Château De La Mothe-Chandeniers in Francia

Ingresso Chateau De La Mothe Chandeniers

Guillaume Souvant / AFP / Getty ImagesIl castello del XIII secolo de la Mothe-Chandeniers è sopravvissuto a un'ostile conquista britannica, alla rivoluzione francese, a un incendio e al tempo.

Per quanto riguarda i vecchi castelli, lo Château de la Mothe-Chandeniers ha tutto, compreso un gigantesco fossato che lo circonda, che funge da suggestivo promemoria della natura esclusiva di questi palazzi abbandonati.



qual è la funzione degli steli?

Il castello fu costruito a Les Trois-Moutiers in Poitou-Charentes, un'ex regione amministrativa sulla costa occidentale della Francia, nel XIII secolo dalla famiglia Bauçay. I membri della famiglia erano nobili con stretti legami al trono e riferivano direttamente allo stesso re francese.



Il castello, che era comunemente chiamato Motte Bauçay o Baussay, ha resistito a secoli di disordini politici. Fu rilevata due volte dagli inglesi durante il Medioevo e successivamente saccheggiata durante la Rivoluzione francese.

Infine, nel 1809, il castello fatiscente fu acquistato da François Hennecart, un ricco uomo d'affari francese che riportò l'edificio al suo antico splendore e sviluppò uno splendido vigneto sul terreno. Il castello della Mothe-Chandeniers passò ai discendenti di Hennecart fino a quando non fu ereditato dal barone Edgard Lejeune.



Chateau De La Mothe Chandeniers Gatto Al Castello La Mothe Chandeniers Vista panoramica di La Mothe Chandeniers Fossato di Chateau De La Mothe Chandeniers

E se ti è piaciuto questo post, assicurati di dare un'occhiata a questi post popolari:

Cinque del mondo
Cinque dei castelli più incredibili del mondo
33 foto inquietanti del ghetto abbandonato di Baltimora
33 foto inquietanti del ghetto abbandonato di Baltimora
23 foto inquietanti scattate all
23 foto inquietanti scattate all'interno di Burj Al Babas, la città fantasma turca piena di castelli da favola
1 di 11Lo Château de la Mothe-Chandeniers era originariamente di proprietà della famiglia Bauçay che aveva stretti legami con il re francese.Guillaume Souvant / AFP / Getty Images2 di 11Il castello divenne famoso sotto la proprietà del barone Edgard Lejeune, che vi visse e vi organizzò feste sontuose.Guillaume Souvant / AFP tramite Getty Images3 di 11Una delle caratteristiche più distintive del castello di Mothe-Chandeniers è il fossato gigante che lo circonda.cmchandeniers / Instagram4 di 11La tenuta si estende su 2,5 acri di terreno e ha circa 800 anni.cmchandeniers / Instagram5 di 11cmchandeniers / Instagram6 di 11Nel 1932, la tenuta fu devastata da un incendio, che costò diversi milioni di franchi in danni.cmchandeniers / Instagram7 di 11cmchandeniers / Instagram8 di 11Il vecchio castello aveva subito così tante devastazioni che era diventato troppo costoso da mantenere. Ora è di proprietà di un collettivo di 7.400 individui che hanno contribuito per salvarlo.cmchandeniers / Instagram9 di 11Il castello ha mantenuto la sua maestosità esteriore, ma al suo interno è completamente fatiscente.cmchandeniers / Instagram10 di 11cmchandeniers / Instagram11 di 11

Esplora la galleria della vista del castello di La Mothe-Chandeniers

Il barone occupò il castello e ne rinnovò l'architettura in stile romantico influenzato dall'Art Nouveau, preparando la sua tenuta per le frequenti feste stravaganti che organizzava.

Sfortunatamente, gran parte di essa è stata distrutta durante un incendio che ha devastato la tenuta nel 1932. Il danno è stato stimato in circa diversi milioni di franchi e la proprietà ha continuato a cadere in rovina poiché la sua manutenzione è diventata semplicemente troppo costosa da sopportare per qualsiasi individuo.

al-masjid al-haram

Ma nel 2017 è stata una campagna di crowdsourcing senza precedenti lanciato dalla gente del posto e dall'azienda di conservazione storica Dartagnans per salvarlo.



La campagna ha raccolto più di 500.000 euro - o quasi $ 600.000 - ed è ora di proprietà delle 7.400 persone che hanno donato alla causa.