Mezzaluna

Mezzaluna , Arabo Hilal , emblema politico, militare e religioso della bizantino e degli imperi turchi e, più tardi e più in generale, di tutti i paesi islamici.

Mezzaluna

Crescent Una mezzaluna su una torre della moschea Qolsharif, Kazan, Russia. Dmitry Pistrov/Shutterstock.com



La Luna nel suo primo quarto era un religioso simbolo fin dai tempi più antichi e figurava, ad esempio, nel culto della dea del Vicino Oriente Astarte. In seguito divenne il simbolo dell'Impero Bizantino, presumibilmente perché l'improvvisa apparizione della Luna salvò la città di Bisanzio (Costantinopoli) da un attacco a sorpresa. Una volta si pensava che i turchi ottomani adottassero la mezzaluna per le proprie bandiere dopo aver catturato Costantinopoli nel 1453, ma in realtà usavano il simbolo da almeno un secolo prima, poiché appariva sugli stendardi della loro fanteria sotto il sultano Orhan ( c. 1324– c. 1360). In quel caso, tuttavia, la mezzaluna potrebbe essere stata di origine diversa, formata dalla congiunzione base-base di due artigli o corna. Qualunque sia la sua origine, la mezzaluna divenne strettamente associata all'Impero ottomano (apparendo sugli standard militari e navali e sulle cime dei minareti), ai suoi stati successori e al mondo di Islam generalmente. Può essere visto oggi sulle bandiere nazionali di molti paesi in cui l'Islam è predominante, tra cui Algeria, Azerbaigian, Comore, Malesia, Maldive, Mauritania, Pakistan, Tunisia e Turchia; ed è anche nel simbolo del Mezzaluna Rossa , l'equivalente musulmano dell'organizzazione della Croce Rossa.



Nel medievale L'araldica europea la mezzaluna era originariamente un segno di grande onore adottato da molti crociati ritornati, in particolare in Francia.