Movimento americano per i diritti civili

Movimento americano per i diritti civili , movimento di protesta di massa contro la segregazione razziale e la discriminazione negli Stati Uniti meridionali che è venuto alla ribalta nazionale durante la metà degli anni '50. Questo movimento ha le sue radici negli sforzi secolari di schiavizzato Africani e i loro discendenti per resistere oppressione razziale e abolire l'istituzione della schiavitù. Sebbene le persone schiavizzate furono emancipate a seguito della guerra civile e ricevettero poi i diritti civili fondamentali attraverso l'approvazione del Quattordicesimo e del Quindicesimo emendamento al NOI. Costituzione , le lotte per garantire la protezione federale di questi diritti continuarono nel secolo successivo. Attraverso la protesta nonviolenta, il movimento per i diritti civili degli anni '50 e '60 ruppe il modello di segregazione delle strutture pubbliche per razza nel Sud e raggiunto il più importante passo avanti nella legislazione sulla parità di diritti per afroamericani dal momento che Ricostruzione periodo (1865-1877). Sebbene l'approvazione nel 1964 e nel 1965 delle principali leggi sui diritti civili sia stata vittoriosa per il movimento, a quel punto gli attivisti neri militanti avevano iniziato a vedere la loro lotta come un movimento di libertà o di liberazione non solo alla ricerca di riforme dei diritti civili, ma invece di affrontare il duraturo e le conseguenze culturali della passata oppressione razziale.

Martin Luther King, Jr., alla Marcia su Washington

Martin Luther King, Jr., alla Marcia su Washington Martin Luther King, Jr. (al centro), con altri membri del movimento americano per i diritti civili alla Marcia su Washington, D.C., nell'agosto 1963. AP Images



Domande principali

Quando è nato il movimento americano per i diritti civili?

Il movimento americano per i diritti civili è nato a metà degli anni '50. Un importante catalizzatore nella spinta per i diritti civili fu nel dicembre 1955, quando l'attivista NAACP Rosa Parks rifiutò di cedere il suo posto su un autobus pubblico a un uomo bianco.



Boicottaggio degli autobus di Montgomery Leggi di Rosa Parks e il boicottaggio di massa degli autobus che ha scatenato.

Chi erano alcune figure chiave del movimento per i diritti civili americano?

Martin Luther King, Jr., è stato un importante leader del movimento per i diritti civili. Importante è stata anche Rosa Parks, che si è rifiutata di cedere il suo posto su un autobus pubblico a un cliente bianco. John Lewis, leader e politico per i diritti civili, ha contribuito a pianificare la marcia su Washington.

Cosa ha realizzato il movimento americano per i diritti civili?

Il movimento americano per i diritti civili ha rotto il sistema radicato di segregazione razziale nel sud e ha raggiunto una legislazione cruciale sulla parità di diritti.



Civil Rights Act Leggi di più sul Civil Rights Act del 1964, un segno distintivo del movimento per i diritti civili americano.

Quali sono stati alcuni eventi importanti durante il movimento per i diritti civili americano?

Il Boicottaggio degli autobus di Montgomery , innescato dall'attivista Rosa Parks, è stato un importante catalizzatore per il movimento per i diritti civili. Altre importanti proteste e manifestazioni includevano il sit-in di Greensboro e il Gite in libertà .

Cronologia del movimento americano per i diritti civili Esplora i principali eventi del movimento americano per i diritti civili.

Quali sono alcuni esempi di diritti civili?

Esempi di diritti civili includono il diritto di voto, il diritto a un processo equo, il diritto ai servizi governativi, il diritto all'istruzione pubblica e il diritto di utilizzare le strutture pubbliche.

Abolizionismo a Jim Crow

La storia americana è stata segnata da sforzi persistenti e determinati per espandere la portata e l'inclusività dei diritti civili. Sebbene nei documenti fondativi degli Stati Uniti siano stati affermati uguali diritti per tutti, a molti degli abitanti del nuovo paese sono stati negati i diritti essenziali. Gli africani schiavizzati e i servi a contratto non avevano il diritto inalienabile alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità che i coloni britannici affermavano per giustificare la loro Dichiarazione di Indipendenza. Né furono inclusi tra il Popolo degli Stati Uniti che stabilì la Costituzione al fine di promuovere il Benessere generale e assicurare le Benedizioni della Libertà a noi stessi e ai nostri Posteri. La Costituzione proteggeva invece la schiavitù consentendo l'importazione di schiavi fino al 1808 e prevedendo il ritorno degli schiavi fuggiti in altri stati.



Dichiarazione di indipendenza

Dichiarazione di Indipendenza Immagine della Dichiarazione di Indipendenza (1776) tratta da un'incisione realizzata dallo stampatore William J. Stone nel 1823. Archivi Nazionali, Washington, D.C.

Mentre gli Stati Uniti espandevano i propri confini, i popoli nativi americani resistevano alla conquista e all'assorbimento. Singoli stati, che determinavano la maggior parte dei diritti degli americani cittadini , diritti di voto generalmente limitati ai maschi bianchi proprietari di proprietà e altri diritti, come il diritto di possedere terreni o di far parte di giurie, sono stati spesso negati sulla base di distinzioni razziali o di genere. Una piccola percentuale di neri americani viveva al di fuori del schiavo sistema, ma quei cosiddetti neri liberi hanno sopportato la discriminazione razziale e la segregazione forzata. Sebbene alcune persone schiavizzate si ribellassero violentemente alla loro schiavitù ( vedere ribellioni degli schiavi), gli afroamericani e altri gruppi subordinati hanno utilizzato principalmente mezzi non violenti - proteste, sfide legali, suppliche e petizioni rivolte a funzionari governativi, nonché movimenti sostenuti e massicci per i diritti civili - per ottenere miglioramenti graduali nel loro status.

Durante la prima metà del XIX secolo, i movimenti per estendere i diritti di voto ai lavoratori maschi bianchi non proprietari portarono all'eliminazione della maggior parte delle qualifiche di proprietà per il voto, ma questa espansione del suffragio fu accompagnata dalla brutale soppressione degli indiani d'America e dall'aumento delle restrizioni sui neri liberi. I proprietari di persone schiavizzate nel sud reagirono alla rivolta degli schiavi di Nat Turner del 1831 in Virginia approvando leggi per scoraggiare l'attivismo antischiavista e impedire l'insegnamento di persone schiavizzate leggere e scrivere. Nonostante questa repressione, un numero crescente di neri americani si sono liberati dalla schiavitù sfuggendo o negoziando accordi per acquistare la loro libertà attraverso il lavoro salariato. Entro il 1830, le comunità nere libere negli stati del Nord erano diventate sufficientemente grandi e organizzate per tenere regolari convegni nazionali, in cui i leader neri si riunivano per discutere strategie alternative di avanzamento razziale. Nel 1833 una piccola minoranza di bianchi si unì agli attivisti antischiavista neri per formare l'American Anti-Slavery Society sotto la guida di William Lloyd Garrison.



Nat Turner

Nat Turner Incisione su legno raffigurante Nat Turner (a sinistra), che nel 1831 guidò l'unica efficace ribellione degli schiavi nella storia degli Stati Uniti. Biblioteca del Congresso, Washington, DC

William Lloyd Garrison

William Lloyd Garrison William Lloyd Garrison. Biblioteca del Congresso, Washington, DC



Frederick Douglass

Frederick Douglass Frederick Douglass, 1862. Biblioteca del Congresso, Washington, D.C.

La decisione di Dred Scott

Decisione Dred Scott Avviso di giornale per un opuscolo sulla decisione Dred Scott della Corte Suprema degli Stati Uniti. Biblioteca del Congresso, ng. Codice LC-USZ62-132561

Abraham Lincoln: campagna presidenziale

Abraham Lincoln: campagna presidenziale Uno striscione con la bandiera americana che promuove Abraham Lincoln per la presidenza degli Stati Uniti nel 1860. Library of Congress, Washington, DC (LC-DIG-ppmsca-19302)

Frederick Douglass divenne il più famoso degli ex schiavi che si unirono al movimento abolizionista. La sua autobiografia, una delle tante narrazioni sugli schiavi, e le sue emozionanti orazioni hanno accresciuto la consapevolezza pubblica degli orrori della schiavitù. Sebbene i leader neri siano diventati sempre più militanti nei loro attacchi contro la schiavitù e altre forme di oppressione razziale, i loro sforzi per garantire la parità di diritti hanno ricevuto una grave battuta d'arresto nel 1857, quando la Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto gli afroamericani cittadinanza affermazioni. La decisione di Dred Scott affermava che i fondatori del paese avevano considerato i neri così inferiori da non avere diritti che l'uomo bianco era tenuto a rispettare. Questa sentenza, dichiarando incostituzionale il Compromesso del Missouri (1820), attraverso il quale Congresso aveva limitato l'espansione della schiavitù nei territori occidentali, rafforzando ironicamente il movimento antischiavista, perché faceva arrabbiare molti bianchi che non detenevano persone schiavizzate. L'incapacità dei leader politici del paese di risolvere quella controversia ha alimentato il successo della campagna presidenziale di Abraham Lincoln , il candidato dell'antischiavitù partito repubblicano . La vittoria di Lincoln a sua volta spinse gli stati schiavisti del sud a separarsi e formare gli Stati Confederati d'America nel 1860-1861.

che ha inviato truppe per aiutare la Corea del Nord

Sebbene Lincoln inizialmente non cercasse di abolire la schiavitù, la sua determinazione a punire gli stati ribelli e la sua crescente dipendenza dai soldati neri nell'esercito dell'Unione lo spinsero a emettere il Proclama di emancipazione (1863) per privare la Confederazione delle sue proprietà schiavizzate. Dopo la fine della guerra civile americana, i leader repubblicani hanno cementato la vittoria dell'Unione ottenendo la ratifica degli emendamenti costituzionali per abolire la schiavitù ( tredicesimo emendamento ) e per proteggere l'uguaglianza legale delle persone precedentemente schiavizzate ( quattordicesimo emendamento ) e i diritti di voto degli ex schiavi maschi ( Quindicesimo emendamento ). Nonostante queste garanzie costituzionali dei diritti, sarebbe necessario quasi un secolo di agitazione e contenzioso per i diritti civili per ottenere un'applicazione federale coerente di tali diritti negli ex stati confederati. Inoltre, dopo che le forze militari federali sono state rimosse dal sud alla fine del Ricostruzione , i leader bianchi della regione hanno promulgato nuove leggi per rafforzare il Jim Crow sistema di segregazione e discriminazione razziale. Nel suo Plessy v. Ferguson decisione (1896), la Corte Suprema stabilì che strutture separate ma uguali per gli afroamericani non violavano il Quattordicesimo Emendamento, ignorando le prove che le strutture per i neri erano inferiori a quelle destinate ai bianchi.

Il sistema meridionale di supremazia bianca fu accompagnato dall'espansione del controllo imperiale europeo e americano sui non bianchi in Africa e in Asia, nonché nei paesi insulari delle regioni del Pacifico e dei Caraibi. Come gli afroamericani, la maggior parte delle persone non bianche in tutto il mondo è stata colonizzata o sfruttata economicamente e ha negato i diritti fondamentali, come il diritto di voto. Con poche eccezioni, anche alle donne di tutte le razze è stato negato ovunque il diritto di suffragio ( vedere suffragio femminile).