Dentro il brutale omicidio del 1955 del quattordicenne Emmett fino a che ha galvanizzato il movimento per i diritti civili

Emmett Till aveva solo 14 anni quando è stato rapito, picchiato fino a renderlo irriconoscibile, ucciso a colpi d'arma da fuoco e gettato in un fiume Mississippi. Ma la sua morte brutale non è stata vana.

Emmett Till aveva solo 14 anni nel 1955 quando una donna bianca lo accusò di aver fischiato il lupo in un negozio nel Mississippi. Questo presunto atto sarebbe costato la vita al giovane ragazzo di colore solo pochi giorni dopo, quando il marito della donna e il suo fratellastro lo picchiarono così duramente da renderlo irriconoscibile prima di sparargli alla testa.

Gli uomini responsabili del crimine avevano più testimoni e montagne di prove accatastate contro di loro, ma con una decisione non sorprendente fin troppo comune nell'era di Jim Crow, una giuria di soli bianchi li ha assolti da tutte le accuse.



Anche se la vita di Emmett Till è finita troppo presto e troppo brutalmente, la sua storia era solo all'inizio. Presto l'intero paese avrebbe conosciuto il nome di Till e avrebbe visto i resti grotteschi del corpo del ragazzo intonacati sulle prime pagine. Queste immagini, per quanto raccapriccianti, hanno indotto migliaia di persone a dedicarsi al nascente Movimento per i diritti civili e ad intraprendere una missione per cambiare per sempre il futuro degli Stati Uniti.



La storia di Emmett Till

Emmett fino a sdraiarsi

Bettmann / Getty ImagesUn giovane Emmett Till sdraiato sul letto.

Emmett Louis Till è nato il 25 luglio 1941 a Chicago, Illinois. Era l'unico figlio di Louis e Mamie Till, ma non ha mai conosciuto suo padre, morto nella seconda guerra mondiale. Till è stato cresciuto da sua madre single che spesso lavorava 12 ore al giorno come impiegato per l'Air Force per mantenere se stessa e suo figlio.



Quando Till aveva cinque anni, ha contratto la poliomielite . Si è ripreso, ma come risultato ha sviluppato una balbuzie.

Secondo sua madre, Till era un ragazzo felice e disponibile, e ha ricordato come una volta le disse: 'Se puoi uscire e fare i soldi, posso occuparmi della casa'. Lo faceva cucinando e pulendo regolarmente.

Soprannominato 'Bobo', Till è cresciuto in un quartiere borghese nel South Side di Chicago, dove frequentava la scuola e cercava sempre di far ridere la gente.



'Emmett era sempre un ragazzo divertente', ha detto il suo ex compagno di classe Richard Heard. “Aveva una valigia di barzellette che gli piaceva raccontare. Amava far ridere la gente. Era un ragazzino paffuto; la maggior parte dei ragazzi era magrissima, ma non lasciò che questo ostacolasse. Ha fatto molti amici alla McCosh Grammar School, dove andavamo a scuola '.

Ma tutto è cambiato per Emmett Till nell'estate del 1955.

La vita nel sud di Jim Crow

Dalla fine del 1800 agli anni '60, le leggi di Jim Crow governarono il sud, rendere la segregazione razziale e la discriminazione completamente legali .



Le leggi erano in vigore dal periodo della Ricostruzione successivo alla Guerra Civile, ma furono ampliate e rafforzate intorno alla fine del secolo con la sentenza della Corte Suprema in Plessy v. Ferguson nel 1896. Questa sentenza ha confermato la costituzionalità della segregazione razziale e ha fatto leggi che stabiliscono spazi 'separati ma uguali' per bianchi e neri.

Una sala d

Libreria del CongressoSegni come questo erano comuni nel sud durante l'era di Jim Crow.



Queste leggi proibivano agli afroamericani di vivere nei quartieri bianchi e istituivano fontane d'acqua separate, bagni, ascensori, finestre dei cassieri e molti altri spazi pubblici.

Grazie in gran parte a queste leggi, molti afroamericani si trasferirono a nord per sfuggire a Jim Crow e si stabilirono in città dove le restrizioni non erano così rigide e il razzismo non era così onnicomprensivo come lo era nel sud.

La famiglia di Emmett Till era quella che si era trasferita a nord, e quando si avventurò nel sud nell'estate del 1955, scoprì rapidamente che tipo di posto era per persone come lui.

Cosa è successo a Emmett fino al Mississippi

Nell'agosto del 1955, il prozio di Till, Moses Wright, si recò dal Mississippi a Chicago per visitare la famiglia. Verso la fine del suo soggiorno, Wright disse che avrebbe portato con sé il cugino di Till, Wheeler Parker, nel suo viaggio di ritorno in Mississippi per vedere i parenti lì.

Till ha implorato sua madre di lasciarlo andare con loro e dopo un po 'di convincimento, sua madre ha accettato. Era la prima volta che suo figlio visitava il Sud e Mamie si assicurò di fargli sapere che la vita nel Sud era molto diversa da quella a Chicago.

Secondo Tempo , disse a suo figlio, 'di stare molto attenta ... di umiliarsi fino al punto di mettersi in ginocchio'.

Emmett Till

Giornali afroamericani / Gado / Getty ImagesMamie Bradley piange mentre racconta la morte di suo figlio. Washington, 22 ottobre 1955.

A soli tre giorni dal suo viaggio con lo zio e il cugino a Money, nel Mississippi, il 24 agosto 1955, Till e un gruppo di suoi amici entrarono nel Bryant's Grocery and Meat Market.

Non è chiaro cosa sia successo esattamente all'interno del negozio di alimentari, ma presumibilmente Till ha comprato della gomma da masticare e ha fischiato, flirtato o toccato la mano dell'impiegata bianca del negozio, Carolyn Bryant, il cui marito Roy era anche proprietario del negozio. .

Quando Carolyn ha riferito la sua storia a Roy, è andato su tutte le furie.

Il rapimento e l'omicidio di Emmett Till

Roy Bryant è tornato a casa da un viaggio di lavoro pochi giorni dopo il presunto incidente tra Till e sua moglie. Dopo che sua moglie gli ha detto cosa è successo, Roy ha afferrato il suo fratellastro J.W. Milam e si diresse alla casa di Wright dove abitava Till.

Roy Bryant e JW Milam in tribunale

Ed Clark / The LIFE Picture Collection / Getty ImagesRoy Bryant (a sinistra) e J.W. Milam ascolta la testimonianza durante il processo per omicidio per la morte di Emmett Till nel gremito tribunale della contea di Tallahatchie a Sumner, Mississippi. Settembre 1955.

La mattina presto del 28 agosto 1955, gli uomini fecero irruzione nella casa di Wright e chiesero di vedere Till. L'hanno trascinato fuori dal letto e gli hanno ordinato di salire sul retro del loro camioncino. Wright li supplicava di lasciarlo in pace.

'Ha solo 14 anni, viene dal nord', ha supplicato Wright agli uomini secondo PBS . 'Perché non dare una frustata al ragazzo e lasciar perdere?' Sua moglie ha offerto loro dei soldi, ma l'hanno rimproverata e le hanno detto di tornare a letto.

Wright condusse gli uomini attraverso la casa fino a quando Milam si rivolse a Wright e lo minacciò: 'Quanti anni hai, predicatore?' Wright ha risposto che aveva 64 anni. 'Se crei problemi, non vivrai mai fino a 65 anni'.

Gli uomini hanno poi rapito e picchiato selvaggiamente il ragazzo di 14 anni. Una volta che hanno smesso di picchiarlo oltre il riconoscimento, gli hanno sparato alla testa. Quindi, per tenere nascosto il corpo di Till, gli legarono una sgranatrice di cotone da 75 libbre al collo con filo spinato, sperando che lo avrebbe appesantito quando avessero gettato il suo corpo nel fiume Tallahatchie.

Prima di Emmett Till

Wikimedia CommonsL'omicidio di Emmett Till è servito a motivare gli attivisti per i diritti civili come mai prima d'ora.

Tuttavia, un diciottenne di nome Willie Reed ha assistito ad alcuni eventi e ha sentito le urla appartenenti a Emmett Till.

Il giorno successivo Reed fu avvicinato da un uomo bianco con una pistola, che disse: 'Ragazzo, hai visto qualcosa?' a cui Reed ha detto: 'No.' L'uomo poi ha chiesto: 'Hai sentito qualcosa?' Reed, che temeva per la sua vita, disse di nuovo 'no'.

Wright ha aspettato per vedere cosa fosse successo a Emmett Till, e quando non è riuscito a tornare a casa, Wright si è messo alla sua ricerca. Tre giorni dopo, il cadavere di Till fu recuperato dal fiume Tallahatchie. Il ragazzo è stato picchiato così duramente che Wright poteva identificarlo solo dall'anello siglato che sua madre gli aveva dato prima del viaggio.

cosa ha causato il boicottaggio degli autobus di Montgomery?

Mamie Till ha chiesto che i resti di suo figlio tornassero a casa a Chicago. Dopo aver visto il corpo mutilato di suo figlio, Mamie ha deciso di tenere un funerale a bara aperta per suo figlio in modo che il mondo intero potesse vedere cosa era stato fatto a suo figlio.

L'impatto della morte di Emmett Till e il successivo processo per omicidio, come riportato da TEMPO .

Invitata anche Mamie Jet , una rivista afroamericana, per partecipare al funerale e fotografare il corpo irriconoscibile di Till. Pubblicarono presto le foto orribili e il paese se ne accorse.

L'arresto e il processo di Roy Bryant e J.W. Milam

Nemmeno due settimane dopo la sepoltura del suo corpo, Roy Bryant e J.W. Milam era sotto processo per l'omicidio di Emmett Till. C'erano diversi testimoni delle azioni degli assassini quella notte, ed erano quindi gli ovvi sospetti per l'omicidio di Till e rapidamente arrestati.

Quando il processo iniziò nel settembre 1955, la stampa nazionale e internazionale venne a Sumner, Mississippi, per coprire gli eventi. Moses Wright, Willie Reed , e altri hanno sacrificato la loro sicurezza e la loro vita per testimoniare contro i due uomini bianchi in tribunale, dicendo che gli uomini erano davvero gli assassini di Till.

La ruota legata fino a quando

Bettmann / Getty ImagesI pubblici ministeri mostrano la ruota usata per appesantire il corpo di Emmett Till.

Nel frattempo, Carolyn Bryant ha dato una testimonianza ardente accusando Till di minacciarla verbalmente e di averla presa. La dichiarazione di Bryant era tutto ciò che la giuria di soli bianchi aveva bisogno di sentire. Ci sono voluti appena un'ora per scagionare gli assassini di Till mentre Bryant e Milam sono stati assolti da tutte le accuse, compresi rapimento e omicidio.

Un giurato ha osservato che ci sarebbe voluto ancora meno tempo se non si fossero fermati a bere una soda.

Tuttavia, meno di un anno dopo, nel gennaio 1956, Bryant e Milam avrebbero confessato di aver ucciso Till in un Guarda articolo della rivista intitolato 'La storia scioccante dell'omicidio approvato nel Mississippi'. Gli uomini hanno ricevuto $ 4.000 per aver venduto la loro storia.

Moses Wright testimonia in tribunale

Bettmann / Getty ImagesIn risposta a una domanda che gli chiedeva di identificare gli uomini che vennero a casa sua la notte del 28 agosto e portarono via il giovane Emmett Till con loro, Moses Wright indicò e rispose: 'Eccoli'.

Nell'articolo, la coppia ha ammesso allegramente di aver ucciso il ragazzo di 14 anni e non ha espresso alcun rimorso per il loro atto atroce. Hanno detto che quando hanno rapito Till, intendevano solo picchiarlo, ma hanno deciso di ucciderlo quando l'adolescente ha rifiutato di umiliarsi. Milam ha spiegato la sua decisione Guarda detto:

“Bene, cos'altro potremmo fare? Era senza speranza. Non sono un bullo; Non ho mai ferito un negro in vita mia. Mi piacciono i negri - al loro posto - so come farli funzionare. Ma ho deciso che era ora che alcune persone venissero avvisate. Finché vivo e posso fare qualsiasi cosa, i negri rimarranno al loro posto ... sono rimasto lì in quel capanno e ho ascoltato i negri lanciarmi quel veleno contro di me, e io ho appena deciso. 'Ragazzo di Chicago', ho detto. 'Sono stanco che mandino la tua gente quaggiù per creare problemi. Accidenti a te, farò un esempio di te, solo così tutti possono sapere come stiamo io e i miei. '

Poiché gli uomini erano già stati processati e assolti dall'omicidio di Till, la loro insensibile confessione non ottenne alcuna punizione legale.

L'impatto dell'omicidio di Emmett Till sul movimento per i diritti civili

La decisione di Mamie Till di mostrare il corpo di suo figlio in una bara aperta ha permesso al mondo di vedere proprio il tipo di brutalità che gli afroamericani avrebbero potuto affrontare - e di conseguenza ha galvanizzato il Movimento per i diritti civili.

Una volta che la nazione ha visto quelle immagini inquietanti pubblicate in Jet rivista, non potevano più ignorare la brutalità.

Le famiglie Bryant e Milam dopo il processo

Ed Clark / The LIFE Picture Collection / Getty ImagesRoy Bryant e J. W. Milam posano con le loro mogli mentre celebrano la loro assoluzione per l'omicidio di Emmett Till.

Solo pochi mesi dopo l'omicidio di Emmett Till, Rosa Parks ha rifiutato di rinunciare al suo posto sull'autobus e ha iniziato il boicottaggio degli autobus di Montgomery che molte persone credono abbia segnato l'inizio del movimento per i diritti civili. Il reverendo Jesse Jackson ha anche detto Vanity Fair che Parks lo informò che Till è stato un fattore determinante nella sua decisione di non rinunciare al suo posto.

'Ho chiesto alla signorina Rosa Parks [nel 1988] perché non fosse andata in fondo all'autobus, data la minaccia che potesse essere ferita, spinta giù dall'autobus e investita perché altre tre signore si sono alzate', Jackson disse. «Ha detto che pensava di andare in fondo all'autobus. Ma poi ha pensato a Emmett Till e non ci è riuscita. '

Il Los Angeles Times metterlo in prospettiva, dicendo: 'Se Rosa Parks ha mostrato il potenziale di sfida, [alcuni storici] dicono, la morte di Emmett Till ha avvertito di un futuro tetro senza di essa.'

Come ha detto Robin D. G. Kelly, presidente del dipartimento di storia della New York University PBS :

'Emmett Till, in un certo senso, ha dato ai neri comuni in un posto come Montgomery, non solo coraggio, ma penso che abbia instillato loro un senso di rabbia, e quella rabbia per la supremazia bianca, e non solo per il tribunale per esonerare questi uomini dall'omicidio - per aver linciato apertamente questo ragazzino - quel livello di rabbia, penso abbia portato molte persone a impegnarsi nel movimento '.

Jet Story su Emmett Till

JetL'omicidio di Emmett Till lo ha reso irriconoscibile. Le immagini dei suoi resti sono state pubblicate in Jet .

In effetti, per molti, la storia di Emmett Till rappresenta un punto di svolta. La studiosa Clenora Hudson-Weems definisce Till l ''agnello sacrificale' dei diritti civili e Amzie Moore, un agente NAACP, ritiene che la brutale uccisione di Till sia stata l'inizio del movimento per i diritti civili.

Till potrebbe non essere stato in giro per vedere il movimento per i diritti civili fare il tipo di cambiamenti che gli avrebbero risparmiato la vita, ma la sua morte è stata determinante per far decollare il movimento in primo luogo.

paesi coinvolti nella guerra di Corea

L'eredità duratura della storia di Emmett Till

Anche decenni dopo il suo omicidio, la storia della morte di Emmett Till continua a fare notizia.

In forse la rivelazione recente più significativa, Carolyn Bryant ha ammesso nel 2007 a Timothy Tyson, uno studioso di ricerca senior della Duke University, di aver fabbricato la maggior parte della sua testimonianza al processo.

Una delle cose più schiaccianti che ha detto durante il processo per omicidio di Emmett Till è stata che lui ha fatto progressi verbali e fisici su di lei, ma come ha poi detto a Tyson , 'Quella parte non è vera.'

Al momento della sua intervista, Carolyn Bryant aveva 70 anni e sembrava provare un certo rimorso per la sua parte nel brutale omicidio, a differenza del suo ex marito Roy. Ha detto a Tyson: 'Niente di quel ragazzo ha mai potuto giustificare quello che gli è successo'.

Sorprendentemente, nel 2018, il Dipartimento di Giustizia ha riaperto il caso Till per le indagini, 'sulla base della scoperta di nuove informazioni'. Questa rivelazione ha portato una nuova speranza che la giustizia sarebbe finalmente servita per coloro che erano responsabili della morte del quattordicenne più di 60 anni prima.

Non solo la storia di Emmett Till viene riportata sotto i riflettori, ma anche la sua memoria.

Nel luglio 2018, c'era un segno commemorativo per Till vicino al fiume Tallahatchie deturpato per la terza volta da quando è stato installato.

In primo luogo, il segno è stato rubato e non è mai stato recuperato. Poi, una volta sostituito, è stato vandalizzato, questa volta sotto forma di decine di fori di proiettile. Anche dopo un'ulteriore sostituzione, il segno ha continuato a subire ripetuti atti vandalici.

Il secondo segno Emmett Till Memorial

Emmett Till Interpretive CenterLa seconda versione del segno commemorativo è stata vandalizzata con più fori di proiettile nel 2016.

Lo ha detto Patrick Weems, co-fondatore dell'Emmett Till Interpretive Center CNN che gli attacchi sono alimentati dall'odio.

'Che si tratti di motivazioni razziali o semplicemente di pura ignoranza, è ancora inaccettabile', ha detto Weems. 'È un duro promemoria che il razzismo esiste ancora.'


Ora che hai finito di leggere sulla morte di Emmett Till, scopri la vera storia dietro l'immagine iconica di Elizabeth Eckford e Hazel Bryan . Poi, rivivi il movimento per i diritti civili in 55 potenti foto .