Come i nazisti usarono il crimine di un adolescente ebreo chiamato Herschel Grynszpan come scusa per l'Olocausto

Giorni dopo aver appreso che la sua famiglia era stata spedita in un campo profughi accanto ad altri 12.000 ebrei, il diciassettenne Herschel Grynszpan ha comprato una pistola e si è intrufolato nell'ambasciata tedesca a Parigi.

Herschel Grynszpan

Foto della poliziaLa foto di prenotazione di Herschel Grynszpan scattata dopo essere stato arrestato per aver ucciso il diplomatico tedesco Ernst vom Rath a Parigi il 7 novembre 1938, che ha scatenato il pogrom nazista della Kristallnacht contro gli ebrei tedeschi diversi giorni dopo.

Herschel Grynszpan era solo un adolescente arrabbiato in una situazione disperata, ma il suo unico atto di violenza nel 1938 ha istigato la notte in gran parte ritenuta come l'inizio dell'Olocausto.



Quando Grynszpan uccise il diplomatico tedesco Ernst vom Rath a Parigi il 7 novembre 1938, i nazisti usarono l'atto di rabbia di questo giovane ebreo come scusa per scatenare la loro stessa brutalità. Due giorni dopo, i nazisti istigarono il pogrom nazionale contro gli ebrei tedeschi noti come Kristallnacht . Gli attacchi si sono conclusi con la distruzione di circa 7.000 aziende ebraiche e di circa 30.000 uomini ebrei inviati nei campi di concentramento.



Ma per quanto riguarda Herschel Grynszpan, il diciassettenne il cui crimine ha messo in moto le ruote della storia, il suo destino rimane in gran parte avvolto nel mistero. Questa è la sua tragica storia.

Herschel Grynszpan: un ragazzo nato in esilio

Herschel Feibel Grynszpan ha affermato che tutto ciò che ha sempre voluto essere era un vendicatore per il suo popolo.



Era nato ad Hannover, in Germania, da una famiglia di quelli che allora venivano chiamati Ostjuden o 'ebrei orientali'. Erano persone della classe lavoratrice con un'istruzione limitata e hanno subito tanto disprezzo dagli ebrei dell'Europa occidentale quanto dagli antisemiti.

I suoi genitori, Zindel e Rivka, fuggirono da Radomsko, in Polonia, nel 1911, in parte perché la Germania era considerata più illuminata nel trattamento degli ebrei in quel momento.

Herschel Grynszpan in custodia

Wikimedia CommonsSubito dopo l'arresto di Grynszpan in Francia, il suo caso ha provocato ondate d'urto in tutta la Germania.



Grynszpan era un ragazzo magro, aveva un carattere irascibile ed era spesso sospeso da scuola per i suoi numerosi litigi. Non andava mai bene a scuola né aveva un talento particolare per un mestiere, ma aveva una mente veloce e un buon occhio per le persone.

La Repubblica di Weimar in cui nacque morì con l'ascesa del partito nazista nel 1933 e dopo aver lottato per diversi anni sotto il regime oppressivo, Grynszpan, con il sostegno dei suoi genitori, prese la prima fatidica decisione della sua vita: fuggire a Parigi.

Il fatale omicidio di Ernst Vom Rath

Ernst Vom Rath

Wikimedia CommonsErnst vom Rath, il diplomatico a cui Herschel Grynszpan ha sparato.



Dopo aver viaggiato per diversi mesi attraverso il Belgio e i Paesi Bassi, Grynszpan attraversò il confine francese nel 1936 e si unì a suo zio Abraham a Parigi. In poco tempo, aveva chiarito che non aveva alcun interesse per il mestiere di sarto di suo zio e invece aveva un forte appetito per i bar, i caffè e le strade calde della capitale francese.

Ma mentre si stava godendo la sua giovinezza a Parigi, la sua famiglia ad Hannover ha sofferto ogni giorno per mano dei nazisti. Nel 1938, i suoi genitori e fratelli, insieme ad altri 12.000 ebrei residenti in Germania, furono portati forzatamente in un campo profughi in Polonia con cibo e servizi igienici inadeguati. Grynszpan poteva solo guardare, impotente, dall'estero.



I suoi genitori avrebbero scritto a lui chiedendo aiuto e poi una notte di novembre, il diciassettenne ha acquistato un revolver a cinque colpi per 245 franchi. Il giorno dopo si recò all'ambasciata tedesca di Parigi, le sue intenzioni erano note solo a lui.

Nel disperato tentativo di vendicare la sua famiglia, Grynszpan si è avvicinato con calma alla reception e ha chiesto di parlare con un membro dell'ambasciata di un documento segreto di grande valore che era disposto a divulgare. È stato mostrato all'ufficio di Ernst vom Rath, un diplomatico di 29 anni. Non appena vom Rath ha chiesto di vedere il suo documento segreto, Grynszpan si è alzato e, secondo quanto riferito, ha detto:

'Sei uno sporco boche [insulto per i tedeschi] e in nome di dodicimila ebrei perseguitati, ecco il documento!'

da dove viene la parola pasqua?

Detto questo, ha sparato tutti e cinque i proiettili a vom Rath, colpendolo due volte. Il cartellino del prezzo della pistola penzolava ancora dal grilletto.

Come i nazisti hanno approfittato del caso di Herschel Grynszpan e hanno dato inizio alla Notte dei Cristalli

Herschel Grynszpan con la polizia

AFP tramite Getty ImagesHerschel Grynszpan si copre il viso mentre è scortato dai poliziotti in tribunale a Parigi.

Fino ad oggi, nessuno sa esattamente perché Herschel Grynszpan abbia scelto di sparare a Ernst vom Rath, che era aggrappato alla vita dopo l'incidente. Il giovane era senza dubbio frustrato dagli abusi dei nazisti nei confronti della sua famiglia e del suo popolo, ed è andato all'ambasciata alla ricerca della persona più anziana che poteva trovare per vendicarsi di loro. In realtà era passato inconsapevolmente dal più alto funzionario dell'ambasciata mentre si recava nell'edificio, ma l'uomo stava uscendo e gli è stato risparmiato il destino vom Rath ha finito per soffrire invece.

La polizia francese ha prontamente arrestato Grynszpan e lo ha intervistato mentre vom Rath era ricoverato in ospedale. Il fatto che fosse ancora vivo era l'unica cosa che tratteneva Grynszpan da un'accusa di omicidio.

A Berlino, Adolf Hitler e la sua cerchia ristretta trovarono rapidamente un modo per trarre vantaggio dall'incidente. Hitler mandò persino il suo medico personale a Parigi per curare il diplomatico ferito. Ogni dettaglio delle ricadute dell'incidente è stato registrato e archiviato per valore propagandistico.

La notte del 9 novembre, vom Rath morì per le ferite e la brutale risposta dei nazisti arrivò subito dopo. L'odio e l'umiliazione sistematici a cui i nazisti avevano sottoposto gli ebrei tedeschi raggiunsero quasi immediatamente nuove vette.

A Monaco, il ministro della propaganda nazista Joseph Goebbels ha tenuto un discorso velenoso in cui ha incolpato tutti gli ebrei europei per l'omicidio. Quindi, i nazisti iniziarono un piano per un attacco di massa alle case, alle imprese e agli spazi sociali degli ebrei in tutta la Germania.

Grynszpan nasconde il suo volto

ullstein bild / ullstein bild tramite Getty ImagesHerschel Grynszpan è scomparso dal record storico nel 1942 e il suo destino rimane incerto.

I leader nazisti stavano già cercando una scusa per spogliare gli ebrei tedeschi dei loro diritti, libertà, mezzi di sussistenza e persino delle loro vite. L'atto di Grynszpan aveva solo rivelato il volto sottilmente velato della violenza nazista.

Dal 9 novembre fino al giorno successivo, un numero incalcolabile di ebrei morì o fu assassinato da bande di antisemiti in rivolta, circa 7.000 aziende e sinagoghe ebraiche furono danneggiate o distrutte e 30.000 uomini ebrei furono deportati nei campi di concentramento.

Quelle violente 24 ore divennero note come Kristallnacht , 'La notte dei vetri rotti' e la famosa salva di apertura dell'Olocausto.

Uno spettacolare dramma legale non va da nessuna parte

Oggetti della sinagoga che bruciano durante la Kristllnacht

Immagini belle arti / Immagini del patrimonio / Getty ImagesGli arredi e gli oggetti rituali della sinagoga di Mosbach bruciano nella piazza del paese durante la Kristallnacht.

Nel frattempo, a Parigi, Herschel Grynszpan ha ricevuto un fondo per la difesa legale dalla giornalista americana Dorothy Thompson in attesa del processo. Il suo team legale era guidato dal famoso avvocato corso Vincent de Moro-Giafferi, che ai suoi tempi era ampiamente considerato un brillante avvocato e oratore.

Tuttavia, i nazisti pubblicarono opuscoli odiosi e i tribunali francesi trascinarono i piedi mentre Grynszpan affrontò le ire dei tedeschi sia ebrei che non ebrei.

Moro-Giafferi proposto che inquadrano il caso come un crimine passionale. Oltre agli ebrei, i nazisti odiavano anche gli omosessuali, e se Grynszpan avesse affermato che vom Rath era stato un suo amante infedele, allora i tedeschi si sarebbero sentiti obbligati a buttare via il caso per evitare l'umiliazione.

Grynszpan dopo il suo arresto

Wikimedia CommonsGrynszpan in custodia subito dopo il suo arresto,

Tuttavia, Hitler e la sua cerchia ristretta avevano sperato di rendere un circo mediatico il processo contro 'l'ebreo Grynszpan' e, in preparazione, Grynszpan fu persino interrogato personalmente dal cosiddetto architetto dell'Olocausto, Adolf Eichmann.

Alla fine, il processo era finito prima ancora che fosse iniziato. Il procedimento giudiziario, che ha affascinato milioni di ascoltatori radiofonici e lettori di giornali, è stato interrotto dall'invasione della Francia nel 1940.

Di conseguenza, Grynszpan fu trasferito nel campo di concentramento di Sachsenhausen fuori Berlino, dove si ritiene sia morto. Non ci sono documenti ufficiali su di lui dopo il settembre 1942.

Voci sulla sopravvivenza di Grynszpan

Si dice che l

Museo ebraico di ViennaLo storico tedesco che si è imbattuto in questa fotografia del 1946 insiste sul fatto che si tratta di Grynszpan.

I genitori di Herschel Grynszpan riuscirono a sopravvivere all'Olocausto e si trasferirono in Israele nel 1948. Dichiararono Grynszpan legalmente morto nel 1960.

Ma nel 2016 è emersa una foto del 1946 che alcuni esperti sostenevano essere di Grynszpan in Palestina.

'Non c'è dubbio che questo sia Herschel Grynszpan', ha detto lo storico e giornalista tedesco Armin Fuhrer, che ha scoperto la fotografia Il guardiano .

'Sicuramente solleva più domande che risposte', ha aggiunto Fuhrer. 'Non da ultimo cosa ha fatto con il resto della sua vita, e forse ancora più importante, come è riuscito a sopravvivere ai nazisti?'

La storia di Grynszpan ha sicuramente suscitato una generosa quantità di speculazioni. Sebbene lo stesso Grynszpan affermasse di aver agito da solo per conto del suo popolo, altri hanno ipotizzato che forse fu costretto dai nazisti a dare loro un motivo per iniziare a perseguitare gli ebrei in massa.

La sopravvivenza di Grynszpan potrebbe significare che un catalizzatore per uno dei genocidi più raccapriccianti della storia è andato avanti nonostante l'intera forza del fascismo che cercava di distruggerlo.


Dopo aver appreso di Herschel Grynszpan, guarda alcuni dei più potenti foto scattate durante l'Olocausto . Quindi, scopri gli orrori di ricerche che i nazisti hanno svolto sui loro prigionieri .