Caravaggio

Caravaggio , per nome di Michelangelo Merisi , (nato il 29 settembre 1571, Milano o Caravaggio [Italia]—morto il 18/19 luglio 1610, Porto Ercole, Toscana), principale pittore italiano della fine del XVI e dell'inizio del XVII secolo, divenuto famoso per l'intenso e inquietante realismo delle sue opere religiose di grandi dimensioni.

Domande principali

Chi era Caravaggio?

Caravaggio (nome di Michelangelo Merisi) è stato uno dei principali pittori italiani della fine del XVI e dell'inizio del XVII secolo che divenne famoso per l'intenso e inquietante realismo delle sue opere religiose su larga scala, nonché per le sue violente imprese - commise un omicidio - e il volatile personaggio.



Chi erano i genitori di Caravaggio?

Il padre di Caravaggio (nato Michelangelo Merisi) era Fermo Merisi, e il nome della madre di Caravaggio era Lucia Aratori.



quali sono le origini della guerra fredda

Dove è nato e cresciuto Caravaggio?

Caravaggio (nome di Michelangelo Merisi) nacque probabilmente nella piccola città di Caravaggio, Lombardia (in Italia ). Trascorse la sua prima infanzia sia a Caravaggio che nella più grande città di Milano , dove suo padre aveva un laboratorio.

Per cosa è meglio conosciuto Caravaggio?

Caravaggio è meglio conosciuto per essere un pittore italiano famoso ma controverso della fine del 1500 e dell'inizio del 1600. Alcune delle sue opere d'arte più note sono Bacco malato , I musicisti , Testa della Medusa , La Conversione di San Paolo , La tumulazione di Cristo , e La Decollazione di San Giovanni .



Diventare Caravaggio

Mentre la maggior parte degli altri artisti italiani del suo tempo seguiva pedissequamente le eleganti convenzioni del balletto della pittura tardo manierista, Caravaggio dipinse le storie del Bibbia come viscerale e spesso drammi cruenti. Ha messo in scena gli eventi del lontano passato sacro come se si svolgessero ai giorni nostri, spesso lavorando da modelli dal vivo che ha raffigurato in abiti rigorosamente moderni. Ha accentuato la povertà e la comune umanità di Cristo e i suoi seguaci, the apostoli , santi , e martiri , mettendo in risalto i loro vestiti cenciosi e i piedi sporchi. Ha anche sviluppato una forma molto originale di chiaroscuro, usando contrasti estremi di luce e oscurità per enfatizzare i dettagli del gesto o dell'espressione facciale: un braccio proteso, uno sguardo di disperazione o desiderio. La sua influenza sul corso dell'arte occidentale è stata immensa e non si è limitata al solo campo della pittura. Il lavoro di Caravaggio ha plasmato quello di molti artisti successivi, che vanno da Rembrandt in Olanda e Diego Velázquez in Spagna a Théodore Géricault in Francia. Il suo senso drammatico della messa in scena e il trattamento innovativo di luci e ombre hanno anche ispirato direttamente molte figure di spicco del mezzo cinematografico, tra cui Pier Paolo Pasolini e Martin Scorsese .

La reputazione di Caravaggio è stata offuscata, durante la sua vita e all'indomani della sua prematura morte, dalle circostanze turbolente e in definitiva tragiche della sua vita personale. Ha commesso omicidio e aggressione violenta mentre era all'apice del suo successo in Roma e di conseguenza trascorse gran parte della sua carriera successiva, quando creò anche molte delle sue opere più avvincenti, come fuggitivo da giustizia . Dalla metà del 20 ° secolo le sue imprese violente e il carattere volubile hanno migliorata il suo appello popolare come un outsider percepito e ribelle contro le convenzioni. Il suo presunto ma non dimostrato omosessuale tendenze, che sono state dedotte sia dai suoi dipinti che da alcuni documenti storici, hanno aggiunto maggiore intrigo alla sua leggenda . Potrebbe essere descritto come il perfetto Vecchio Maestro per un'epoca innamorato dell'idea della celebrità e schiavo del culto di un genio autodistruttivo condannato. In verità era un artista più sottile, sensibile e intellettualmente ambizioso del miti che si sono accumulati intorno a lui potrebbe suggerire. Era anche meno una testa calda. Un'attenta ispezione delle informazioni d'archivio riguardanti lui, i suoi amici e i suoi nemici, molto ampliata dalla ricerca della fine del XX secolo negli archivi di Roma, Napoli e Malta —ha rivelato che anche i suoi atti più apparentemente impulsivi erano governati da una certa logica, anche se spesso era la logica di vendetta . Era un uomo violento, ma ha vissuto in tempi violenti, ed è stato tanto peccato contro quanto peccare.

Vita in anticipo e formazione in Lombardia: 1571-92

Infanzia tragica

L'artista era il primogenito di Fermo Merisi e della sua seconda moglie, Lucia Aratori. Nacque nell'autunno del 1571, probabilmente nel piccolo paese di Caravaggio in diocesi di Cremona, da cui poi prenderà il nome. Il suo nome di battesimo di Michelangelo suggerisce che la sua data di nascita esatta fosse il 29 settembre, giorno della festa dell'Arcangelo Michael . Nonostante le affermazioni di Giulio Mancini, autore di una delle prime biografie di Caravaggio, che il padre dell'artista fosse maggiordomo e architetto del potente Francesco Sforza I, marchese di Caravaggio, la documentazione storica rivela una verità più umile. Fermo Merisi non era un architetto ma un semplice scalpellino che nei documenti dell'epoca viene indicato come a mastro : un artigiano qualificato abilitato a gestire un laboratorio e assumere apprendisti. La famiglia dell'artista aveva legami con la nobiltà locale, ma solo da parte di madre di Caravaggio. Il nonno materno, Giovan Giacomo Aratori, era un agrimensore che agiva direttamente come agente di Francesco Sforza I, prestando servizio come testimone legale per la famiglia Sforza e riscuotendo affitti per loro conto. La figlia di Aratori, Margherita, zia materna di Caravaggio, fu balia dei figli di Francesco Sforza I e di sua moglie, Costanza Colonna, marchesa di Caravaggio. Gli Sforza e i Colonna furono tra i più potenti e influenti dinastie nel Italia . Le connessioni di Caravaggio con loro si sarebbero rivelate di vitale importanza per lui in età avanzata. Costanza Colonna, in particolare, sarà un sostegno costante durante i suoi anni più travagliati, dandogli rifugio e proteggendolo dalla giustizia quando era ricercato.



La prima infanzia dell'artista fu divisa tra la sua città natale di Caravaggio e la popolosa città di Milano, dove suo padre aveva una bottega. Nell'estate del 1576 Milano fu colpita da un'epidemia di peste bubbonica. Secondo il censimento parrocchiale della città di quell'anno, l'artista, allora di circa cinque anni, e la sua famiglia risiedevano ancora lì. Nell'autunno dell'anno successivo, e probabilmente prima di allora, erano tornati a Caravaggio per sfuggire alla peste, che aveva raggiunto epidemia proporzioni, che in ultima analisi rappresentano la vita di un quinto della popolazione locale. Ma sono fuggiti invano. Una serie di documenti dell'archivio di Caravaggio registra la morte, nella seconda metà del 1577, del padre di Caravaggio, del nonno e della nonna paterni, e dello zio, Pietro. All'età di sei anni, Caravaggio aveva perso quasi tutti i membri maschi della sua famiglia a causa della peste. Il suo temperamento indisciplinato e focoso e il suo profondo senso di abbandono potrebbero avere origine in quegli eventi traumatici della sua prima infanzia.

Le prove documentali riguardanti il ​​resto dell'infanzia e degli anni formativi di Caravaggio sono scarse. Il 6 aprile 1584, all'età di 12 anni, firmò un contratto di apprendistato con un maestro milanese minore, Simone Peterzano. Ma data l'esperienza di Peterzano in pittura ad affresco , una tecnica che Caravaggio non ha mai padroneggiato, sembra improbabile che abbia pagato più di un rudimentale attenzione ai suoi studi. Le prove così frammentarie suggeriscono una giovinezza sprecata, durante la quale il futuro pittore ha sicuramente padroneggiato l'arte della spada - si sarebbe poi dimostrato un esperto duellante - e si è messo nei guai con la legge.

come è finita la guerra dei cent'anni?