Gli archeologi hanno trovato i resti di un'adolescente che cacciava selvaggina 9.000 anni fa

Lo studio suggerisce che i ruoli di genere nelle culture antiche erano molto più fluidi di quanto si pensasse in precedenza.

Andes Hunter Woman

Matthew Verdolivo / UC Davis IET Academic Technology Services
Gli scavi di un luogo di sepoltura in Perù hanno trovato le ossa di 9.000 anni di un cacciatore adolescente.

I resti appena scoperti di un'adolescente che cacciava selvaggina grande 9.000 anni fa hanno scienziati che mettono in dubbio le loro ipotesi sui ruoli di genere nelle antiche società di cacciatori-raccoglitori.



Secondo Scienza popolare , scavi presso il sito Wilamaya Patjxa nelle Ande peruviane scoperto un lotto di sei scheletri, due dei quali sono stati sepolti con strumenti da caccia. Uno studio dei due resti suggerisce che una di loro fosse un'adolescente, portando gli scienziati a credere che le donne contribuissero come cacciatrici di selvaggina in questa antica società.



La ragazza, i cui resti risalgono a 9.000 anni fa, si stima che avesse tra i 17 ei 19 anni al momento della sua morte sulla base delle sue ossa e dello smalto dei denti, secondo uno studio pubblicato nella rivista I progressi della scienza . La sepoltura della ragazza è stata particolarmente interessante per i ricercatori a causa degli oggetti che sono stati trovati sepolti accanto al corpo.

C'erano diverse punte di proiettili di pietra, probabili parti usate con un attrezzo atlatl o lancia-lancia, grosse rocce per rompere ossa e raschiare pelli e piccole rocce con spigoli vivi per macellare la carne.



'Tutte queste cose insieme ci hanno detto che questo era un kit di strumenti per la caccia', ha detto Randall Haas, un archeologo presso l'Università della California. 'Questo è stato davvero sorprendente per noi ... data la nostra comprensione del mondo, che era che nelle società di cacciatori-raccoglitori i maschi cacciano e le femmine raccolgono o elaborano risorse di sussistenza.'

Strumenti di caccia all

Randall Haas / Università della CaliforniaL'adolescente è stata sepolta con quello che gli archeologi ritengono fosse un kit di attrezzi da caccia.

Il team ha anche trovato i resti di diversi grandi mammiferi nel sito come taruca o cervo andino e vigogna, animali legati agli alpaca.



La scoperta contrasta la convinzione di lunga data tra gli archeologi che le società di cacciatori-raccoglitori si dividessero i compiti in base ai tradizionali limiti basati sul sesso familiari nella società moderna; la caccia grossa era responsabilità dei membri maschi della famiglia mentre le donne si prendevano cura dei bambini.

Questa divisione del lavoro basata sul genere è stata riscontrata in molte società contemporanee di cacciatori-raccoglitori, ed è particolarmente raro che le donne si assumano il compito di cacciare la selvaggina grossa. Ma le antiche culture delle Americhe che esistevano migliaia di anni fa potrebbero aver avuto un modo più liberale di fare le cose.

Era davvero una pratica culturale comune o questa ragazza era solo un'anomalia? Per scoprirlo, Haas e il suo team hanno esaminato precedenti studi e registrazioni di luoghi di sepoltura nelle Americhe degli ultimi cinque decenni. I ricercatori hanno scoperto che 11 dei 27 resti individuali scoperti con strumenti di caccia grossa erano donne, mentre 16 erano uomini.



'A quel punto, ci siamo sentiti ... abbastanza fiduciosi che ci fosse qualcosa di diverso in corso tra questi passati gruppi di cacciatori-raccoglitori rispetto a quelli più recenti', ha detto Haas.

Un fattore che può aver contribuito a questa differenza culturale tra i gruppi antichi e le società più moderne di cacciatori-raccoglitori è il loro metodo di caccia.



la radiazione termica è definita come _________
Andino Teen Hunter

Randall Haas / Università della CaliforniaÈ stata una delle tante sepolture trovate che hanno caratterizzato donne cacciatrici negli ultimi 50 anni.

'Pensiamo che le persone fossero impegnate in più pratiche di caccia di gruppo', ha detto Shannon Tushingham, archeologa e direttrice del Museo di Antropologia della Washington State University, che non è stata coinvolta nel nuovo studio.

'Avrebbe senso che uomini, donne e bambini stessero tutti spedendo questi grandi animali'. In altre parole, tutti hanno svolto un ruolo nell'assicurarsi che ci fosse abbastanza cibo per la sopravvivenza.

Gli archeologi sospettano anche che queste antiche culture praticassero l'allevamento dei figli, una forma di educazione collettiva dei figli che probabilmente solleverebbe i membri delle donne dall'esclusiva responsabilità di prendersi cura dei bambini.

Gli autori dello studio sostengono che 'un certo grado di pregiudizio di genere contemporaneo o di pregiudizio etnografico' tra i ricercatori potrebbe essere il motivo per cui l'idea che queste culture antiche fossero di genere tanto quanto le società contemporanee continua a persistere.

Anche la teoria che soldati o guerrieri fossero per lo più uomini è stata esaminata in seguito alla scoperta di sepolture di donne guerriere in tutto il mondo. Nell'aprile 2020, i resti di due donne Xianbei scavato da un antico cimitero mongolo ha suggerito che le donne fossero avide arcieri e cavalieri, attività comuni tra individui addestrati militari.

Per quanto riguarda questo cacciatore adolescente trovato in Perù, Tushingham ha osservato che i risultati stanno 'davvero dimostrando che i ruoli di genere erano molto più fluidi in passato, in particolare nelle prime fasi del tempo nelle Americhe'.


Quindi, leggi della storia del millenario Donna guerriera slava trovato accanto alla sua ascia. Quindi, scopri di più su Shieldmaidens , le donne guerriere vichinghe che combattevano ferocemente come i loro uomini.