Hyderabad

Hyderabad , città, stato di Telangana, centro-sud India . È la città più grande e popolosa di Telangana ed è il principale centro urbano per tutto l'interno dell'India centro-meridionale. Dal 1956 al 2014 Hyderabad è stata la capitale dello stato dell'Andhra Pradesh, ma, con la creazione di Telangana dall'Andhra Pradesh nel 2014, è stata ridisegnata come capitale di entrambi gli stati.

Charminar, Hyderabad, Telangana, India

Charminar, Hyderabad, Telangana, India Il Charminar nella città vecchia di Hyderabad, Telangana, India. L. Werner/Superstock



Hyderabad, India

Hyderabad, India Hyderabad, India. Enciclopedia Britannica, Inc.



Hyderabad si trova sul fiume Musi nel cuore dell'altopiano di Telangana, un'importante regione montuosa del Deccan (India peninsulare). Il sito della città è relativamente pianeggiante rispetto al terreno dolcemente ondulato, ad un'altitudine di circa 1.600 piedi (500 metri). Il clima è da caldo a caldo e monsonico (cioè caratterizzato da periodi umidi e secchi), con moderate precipitazioni annuali. La maggior parte delle piogge cade durante i mesi piovosi dei monsoni da giugno a ottobre. Pop. (2001) città (distretto), 3.829.753; agglomerato urbano, 5.742.036; (2011) città (distretto), 3.943.323; agglomerato urbano, 7.677.018.

Storia

Hyderabad fu fondata dai sultani Quṭb Shāhī di Golconda, sotto i quali il regno di Golconda raggiunse una posizione di importanza seconda solo a quella dell'Impero Mughal a nord. L'antica città fortezza di Golconda si era rivelata inadeguata come capitale del regno, e così intorno al 1591 Muḥammad Qulī Quṭb Shah, il quinto dei Quṭb Shah, costruì una nuova città chiamata Hyderabad sulla riva orientale del fiume Musi, a breve distanza dal vecchio Golconda. Il Charminar, un grande architettonico composizione in stile indo-saraceno con archi aperti e quattro minareti, è considerata la suprema conquista del periodo Quṭb Shāhī. Ha costituito il fulcro attorno al quale è stata pianificata la città. La Moschea della Mecca, costruita in seguito, può ospitare 10.000 persone. La moschea è stata il luogo di un attentato dinamitardo nel 2007 che ha ucciso diversi musulmani e ferito molti altri. L'incidente ha aggravato le tensioni tra musulmani e indù nella città, che ha sperimentato periodiche esplosioni di violenza nel corso degli anni.



Forte di Golconda, Telangana, India

Forte Golconda, Telangana, India Il Forte Golconda, Telangana, India del XVI secolo, costruito durante la dinastia Quṭb Shāhī (1518–1687). SNEHIT/Shutterstock.com

Hyderabad: tomba di Muhammad Quṭb Shah

Hyderabad: tomba di Muḥammad Quṭb Shah Tomba di Muḥammad Quṭb Shah, il sesto sovrano della dinastia Quṭb Shāhī, Hyderabad, Telangana, India. J.M. Garg

quali sono le funzioni delle radici?

Hyderabad era nota per la sua bellezza e ricchezza, ma quella gloria durò solo fino alla dinastia Quṭb Shāhī. I Mughal conquistarono Hyderabad nel 1685. L'occupazione Mughal fu accompagnata da saccheggi e distruzioni e fu seguita dall'intervento delle potenze europee negli affari indiani. Nel 1724 Āṣaf Jāh Nizam al-Mulk, il viceré Mughal nel Deccan, dichiarò l'indipendenza. Quel regno del Deccan, con Hyderabad come capitale, divenne noto come lo stato principesco di Hyderabad. I Āṣaf Jāhīs, nel corso del XIX secolo, iniziarono a ricostruire, espandendosi a nord della città vecchia attraverso i Musi. Più a nord, Secunderabad crebbe come un cantone britannico (impianto militare), collegato a Hyderabad da un diga (argine) lungo 1,6 km sul lago Husain Sagar. Il bund ora funge da passeggiata ed è l'orgoglio della città. Molte nuove strutture, che riflettono una bella miscela di stili indù e musulmani, sono state aggiunte lungo di essa.



Sotto i nizam convivono le popolazioni indù e musulmana, anche se non mancano episodi di lotte intercomunali. Dopo l'indipendenza dell'India nel 1947, le violenze dei Razakar, una milizia musulmana, contro gli indù comunità attirò l'attenzione del governo indiano. Nel settembre 1948 intervenne l'esercito indiano, invadendo Hyderabad e sbaragliando facilmente le forze del nizam. Sebbene la perdita di vite umane durante l'operazione militare sia stata minore, è stata seguita da un'esplosione di saccheggi e uccisioni per vendetta di musulmani da parte di civili indù e soldati indiani. La commissione multireligiosa di Sunderlal, inviata dal governo indiano nel 1951 per indagare sugli eventi di Hyderabad, concluse che erano state uccise da 27.000 a 40.000 persone.

Nel 1950 lo stato principesco divenne lo stato di Hyderabad nell'unione indiana. Nel 1956 lo stato fu diviso: le sue aree di lingua telugu (la regione di Telangana) furono unite con quello che era allora lo stato dell'Andhra per formare l'Andhra Pradesh, con Hyderabad come capitale. Il malcontento è cresciuto, tuttavia, tra la gente di Telangana, che ha insistito sul fatto che la regione dovrebbe diventare uno stato separato. Dopo lunghe trattative, in particolare per quanto riguarda la disposizione di Hyderabad - e dopo aver ricevuto l'approvazione per la scissione dal parlamento indiano, Telangana è stata costituita nel 2014. È stato concordato che Hyderabad avrebbe agito come capitale di entrambi gli stati per un periodo massimo di 10 anni per consentire all'Andhra Pradesh di costruire il proprio capitale.