Storia della Malesia

Estendendosi bene nella zona occidentale dell'arcipelago del sud-est asiatico, il Penisola Malese ha una lunga costituito un collegamento critico tra la terraferma e le isole di Sud-est asiatico . Poiché la stessa Malesia è divisa tra le due regioni, la storia del nazione può essere compreso solo all'interno di una vasta area geografica contesto . Il Stretto di Malacca , separando di poco la penisola dall'arcipelago, è stato crocevia di popoli, culture , e il commercio che attraversa o si radica in entrambe le aree. Influenze dalla Cina, India , il Medio Oriente e, più tardi, l'Europa seguirono il commercio marittimo. Malaysia peninsulare e i due stati della Malaysia orientale, Sarawak e Sabah, hanno condiviso molti modelli storici, ma ogni regione si è anche sviluppata in modi unici.

La preistoria e l'ascesa degli stati indianizzati

La preistoria della Malesia rimane insufficientemente studiata, ma ossa e artefatto scoperte nel sito della grotta di Niah nel nord del Sarawak confermano che l'area era già abitata da Homo sapiens circa 40.000 anni fa. Il vasto complesso di grotte contiene resti che non solo indicano un quasi ininterrotto successione di visite e occupazioni umane, ma racconta anche l'evoluzione degli strumenti di pietra fino a circa 1.300 anni fa. La Malesia peninsulare è stata abitata per almeno 6.000 anni, gli archeologi hanno portato alla luce prove dell'età della pietra e delle prime civiltà dell'età del bronzo; Neolitico cultura era apparentemente ben consolidato dal 2500 al 1500bce. I primi studi storici postularono che ondate successive di popoli, antenati dei malesi contemporanei, migrarono nella regione dalla Cina e dal Tibet durante il I millenniobce, spingendo i primi abitanti nel Pacifico occidentale o in remote enclavi montuose. Più recentemente è stato suggerito che la migrazione verso sud fosse costituita da piccoli gruppi che hanno imposto la loro cultura e lingua e creato nuove fusioni etniche.



su quale fiume è stata costruita Roma?

Piccoli regni malesi apparvero nel II o III secoloQuesto, un'epoca in cui commercianti e sacerdoti indiani iniziarono a percorrere le rotte marittime, portando con sé concetti indiani di religione, governo e arti. Per molti secoli i popoli della regione, in particolare quelli all'interno delle corti reali, hanno sintetizzato indiani e indigeno idee, facendo un uso selettivo di modelli indiani, tra cui induismo e Mahayana buddismo — nel plasmare i loro modelli politici e culturali. Il complesso più significativo di rovine di templi indianizzati è stato trovato intorno a Kedah Peak nella Malesia peninsulare nordoccidentale.



Perché la penisola e il nord Borneo entrambi mancavano di vaste e fertili pianure, non erano in grado di sostenere le alte densità di popolazione che furono alla base di altre più potenti civiltà del sud-est asiatico, come quelle che fiorirono sull'isola di Giava e sulla terraferma in quella che oggi è la Cambogia. Tuttavia, una scarsa documentazione, principalmente da fonti scritte cinesi, suggerisce che forse 30 piccoli stati indianizzati sorsero e caddero in Malesia, la regione malese della penisola, durante il I millennio.Questo. Il più importante di questi stati, Langkasuka, controllava gran parte della parte settentrionale della regione.

La Malesia ha sviluppato una reputazione internazionale, sia come fonte d'oro che credere e come dimora di rinomati marinai; man mano che la sua reputazione cresceva, tuttavia, la Malesia fu sempre più esposta (o soggetta) alle influenze culturali delle potenze circostanti. Tra il VII e il XIII secolo molti dei piccoli e spesso prosperi stati mercantili marittimi della regione finirono probabilmente sotto il vago controllo di Srivijaya , il grande impero indianizzato con sede a Sumatra . In varie epoche, altre potenze indianizzate del sud-est asiatico, incluso l'impero Khmer (cambogiano) con sede ad Angkor , il regno Tai di Ayutthaya e il Impero Majapahit centrato nella parte orientale di Giava, rivendicava anche la sovranità nella regione. Queste prime forze culturali in Malesia hanno lasciato da vivere eredità , le cui tracce sono ancora evidenti nelle idee politiche, nelle strutture sociali, nei rituali, nella lingua, nelle arti e in altre tradizioni dei musulmani malesi.



cosa significa soluzione in chimica?

Sebbene lo sviluppo fosse più lento nel nord più remoto e meno fertile fertile Borneo , l'area che è ora Sarawak era entrato nell'età del ferro daQuesto600. Gli scavi archeologici nel delta del fiume Sarawak hanno rivelato molte prove non solo della prima lavorazione del ferro, ma anche di un vasto commercio con la Cina e il continente asiatico sudorientale. Le popolazioni locali offrivano nidi di uccelli commestibili, corna di rinoceronte, avorio di bucero (dal casque in cima al becco dell'uccello), canfora, spezie, legno e altri beni in cambio di ceramiche cinesi, metallo e probabilmente vestiti. Nel frattempo, i costruttori di barche neolitiche lungo la costa orientale dell'attuale Sabah erano coinvolti in un vasto commercio interregionale; i popoli marinari della zona chiamavano il territorio la terra al di sotto del vento perché si trovava a sud della fascia dei cicloni tropicali (tifoni).