Arte e architettura barocca

Arte e architettura barocca , le arti visive e la progettazione e costruzione di edifici prodotti durante l'era della storia dell'arte occidentale che coincide grosso modo con il XVII secolo. I primi dimostrazioni , che si sono verificati in Italia, risalgono agli ultimi decenni del XVI secolo, mentre in alcune regioni, in particolare la Germania e l'America coloniale del Sud , alcune conquiste culminanti del barocco non si sono verificate fino al XVIII secolo. L'opera che contraddistingue il periodo barocco è stilisticamente complessa, addirittura contraddittoria. In generale, tuttavia, il desiderio di evocare stati emotivi facendo appello ai sensi, spesso in modi drammatici, è alla base delle sue manifestazioni. Alcune delle qualità più frequentemente associate al barocco sono la grandezza, la ricchezza sensuale, Dramma , vitalità, movimento, tensione, esuberanza emotiva e tendenza a offuscare le distinzioni tra le varie arti.

Artemisia Gentileschi: Giuditta con la sua serva

Artemisia Gentileschi: Giuditta con la sua serva Giuditta con la sua serva , dipinto ad olio di Artemisia Gentileschi, 1613–14; a Palazzo Pitti, Firenze. Scala/Risorsa artistica, New York



Domande principali

Da dove viene il termine? Barocco vieni da?

Il termine Barocco probabilmente derivato dalla parola italiana barocco , che i filosofi usarono durante il Medioevo descrivere un ostacolo in logica schematica. Successivamente, la parola venne a denotare qualsiasi idea contorta o processo involuto di pensiero. Un'altra possibile fonte è la parola portoghese barocco (Spagnolo barrueco ), usato per descrivere una perla di forma imperfetta. Nella critica d'arte la parola Barocco è arrivato a descrivere qualsiasi cosa irregolare, bizzarra, o comunque che si discosti dalle regole e dalle proporzioni stabilite durante il Rinascimento . Fino alla fine del XIX secolo il termine portava sempre l'implicazione di strano, esagerato e sopravvalutato. Fu solo con lo studio pionieristico di Heinrich Wölfflin, Rinascimento e Barocco (1888), che il termine fu usato come una designazione stilistica piuttosto che come un termine di abuso sottilmente velato e che fu raggiunta una formulazione sistematica delle caratteristiche dello stile barocco.



Leggi di più di seguito: L'origine del termine Heinrich Wölfflin Leggi dello storico Heinrich Wölfflin, che ha rimodellato la parola Barocco da un sottilmente velato termine di abuso al nome di uno stile e di un'epoca distintivi.

Quali sono le caratteristiche dell'arte e dell'architettura barocca?

L'opera che contraddistingue il periodo barocco è stilisticamente complessa e perfino contraddittoria. Correnti del naturalismo e del classicismo, ad esempio, convivono e si intrecciano con il tipico stile barocco. In generale, tuttavia, il desiderio di evocare stati emotivi facendo appello ai sensi, spesso in modi drammatici, è alla base delle sue manifestazioni. Alcune delle qualità più frequentemente associate al barocco sono la grandezza, la ricchezza sensuale, il dramma, il dinamismo, il movimento, la tensione, l'esuberanza emotiva e la tendenza a confondere le distinzioni tra le varie arti.

Leggi di più di seguito: L'origine del termine San Carlo alle Quattro Fontane Vedere un esempio del caratteristico dramma e movimento dell'architettura barocca nel progetto di Francesco Borromini per San Carlo alle Quattro Fontane.

Come sono nate l'arte e l'architettura barocca?

Tre grandi tendenze hanno avuto un impatto sull'arte barocca, la prima delle quali è stata la Controriforma. Contendendo con la diffusione della Riforma protestante, il Chiesa cattolica romana , dopo il Concilio di Trento (1545-1563), adottò un programma propagandistico in cui l'arte doveva servire come mezzo per stimolare la fede del pubblico nella chiesa. Lo stile barocco che si è evoluto era sia sensuale che spirituale. Mentre un trattamento naturalistico rendeva l'immagine religiosa più accessibile al praticante medio, si usavano effetti drammatici e illusori per stimolare la devozione e trasmettere lo splendore del divino. La seconda tendenza era il consolidamento delle monarchie assolute: i palazzi barocchi furono costruiti su scala monumentale per mostrare il potere dello stato centralizzato, un fenomeno che si manifestava meglio a Versailles. La terza tendenza era un ampliamento degli orizzonti intellettuali umani, stimolato dagli sviluppi della scienza e dalle esplorazioni del globo. Questi produssero un nuovo senso dell'insignificanza umana (particolarmente favorita dallo spostamento copernicano della Terra dal centro dell'universo) e dell'infinità del mondo naturale. I dipinti di paesaggi in cui gli esseri umani sono ritratti come figure minute in un vasto ambiente erano indicativi di questa mutevole consapevolezza della condizione umana.



Leggi di più di seguito: Tre tendenze principali dell'epoca Controriforma Leggi di più sulla Controriforma, un programma propagandistico adottato dalla Chiesa cattolica romana per far fronte alla diffusione della Riforma protestante attraverso l'uso dell'arte e dell'architettura.

Quali artisti sono associati allo stile barocco?

Annibale Carracci e Caravaggio sono stati i due pittori italiani che hanno contribuito a inaugurare il barocco e i cui stili rappresentano, rispettivamente, i modi classicista e realista. La pittrice Artemisia Gentileschi è stata riconosciuta nel XX secolo per la sua abilità tecnica e ambiziosi dipinti di storia. Gian Lorenzo Bernini , le cui realizzazioni includevano la progettazione del colonnato di fronte alla Basilica di San Pietro a Roma, fu il più grande degli scultori-architetti barocchi. I dipinti ordinati di Nicolas Poussin e l'architettura sobria di Jules Hardouin-Mansart rivelano che l'impulso barocco in Francia era più sommesso e classicista. In Spagna, il pittore Diego Velázquez ha usato un approccio naturalistico cupo ma potente che aveva solo qualche relazione con la corrente principale della pittura barocca. Lo stile, nel frattempo, ha fatto breccia limitata nel nord Europa, in particolare in quello che oggi è il Belgio. Il più grande maestro di quella regione in gran parte cattolica romana governata dagli spagnoli era il pittore Peter Paul Rubens , le cui tempestose composizioni diagonali e le cui figure purosangue sono l'epitome della pittura barocca. L'arte nei Paesi Bassi, tuttavia, è più complessa. Condizionati dai gusti realisti dei suoi mecenati borghesi, maestri imponenti come Rembrandt, Frans Hals e Johannes Vermeer rimasero in gran parte indipendenti dal barocco sotto importanti aspetti, ma molti testi d'arte li identificano comunque con lo stile. Tuttavia, il barocco ebbe un notevole impatto in Inghilterra, in particolare nell'architettura di Sir Christopher Wren.

Leggi di più di seguito: Architettura, pittura e scultura Artemisia Gentileschi Scopri di più su Artemisia Gentileschi, la pittrice barocca le cui realizzazioni sono state celebrate nel XX secolo.

In che modo lo stile rococò differiva dal barocco?

Il Rococò lo stile ebbe origine a Parigi intorno al 1700 e fu presto adottato in tutta la Francia e successivamente in altri paesi, principalmente Germania e Austria. Come lo stile barocco, il rococò è stato utilizzato nel arte decorativa , interior design , pittura, architettura e scultura. È spesso caratterizzato come la fase finale del barocco, ma lo stile differisce dal suo predecessore per la sua scala intima, l'asimmetria, la leggerezza, l'eleganza e l'uso esuberante di forme naturali curve negli ornamenti. La pittura rococò in Francia, ad esempio, è iniziata con i dipinti aggraziati e delicatamente malinconici di Antoine Watteau, è culminata nei nudi giocosi e sensuali di François Boucher e si è conclusa con le scene di genere liberamente dipinte di Jean-Honoré Fragonard. La pittura rococò francese in generale era caratterizzata da trattamenti rilassati e spensierati di temi mitologici e di corteggiamento, l'introduzione della famiglia come soggetto, pennellate ricche e delicate, una chiave tonale relativamente leggera e colori sensuali.

Rococò Scopri di più sul rococò, lo stile che è spesso considerato la fase finale del barocco ma che differisce dal suo predecessore in molti modi.

L'origine del termine

Il termine barocco probabilmente deriva in ultima analisi dalla parola italiana barocco , che i filosofi usarono durante il Medioevo descrivere un ostacolo in logica schematica. Successivamente la parola venne a denotare qualsiasi idea contorta o processo involuto di pensiero. Un'altra possibile fonte è la parola portoghese barocco (Spagnolo barrueco ), usato per descrivere una perla irregolare o di forma imperfetta, e questo uso sopravvive ancora nel termine del gioielliere perla barocca .



Nella critica d'arte la parola barocco venne usata per descrivere qualsiasi cosa irregolare, bizzarra o comunque che si discostasse da regole e proporzioni stabilite. Questo parziale visione degli stili artistici del XVII secolo è stata tenuta con poche modifiche dai critici da Johann Winckelmann a John Ruskin e Jacob Burckhardt, e fino alla fine del XIX secolo il termine ha sempre portato il coinvolgimento di strano, grottesco, esagerato e troppo decorato. Fu solo con lo studio pionieristico di Heinrich Wölfflinlin Rinascimento e Barocco (1888) che il termine barocco fu usato come stilistica designazione piuttosto che come un termine di abuso sottilmente velato, e si ottenne una formulazione sistematica delle caratteristiche dello stile barocco.

Tre tendenze principali dell'epoca

Tre più ampi culturali e intellettuale tendenze hanno avuto un profondo impatto sull'arte barocca e sulla musica barocca. Il primo di questi è stato l'emergere della Controriforma e l'espansione del suo dominio, sia territoriale che intellettuale. Negli ultimi decenni del XVI secolo lo stile raffinato e cortese noto come Manierismo aveva cessato di essere un mezzo espressivo efficace e la sua inadeguatezza per l'arte religiosa si faceva sempre più sentire negli ambienti artistici. Per contrastare le incursioni della Riforma, il cattolico romano La Chiesa dopo il Concilio di Trento (1545-1563) adottò una posizione propagandistica in cui l'arte doveva servire come mezzo per estendere e stimolare la fede del pubblico nella chiesa. A tal fine la chiesa ha adottato un programma artistico consapevole i cui prodotti artistici avrebbero fatto un appello apertamente emotivo e sensoriale ai fedeli. Lo stile barocco che si è evoluto da questo programma era paradossalmente sia sensuale che spirituale; mentre un trattamento naturalistico rendeva l'immagine religiosa più accessibile al praticante medio, si usavano effetti drammatici e illusori per stimolare la pietà e la devozione e trasmettere un'impressione dello splendore del divino. I soffitti delle chiese barocche si dissolvevano così in scene dipinte che presentavano vivide vedute del infinito all'osservatore e dirigeva i sensi verso le preoccupazioni celesti.

Caravaggio: La Vocazione di San Matteo

Caravaggio: La Vocazione di San Matteo La Vocazione di San Matteo , oil on canvas by Caravaggio, 1599–1600; in the Contarelli Chapel, San Luigi dei Francesi, Rome. Mauro Magliani/age fotostock



Francesco Borromini: coffered ceiling of San Carlo alle Quattro Fontane

Francesco Borromini: soffitto a cassettoni di San Carlo alle Quattro Fontane Soffitto a cassettoni barocco della cupola di San Carlo alle Quattro Fontane, Roma, progetto di Francesco Borromini, 1638-41. LivioAndronico

La seconda tendenza era il consolidamento dell'assoluto monarchie , accompagnato da una contestuale cristallizzazione di una borghesia prominente e potente, che ora è arrivata a svolgere un ruolo nel mecenatismo. I palazzi barocchi furono costruiti su scala espansa e monumentale per mostrare il potere e la grandezza dello stato centralizzato, un fenomeno che si manifesta meglio nel palazzo reale e nei giardini di Versailles. Tuttavia, allo stesso tempo, lo sviluppo di un mercato dell'immagine per la classe media e il suo gusto per il realismo possono essere visti nelle opere dei fratelli Le Nain e Georges de La Tour in Francia e nelle varie scuole della pittura olandese del Seicento. (Per una trattazione dettagliata di questo fenomeno, vedere Rembrandt van Rijn.)



Georges de La Tour: Il Compianto su San Sebastiano

Georges de La Tour: Il Compianto su San Sebastiano Il Compianto su San Sebastiano , olio su tela di Georges de La Tour, 1645; allo Staatliche Museen Preussischer Kulturbesitz di Berlino. 1,6 × 1,3 m Per gentile concessione dello Staatliche Museen zu Berlin - Prussischer Kulturbesitz

Palazzo di Versailles

Palazzo di Versailles La Corte di marmo del Palazzo di Versailles, Francia. Photos.com/Jupiterimages



quale di queste nazioni ci ha tenuto ostaggi alla fine degli anni '70?

La terza tendenza era un nuovo interesse per la natura e un generale ampliamento degli orizzonti intellettuali umani, stimolati dagli sviluppi della scienza e dalle esplorazioni del globo. Questi producevano simultaneamente un nuovo senso sia dell'insignificanza umana (particolarmente favorita dallo spostamento copernicano della Terra dal centro dell'universo) sia dell'insospettata complessità e infinità del mondo naturale. Lo sviluppo della pittura di paesaggio del XVII secolo, in cui gli esseri umani sono spesso ritratti come figure minute in un vasto ambiente naturale, è indicativo di questa mutevole consapevolezza della condizione umana.