Battaglia d'Inghilterra

Battaglia d'Inghilterra , durante seconda guerra mondiale , la difesa di successo di Great Gran Bretagna contro gli incessanti e distruttivi raid aerei condotti dall'aviazione tedesca (Luftwaffe) dal luglio al settembre 1940, dopo la caduta del Francia . La vittoria per la Luftwaffe nella battaglia aerea sarebbe stata smascherata Gran Bretagna all'invasione dell'esercito tedesco, che allora aveva il controllo dei porti di Francia a poche miglia di distanza attraverso la Manica. In ogni caso, la battaglia fu vinta dal Fighter Command della Royal Air Force (RAF), la cui vittoria non solo bloccò la possibilità di invasione, ma creò anche le condizioni per la sopravvivenza della Gran Bretagna, per l'estensione della guerra e per l'eventuale sconfitta. della Germania nazista.

il blitz

il Blitz Smoke che sale dai Docklands di Londra dopo il primo raid aereo di massa sulla capitale britannica, 7 settembre 1940. New Times Paris Bureau Collection/USIA/NARA



quanti voti elettorali ha l'Ohio
Eventi della seconda guerra mondiale keyboard_arrow_left immagine predefinita Evacuazione di Dunkerque il blitz Campagne in Nord Africa Francia, Battaglia di; Vichy Francia Bombardamento tedesco di Londra durante il Blitz Soldati tedeschi durante l Assedio di Leningrado Attacco a Pearl Harbor Wake Island Truppe statunitensi che avanzano su Tarawa, Isole Gilbert, nel 1943 Marcia della morte di Bataan Battaglia di Midway Mappa della Nuova Guinea orientale dalla decima edizione dell Stalingrado, Battaglia di Rivolta del ghetto di Varsavia immagine predefinita Invasione della Normandia Rivolta di Varsavia Cowra, Nuovo Galles del Sud, Australia Battaglia del Golfo di Leyte Battaglia delle Ardenne Conferenza di Yalta Seconda Guerra Mondiale: Isola Corregidordor Battaglia di Iwo Jima James H. Doolittle. immagine predefinita bombardamento atomico di Hiroshima Battaglia dkeyboard_arrow_right

Poco dopo il ritiro delle forze britanniche dal continente europeo nel Evacuazione di Dunkerque (fine maggio-inizio giugno 1940), le forze corazzate tedesche completarono la loro invasione lampo della Francia. Il governo francese è crollato il 16 giugno ed è stato sostituito da un regime che ha immediatamente chiesto la pace. Questo lasciò gli inglesi improvvisamente soli nella loro isola natale come gli ultimi bastione contro la minaccia della tirannia, nelle parole del loro primo ministro, Winston Churchill . Parlando davanti al Parlamento il 18 giugno, Churchill ha annunciato:



il blitz

Battaglia d'Inghilterra; il Blitz Un avvistatore di aerei che scruta i cieli sopra Londra, c. 1940. New Times Paris Bureau Collection/USIA/NARA

Guarda la distruzione operata dal Terzo Reich nella seconda guerra mondiale

i membri del Blitz dei servizi antincendio ausiliari di Londra durante un'esercitazione di guerra, 1939. New Times Paris Bureau Collection/USIA/NARA



Quella che il generale [Maxime] Weygand [comandante degli eserciti alleati in Francia] chiamò la battaglia di Francia è finita. Mi aspetto che la battaglia d'Inghilterra stia per iniziare... Prepariamoci quindi ai nostri doveri, e così teniamoci che se l'Impero Britannico e il suo Commonwealth durassero per mille anni, gli uomini diranno ancora: Questa è stata la loro ora migliore .

Da parte tedesca, non era stato fatto alcun piano per un'invasione della Gran Bretagna prima che i tedeschi lanciassero la loro offensiva contro la Francia, né furono fatti nemmeno quando il crollo della Francia era assicurato. leader tedesco Adolf Hitler evidentemente contava sull'accordo del governo britannico su una pace di compromesso alle condizioni favorevoli che era disposto a offrire, e quindi non aveva alcun desiderio di spingere il conflitto a una conclusione decisiva. All'esercito tedesco fu fatto intendere che la guerra era finita; il congedo fu concesso e la Luftwaffe fu spostata in altri quartieri. Anche quando fu presa la determinazione di Churchill a continuare la guerra manifesto , Hitler si aggrappava ancora alla convinzione che fosse solo un bluff, sentendo che la Gran Bretagna doveva riconoscere la sua situazione militarmente senza speranza. Quella sua speranza tardava a svanire. Fu solo il 2 luglio che Hitler ordinò di prendere in considerazione il problema dell'invasione dell'Inghilterra, e sembrava ancora dubitare della sua necessità quando alla fine, il 16 luglio, ordinò che iniziassero i preparativi per tale invasione, battezzata Operazione Sea Lion. Hitler stipulato che la spedizione sia pronta per la metà di agosto.

L'esercito tedesco non era in alcun modo preparato per una simile impresa. Il personale non lo aveva contemplato, alle truppe non era stato impartito alcun addestramento per le operazioni di sbarco e non era stato fatto nulla per costruire mezzi da sbarco allo scopo. Tutto ciò che si poteva tentare era uno sforzo affrettato per raccogliere le navi, portare chiatte dalla Germania e dai Paesi Bassi e dare alle truppe un po' di pratica nell'imbarco e nello sbarco. I generali tedeschi erano molto preoccupati per i rischi che le loro forze avrebbero corso nell'attraversare il mare, e gli ammiragli tedeschi erano ancora più spaventati per quello che sarebbe successo quando la Royal Navy sarebbe apparsa sulla scena. Non avevano fiducia nel proprio potere di fermare il nemico e insistevano affinché la responsabilità di farlo fosse affidata alla Luftwaffe. Il maresciallo dell'aria Hermann Göring ha espresso fiducia che i suoi aerei potrebbero controllare l'interferenza navale britannica e anche guidare la RAF fuori dal cielo. Fu quindi convenuto che Göring avrebbe tentato la sua offensiva aerea preliminare, che non impegnava gli altri servizi a nulla di preciso, mentre i tempi per il tentativo di invasione sarebbero stati posticipati a metà settembre.



Spitfire Supermarine

Ammira la distruzione operata dal Terzo Reich nella Battaglia d'Inghilterra della seconda guerra mondiale A partire dal giugno 1940 e continuando fino all'anno successivo, la Battaglia d'Inghilterra fu combattuta in aria e sopravvissuta a terra. A partire dal La seconda guerra mondiale: trionfo dell'Asse (1963), un documentario dell'Encyclopædia Britannica Educational Corporation. Enciclopedia Britannica, Inc. Guarda tutti i video per questo articolo

A partire dagli attacchi dei bombardieri contro le navi il 10 luglio e continuando fino all'inizio agosto , un flusso crescente di attacchi aerei è stato consegnato contro convogli e porti britannici. Poi, il 13 agosto, l'offensiva principale, chiamata Adlerangriff (Eagle Attack) di Hitler, fu scatenato, inizialmente contro basi aeree ma anche contro fabbriche di aerei e contro stazioni radar nel sud-est dell'Inghilterra. Sebbene obiettivi e tattiche siano stati cambiati in fasi diverse, l'obiettivo sottostante è sempre stato quello di logorare la difesa aerea britannica, e in effetti lo sforzo ha messo a dura prova le limitate risorse del Fighter Command, sotto il comando del maresciallo capo dell'aria Sir Hugh Dowding. Gli inglesi disponevano di poco più di 600 combattenti in prima linea per difendere il paese. I tedeschi nel frattempo misero a disposizione circa 1.300 bombardieri e bombardieri in picchiata e circa 900 caccia monomotore e 300 bimotore. Questi erano basati in un arco intorno all'Inghilterra dalla Norvegia alla penisola di Cherbourg nella Francia costiera settentrionale. Per la difesa della Gran Bretagna, il Fighter Command era diviso in quattro gruppi, di cui il più in difficoltà durante la Battaglia d'Inghilterra era il Number 11 Group, che difendeva l'Inghilterra sudorientale e Londra e aveva sede a Uxbridge, nel Middlesex; e il gruppo numero 12, che difendeva le Midlands e il Galles e aveva sede a Watnall, nel Nottinghamshire. Gli altri due gruppi erano il numero 10, che difendeva l'Inghilterra sudoccidentale, e il numero 13, che difendeva l'Inghilterra settentrionale e tutta la Scozia. Ogni gruppo è stato diviso in settori, che hanno ricevuto rapporti dal quartier generale del gruppo sull'avvicinamento alle formazioni della Luftwaffe e hanno mobilitato squadroni di aerei da numerosi aeroporti per combatterli. Il britannico radar Il sistema di allarme rapido, chiamato Chain Home, era il sistema più avanzato e più adattato dal punto di vista operativo al mondo. Anche se soffriva di frequenti attacchi da parte della Luftwaffe, impediva in gran parte alle formazioni di bombardieri tedeschi di sfruttare l'elemento sorpresa. Per combattere i bombardieri, il Fighter Command impiegò squadroni di Hawker Hurricanes resistenti e pesantemente armati, preferendo salvare il più veloce e agile Supermarine Spitfire, insuperato come intercettore da qualsiasi caccia in qualsiasi altra forza aerea, per l'uso contro i caccia di scorta dei bombardieri .

Bombardamento tedesco di Londra durante il Blitz

Supermarine Spitfire Il Supermarine Spitfire, il primo aereo da caccia britannico dal 1938 alla seconda guerra mondiale. Quadrante/Volo



Gli inglesi si trovarono così a combattere con l'inaspettato vantaggio di un equipaggiamento superiore. I bombardieri tedeschi (per lo più bimotori armati alla leggera come l'Heinkel He 111 e lo Junkers Ju 88) non avevano la capacità di carico di bombe per sferrare colpi permanentemente devastanti, e si dimostrarono anche, alla luce del giorno, di essere facilmente vulnerabile ai combattenti britannici. Il bombardiere in picchiata Junkers Ju 87 Stuka, un tempo temuto dai tedeschi, era ancora più vulnerabile all'essere abbattuto, e il loro caccia principale, il Messerschmitt Bf 109 — poteva fornire solo una breve copertura a lungo raggio per i bombardieri, poiché stava operando al limite del suo raggio di volo. Alla fine di agosto la Luftwaffe aveva perso più di 600 velivoli e la RAF solo 260. Tuttavia, il Fighter Command stava perdendo caccia di cui aveva urgente bisogno e piloti esperti a un ritmo troppo grande per essere sostenuto. Il gruppo numero 11 in particolare era in lotta per la sua vita e, per estensione, anche per la vita della Gran Bretagna. Riconoscendo che il destino del paese dipendeva dal sacrificio dei suoi aviatori, Churchill dichiarò davanti al Parlamento il 20 agosto: Mai nel campo dei conflitti umani fu così tanto dovuto da così tanti a così pochi.

Oltre alla tecnologia, la Gran Bretagna aveva il vantaggio di combattere contro un nemico che non aveva un piano d'azione sistematico o coerente. All'inizio di settembre, i tedeschi sganciarono alcune bombe, apparentemente per caso, su aree civili di Londra, e gli inglesi si vendicarono lanciando inaspettatamente un bombardamento su Berlino. Questo fece così infuriare Hitler che ordinò alla Luftwaffe di spostare i suoi attacchi dalle installazioni del Fighter Command a Londra e in altre città. A partire dal 7 settembre, Londra è stata attaccata per 57 notti consecutive. Il bombardamento di Londra, Coventry , Liverpool e altre città andarono avanti per diversi mesi, ma ebbe l'immediato beneficio per la RAF di alleviare la pressione sul Gruppo Numero 11 e anche di portare più formazioni di bombardieri tedeschi nei settori della formidabile Gruppo numero 12.



il blitz; Battaglia d

Bombardamento tedesco di Londra durante il Blitz La cupola della Cattedrale di St. Paul a Londra, visibile attraverso il fumo generato dalle bombe incendiarie tedesche, 29 dicembre 1940. New Times Paris Bureau Collection/USIA/NARA

A metà settembre, il Fighter Command aveva dimostrato che la Luftwaffe non poteva ottenere il sopravvento aereo sulla Gran Bretagna. I caccia britannici stavano abbattendo i bombardieri tedeschi più velocemente di quanto l'industria tedesca potesse produrli. Per evitare i micidiali combattenti della RAF, la Luftwaffe passò quasi interamente ai raid notturni nei centri industriali britannici. Il Blitz , come vennero chiamate le incursioni notturne, doveva causare molti morti e grandi disagi per la popolazione civile, ma contribuì poco allo scopo principale dell'offensiva aerea: dominare i cieli prima di un'invasione dell'Inghilterra. Il 3 settembre la data dell'invasione era stata posticipata al 21 settembre, quindi il 19 settembre Hitler ordinò che la spedizione riunita per l'operazione Sea Lion fosse dispersa. Il 12 ottobre annunciò che l'operazione era sospesa per l'inverno, e molto prima dell'arrivo della primavera decise di virare verso est contro la Russia. I piani per un'invasione furono definitivamente scartati; la campagna contro la Gran Bretagna d'ora in poi divenne puramente un blocco dei suoi approcci marittimi, condotto principalmente da sottomarini e integrato solo dalla Luftwaffe.

il blitz

il blitz; Battaglia d'Inghilterra Londinesi che si rifugiano dai raid aerei tedeschi in una stazione della metropolitana, c. 1940. New Times Paris Bureau Collection/USIA/NARA

come ha fatto dmitri mendeleev a creare la tavola periodica?

i bambini Blitz seduti fuori dai resti danneggiati dalla bomba della loro casa nei sobborghi di Londra, 1940. New Times Paris Bureau Collection/USIA/NARA