In che modo i programmi eugenetici americani hanno ispirato i nazisti

“Oggi c'è uno stato in cui si notano almeno deboli inizi verso una migliore concezione. Ovviamente non è la nostra Repubblica tedesca modello, ma l'Unione americana. - Adolf Hitler

Programma eugenetico americano

Società filosofica americana / WikimediaI vincitori di un concorso Fitter Family si trovano fuori dall'Eugenics Building alla Kansas Free Fair a Topeka, KS, dove le famiglie sono registrate per i concorsi giudicando quale famiglia aveva più probabilità di produrre buoni bambini.

Nel 1942, un assistente sociale della Carolina del Nord ha incarcerato la quattordicenne Virginia Brooks alla custodia statale. Brooks non aveva idea di cosa il governo avesse in serbo per lei.



Temporaneamente collocata in un condominio che fungeva anche da ospedale statale, le autorità hanno detto a Brooks che avrebbe dovuto rimuovere la sua appendice. Invece, i medici le hanno fatto un'isterectomia radicale e le hanno detto che non avrebbe mai potuto avere figli.



Con questo atto di mutilazione medica, che la legge della Carolina del Nord all'epoca sanzionò, Brooks divenne uno degli oltre 7.600 giovani nel suo stato da solo - e più di 60.000 a livello nazionale - sterilizzati secondo le politiche eugenetiche degli Stati Uniti.

Queste politiche hanno funzionato per decenni negli Stati Uniti, e anche dopo che la Corte Suprema ha esaminato i casi che ne derivavano. Tra la prima guerra mondiale e l'inizio degli anni '70, circa 32 stati hanno approvato leggi che limitano i diritti dei cittadini di avere figli, prendendo di mira in modo specifico le minoranze razziali ed etniche e i poveri.



La teoria dell'eugenetica

La fine del XIX secolo portò a una maggiore comprensione scientifica dell'ereditarietà e dell'allevamento selettivo, e molti pensatori iniziarono a chiedersi se gli stessi principi utilizzati dagli agricoltori per allevare un buon stock potessero essere applicati anche agli esseri umani.

L'idea prese il volo, ei fautori delle nuove società 'eugenetiche' (il nome significa 'buona educazione') si affrettarono a rivendicare il mantello della scienza oggettiva nella loro ricerca di progettare una società di esseri umani avanzati.

Naturalmente, questi esseri umani 'potenziati' spesso riflettevano l'aspetto di coloro che chiedevano l'eugenetica in primo luogo. Tendevano ad essere bianchi e quasi sempre avevano un successo finanziario.



Famiglie di vecchi soldi dall'Europa e dal Nord America si consideravano l'apice della razza umana, e così iniziarono a versare milioni di dollari negli sforzi internazionali per promuovere il buon allevamento e per ridurre quella che chiamavano 'la moltiplicazione dei non idonei'.

I piani per raggiungere questo obiettivo variavano a seconda dei climi legali nelle diverse nazioni.

Alcuni piani si concentravano sull ''eugenetica positiva', che premiava i genitori favoriti per aver avuto figli. Altri hanno proposto 'eugenetica negativa', un termine generico che copriva qualsiasi cosa, dall'astinenza volontaria e dai programmi di sterilizzazione alle deportazioni forzate e agli omicidi di massa.



L'ironia è che tutto è iniziato con buone intenzioni.

I primi giorni di eugenetica

Illustrazione dell

Wikimedia Commons



L'idea che alcune persone semplicemente ingombrino la Terra non è nuova. Dopotutto, alcuni dicono che gli antichi greci abbandonassero i bambini deboli in natura, per timore che crescessero fino a diventare un peso per lo stato.

In tempi più moderni, già nel 1798, scrisse un ecclesiastico anglicano di nome Robert Malthus Un saggio sui principi della popolazione , in cui ha sostenuto a favore delle famigerate leggi irlandesi sul mais. Queste leggi imposte sulla fame, sosteneva Malthus, potrebbero avere un effetto salutare sui contadini irlandesi eliminando la popolazione in eccesso.

Senza le leggi, ha sostenuto, gli irlandesi si sarebbero riprodotti oltre ogni misura e avrebbero causato una catastrofe più grande lungo la strada. I potenti giocatori dell'Impero britannico hanno preso sul serio questa linea di ragionamento per mezzo secolo e non hanno abrogato le leggi che proibivano l'importazione di cibo in Irlanda fino agli anni della carestia mortale del 1840.

Sebbene la parola 'eugenetica' non fosse ancora stata coniata, i principi erano chiaramente visibili nella politica britannica nei confronti dell'Irlanda: negare il cibo, lasciare che la carestia uccida centinaia di migliaia di persone e cancellarlo come effetto naturale di una popolazione sovradimensionata di umani inadatti .

L'era 'scientifica' dell'eugenetica iniziò poco dopo la pubblicazione del 1859 di Charles Darwin Origine delle specie . È importante sottolineare che Darwin non si è mai associato alla 'buona eugenetica', né è noto che abbia avuto una parola gentile da dire sull'applicazione della sopravvivenza dei principi più adatti agli esseri umani. Se non altro, l'acuta intuizione di Darwin sulla morte e la miseria selezione naturale imposta alla natura potrebbe averlo reso esitante a sostenere qualcosa di simile per le persone.

Darwin morì nel 1882. Un anno dopo, il cugino di Darwin, Francis Galton, coniò il termine 'eugenetica' e iniziò a fare proselitismo nella nuova fede. Nel 1910, i professori insegnavano l'eugenetica come disciplina accademica in decine di università e gruppi di azione politica ben finanziati erano sorti per spingere la legislazione in una direzione che incoraggiasse l'eugenetica. In generale, ci sono riusciti.

'Tre generazioni di imbecilli'

Protesta eugenetica

Wikimedia Commons

La British Eugenics Society prese vita nel 1907 e iniziò a ospitare simposi internazionali sul miglioramento della 'linea germinale' umana. La Società mirava a eliminare le disabilità congenite, fisiche e psicologiche, ridurre la criminalità e promuovere popolazioni umane 'migliorate'. I tratti che contavano come miglioramenti rimasero in gran parte non detti; presumibilmente erano tutte le caratteristiche possedute dagli inglesi della classe alta.

Ovunque operassero le società eugenetiche, riuscirono a reclutare sostegno dalle istituzioni. In Inghilterra, la Società ha fatto appello al clero e ai leader industriali; in America, l'approccio più produttivo era attraverso la politica e il razzismo. Nel 1921, l'American Society si era formata e rapidamente ottenne leggi restrittive contro l'incrocio di razze in diversi stati.

Tuttavia, si svilupparono alcune forme di resistenza. Immediatamente dopo la prima guerra mondiale, l'amministrazione Wilson ha lavorato per separare il ramo esecutivo del governo, e con grande successo.

Il procuratore generale, A. Mitchell Palmer, trascorse il 1919 e il 1920 perseguitando vigorosamente i leader sindacali come Eugene Debs. In risposta, diversi gruppi per i diritti civili si sono uniti per formare l'American Civil Liberties Union (ACLU), con l'obiettivo esplicito di utilizzare il sistema giudiziario per forzare la resa dei conti sui diritti civili.

Uno dei primi casi che hanno affrontato è stato Buck contro Bell , che la Corte Suprema ascoltò nel 1927.

Carrie Buck

Università della VirginiaCarrie Buck (a sinistra), con sua madre.

I dettagli di Buck contro Bell caso erano abbastanza semplici. Carrie Buck, la cui madre non sposata è stata ricoverata in un manicomio mentre Buck era un adolescente, è stata incarcerata in custodia di una famiglia affidataria nella sua nativa Virginia. Quando la minorenne Carrie Buck è rimasta incinta, non ha potuto dire se il bambino apparteneva al padre adottivo o al fratello adottivo, ma ha denunciato l'abuso al suo assistente sociale.

quante persone sono morte nella peste nera

Invece di sporgere denuncia contro la famiglia che aveva accolto Buck (e poi violentata), lo stato ha rinviato la ragazza a un ospedale statale. Mentre era lì, il direttore diede a Buck una scelta: poteva lasciare l'ospedale se avesse accettato la sterilizzazione, oppure avrebbe potuto rinunciare al suo bambino e languire nella struttura per sempre. In contatto con l'ACLU, Buck fece causa.

Quando il caso arrivò alla Corte Suprema, la posta in gioco era se lo stato avesse un interesse a regolamentare la riproduzione che eccedesse i diritti di riproduzione dei cittadini 'deboli di mente'.

Dopo aver ascoltato il caso, nientemeno che il giudice Oliver Wendell Holmes ha emesso la decisione 8-1 che i diritti della 'promiscua' Carrie Buck erano subordinati al diritto della Virginia di limitare l'allevamento tra i non idonei, e che la sterilizzazione obbligatoria e coatta non viola il Quattordicesimo Emendamento .

Per citare direttamente l'opinione della maggioranza, che Holmes stesso ha scritto:

Abbiamo visto più di una volta che il benessere pubblico può fare appello ai migliori cittadini per la loro vita. Sarebbe strano se non potesse invocare coloro che già fiaccano le forze dello Stato per questi sacrifici minori, spesso non sentiti tali dagli interessati, per evitare di essere sommersi dall'incompetenza. È meglio per tutto il mondo, se invece di aspettare di giustiziare la prole degenerata per crimine, o di lasciarli morire di fame per la loro imbecillità, la società può impedire a coloro che sono manifestamente inadatti di continuare la loro specie. Il principio che sostiene la vaccinazione obbligatoria è abbastanza ampio da coprire il taglio delle tube di Falloppio.

Holmes ha concluso con l'opinione che 'tre generazioni di imbecilli sono sufficienti'.

Ad oggi, la Corte Suprema non ha mai annullato definitivamente questa sentenza, e rimane il precedente dominante, sebbene la legge eugenetica della Virginia sia stata abrogata nel 1974. Per inciso, nessuna prova mostra che la madre di Carrie Buck fosse effettivamente pazza, né Buck ha mai dimostrato lei stessa instabilità mentale. .

Lo scopo del progetto americano

Certificato di Eugenetica

Collezione Robert Bogdan

La sfortuna di Carrie Buck è stata solo una goccia nell'oceano. Entro la metà degli anni '30, 32 stati avevano leggi sui libri che regolavano i diritti riproduttivi dei residenti. Alcuni hanno adottato una linea 'morbida' e hanno messo fuorilegge la mescolanza razziale, mentre altri hanno autorizzato i dipendenti pubblici a radunare i bambini ed eseguire procedure chirurgiche invasive con diversi livelli di consenso.

Ad alcuni, come Virginia Brooks, è stato mentito su ciò che veniva fatto. Altri sono stati portati via dalle loro famiglie e hanno detto che non potevano tornare a casa a meno che non 'acconsentissero' a una legatura delle tube, un'isterectomia o una vasectomia. La sola California ha effettuato circa 20.000 sterilizzazioni forzate tra il 1909 e gli anni '60.

Nel 1942, lo stesso anno in cui il governo della Carolina del Nord sterilizzò Brooks, la Corte Suprema rivisitò la questione. In un caso dell'Oklahoma, la Corte si è pronunciata contro la sterilizzazione dei criminali incarcerati per motivi di Equal Protection.

Questo non ha invertito il caso Buck del 1927, ma lo ha ampliato. La Corte ha affermato che l'Oklahoma non poteva sterilizzare arbitrariamente i criminali violenti ... a meno che non sterilizzasse anche i criminali dei colletti bianchi.

Altri stati se ne accorsero e ampliarono i loro programmi di conseguenza. Nella Carolina del Nord, probabilmente il più aggressivo promotore dell'eugenetica, gli assistenti sociali dovevano solo portare gli individui (spesso residenti neri e ispanici, o montanari bianchi) davanti a un consiglio e dimostrare che l'individuo aveva un QI inferiore a 70. I consigli di amministrazione non hanno quasi mai rifiutato una proposta di sterilizzazione.

Germania

Eugenetica Propaganda tedesca

4 Archivio

Per tutti gli anni '20 e '30, gli eugenetisti europei invidiarono il successo delle loro controparti americane.

I paesi europei, con una lunga storia e pesanti norme culturali da superare, si sono dimostrati inizialmente resistenti all'eugenetica. Anche la Chiesa cattolica ha presentato un'obiezione alle leggi proposte; non perché violasse i diritti delle persone, ma perché la contraccezione chirurgica non fa nulla per limitare la promiscuità e altri peccati.

In questo clima, ci vorrebbe un drammatico sconvolgimento per cambiare l'approccio trascinante dell'Europa al controllo statale sui mezzi di riproduzione.

Proprio quel tipo di sconvolgimento avvenne nel 1933, quando il partito nazista salì al potere in Germania. Nei successivi 12 anni, il Terzo Reich avrebbe imposto un regime così brutale di manipolazione sociale eugenetica che persino i più fedeli sostenitori dell'eugenetica all'estero avrebbero fermato le loro operazioni.

Lebensborn Nursery

Wikimedia CommonsUna clinica tedesca Lebensborn, dove sarebbe stato allevato il futuro della razza ariana.

Il flirt della Germania nazista con l'eugenetica iniziò con una serie di leggi del 1933 che escludevano gli ebrei dal commercio, dalle professioni e dal servizio civile. Alla fine, queste politiche avrebbero dato i loro frutti nelle leggi di Norimberga del 1935, che hanno reso un reato penale per i tedeschi sposare ebrei o avere figli. Le coppie che desiderano sposarsi dovrebbero presentare un documento d'identità valido e giurare sotto giuramento di essere ariani puri.

Il Reich non consentì i cambi di nome, anche se richiedevano che tutti gli uomini ebrei prendessero il secondo nome 'Israele' e le donne ebree 'Sarah'. Hanno anche deportato migliaia di immigrati polacchi, molti dei quali ebrei, dal territorio del Reich.

Qualche volta nel 1938, un organizzatore nazista regionale inviò una lettera all'ufficio della Cancelleria del Reich di Hitler. Nella lettera, l'uomo si lamentava del fatto che il figlio fisicamente disabile gravava sulla sua famiglia e aveva chiesto che il ragazzo fosse 'soppresso'. Hitler passò la richiesta al proprio medico (che in seguito sarebbe stato giustiziato per crimini di guerra) e fece uccidere il bambino con un'iniezione letale.

Questo ha innescato una nuova industria in Germania praticamente dall'oggi al domani. Percependo la volontà del Fuhrer, il Partito ha aperto un ufficio al 4 Tiergartenstrasse a Berlino, da cui prende il nome il programma T-4.

Alla fine, ogni nato vivo in Germania richiedeva che il medico curante o l'ostetrica compilassero un modulo annotando qualsiasi apparente disabilità fisica o mentale nel bambino. Se ne apparissero, avrebbero segnato l'angolo del modulo con una croce. Un secondo medico avrebbe quindi esaminato i documenti e approvato il trasferimento del bambino in una mezza dozzina di centri speciali di uccisione e ne avrebbe posto fine alla sua vita.

Anche i bambini più grandi, gli adulti disabili e gli anziani sono stati coinvolti nel progetto. I nazisti avrebbero portato i sudditi alle strutture, dove avrebbero ricevuto abiti di carta da indossare durante il loro 'spudoramento'. Dopo che i nazisti avevano sigillato le docce, avrebbero pompato monossido di carbonio per ucciderli.

Alla fine la notizia del programma è trapelata e l'opposizione della Chiesa ha costretto a porre fine alle uccisioni nel 1941, dopo che forse 60.000 persone erano morte.

L'eugenetica nazista, tuttavia, non fu solo omicidio di massa. Se una ragazza aveva un background razziale privilegiato, i nazisti la autorizzavano a partecipare al programma Lebensborn, che il leader delle SS Heinrich Himmler descrisse come il più vicino al suo cuore. Le ragazze Lebensborn avevano uno scopo: riprodursi.

Gli amministratori del programma avrebbero organizzato grandi eventi per migliaia di ragazze tedesche per incontrare soldati e uomini delle SS e organizzare convivenze temporanee al fine di mettere incinta le ragazze. Himmler fece di tutto per soffocare le voci secondo cui il progetto era un bordello, proibendo persino agli uomini delle SS di visitare le ragazze nelle grandi tenute che le SS avevano preso per ospitarle.

Durante la guerra, non importa quanto fossero brutte le cose per i civili, le ragazze delle case Lebensborn avevano sempre cibo fresco e vita facile. Le giovani madri potevano decidere da sole se allevare i loro bambini da sole o affidarli agli orfanotrofi statali.

In tutto, il programma Lebensborn potrebbe aver prodotto circa 25.000 bambini. Dopo la guerra, questi bambini e le loro madri 'collaboratrici' furono oggetto di brutali ritorsioni, spingendo molti - tra cui Anni-Frid Lyngstad degli ABBA, la cui madre era norvegese e suo padre nella Wehrmacht - a fuggire in Svezia.

Discredito e disprezzo

Programma eugenetica nazista

cosa ha portato alla formazione del partito del non sapere

La vendetta che le persone occupate si sono prese sui bambini nati di Lebens indica il disgusto generale che il mondo ha provato per l'eugenetica dopo la seconda guerra mondiale.

Improvvisamente, con immagini di campi di concentramento come Dachau impresse nel cervello delle persone, è diventato estremamente pericoloso promuovere il controllo della riproduzione o progetti di ingegneria sociale. Le persone potenti che avevano trascorso gli anni '30 a cantare per la sterilizzazione si trovarono improvvisamente di fronte a storie dell'orrore di slavi ed ebrei le cui ovaie erano state strappate e uomini i cui testicoli erano stati fritti con i raggi X.

Durante la notte, senza clamore, le varie società eugenetiche si piegarono e se ne andarono. Gli stati hanno gradualmente abrogato le loro leggi sulla sterilizzazione e la Corte Suprema ha spazzato via i rimanenti codici anti-meticciato con la sua sentenza del 1967 Amorevole v. Virginia .

Per inciso, l'eugenetica potrebbe ancora avere un po 'di vita in essa.

In realtà, la ricerca scientifica ha identificato singoli geni e complessi genici alla base di disturbi congeniti identificabili, dalla sordità o dalla malattia di Huntington alle predisposizioni genetiche verso alcuni tipi di cancro. La manipolazione diretta dei geni è sempre più conveniente e la prospettiva di ' neonati designer 'È nella mente del pubblico da anni.

Se l'eugenetica tornerà, probabilmente sarà al guinzaglio un po 'più stretto rispetto alla prima volta.


Quindi, leggi i 30 anni esperimenti sulle radiazioni umane condotti dal governo degli Stati Uniti sul proprio popolo . Quindi, scopri quattro dei più malvagi esperimenti scientifici mai eseguiti .