Dentro il turbolento periodo anteguerra e cosa accadde realmente prima della guerra civile

Composto dai decenni prima della guerra civile, l'era anteguerra è stato un periodo di tempo complicato nella storia americana in gran parte definito dalla schiavitù brutale nel sud.

Il periodo anteguerra fu un periodo di enorme crescita economica in America grazie al dominio agricolo nel sud e al boom tessile nel nord. Ma questa ricchezza era in gran parte alimentata dalla sofferenza di milioni di afroamericani ridotti in schiavitù che subirono torture per mano di schiavisti bianchi, specialmente nel profondo sud.

Stranamente, nei decenni successivi alla Guerra Civile, l ''Antebellum South' divenne una frase imbiancata usata per evocare un'era perduta da tempo di dimore di piantagioni, gonne a cerchio e tè pomeridiani, mentre allo stesso tempo cancellava l'orribile realtà di schiavitù in America.



Sebbene il periodo anteguerra abbia avuto luogo prima della guerra civile, certamente non era la calma prima della tempesta che alcuni potrebbero essere stati insegnati.



Cos'era l'Antebellum Sud?

Antebellum South

Wikimedia CommonsIl periodo anteguerra è stata una delle epoche più violente nella storia del sud americano.

La parola 'antebellum' deriva dalla frase latina 'ante bellum', che significa 'prima della guerra'. Il più delle volte, si riferisce ai decenni prima della guerra civile americana.



C'è un certo dibattito tra gli studiosi sull'esatto periodo di tempo coperto dal termine. Alcuni credono che l'era sia iniziata dopo la fine della rivoluzione americana, mentre altri pensano che il periodo anteguerra si sia esteso tra la guerra del 1812 e l'inizio della guerra civile nel 1861.

quando è uscita la pantera nera?

A detta di tutti, l'era anteguerra è stata segnata dalla violenza contro milioni di schiavi neri, così come dalle battaglie che gli Stati Uniti hanno combattuto contro altri paesi.

Tra il 1803 e il 1815, l'Europa fu consumata dalle guerre napoleoniche, che videro Napoleone Bonaparte guidare la Francia in battaglia contro le forze a guida britannica. Il conflitto tra Francia e Gran Bretagna ha influenzato le relazioni commerciali con l'America, che ha contribuito a preparare il terreno per la guerra del 1812.



Dopo che gli Stati Uniti dichiararono guerra alla Gran Bretagna nel giugno 1812, le battaglie è durato oltre 32 mesi . Ciò alla fine portò a un blocco britannico della costa atlantica. È interessante notare che queste circostanze stimolarono la produzione interna negli Stati Uniti e molti americani iniziarono a prosperare economicamente.

L'elevata domanda di cotone, zucchero di canna e altri prodotti agricoli del sud alimentò la tratta degli schiavi durante l'era anteguerra.

La crescita economica dell'America è avvenuta attraverso la fiorente industria agricola nel Sud e il boom manifatturiero nel Nord. La produzione di canna da zucchero e cotone era particolarmente redditizia nel sud, rendendo l'agricoltura estremamente desiderabile per gli americani bianchi che volevano un pezzo della proverbiale torta.

A seguito dell'Indian Removal Act del 1830, un numero crescente di residenti bianchi del sud fu in grado di acquistare grandi appezzamenti di terreno agricolo a basso costo, consentendo loro di diventare proprietari di piantagioni e di salire sulla scala socioeconomica.



Antebellum America

Libreria del CongressoUn gruppo di schiavi neri davanti alla Smith’s Plantation in South Carolina. Circa 1862.

Nel frattempo, i residenti neri nell'anteguerra meridionale sono rimasti schiavi per alimentare l'aumento della produzione di zucchero e cotone. Come scrisse lo studioso Khalil Gibran Muhammad in Il progetto 1619 , zucchero era una delle principali materie prime americane dal 1840.



A un certo punto, i piantatori della Louisiana hanno prodotto un quarto della fornitura mondiale di zucchero di canna, rendendo lo stato il secondo più ricco del paese in base alla ricchezza pro capite.

Sebbene gli schiavi negli stati del Nord lavorassero per lo più all'interno delle case come servi, anche il lavoro gratuito della produzione di schiavi ha contribuito all'economia del Nord. Non c'è da meravigliarsi perché questo sistema brutale abbia beneficiato così tanti americani bianchi.

Il nuovo potere degli Stati Uniti

Rivoluzioni del 1848

Wikimedia CommonsMentre l'Europa era in subbuglio durante le rivoluzioni del 1848, gli Stati Uniti stavano guadagnando lo status di nuova potenza mondiale.

Entro la metà del XIX secolo, il potere economico americano era cresciuto in modo esponenziale. Allo stesso tempo, l'Europa era nei guai. La carenza di approvvigionamento alimentare e l'aumento dei prezzi dei prodotti alimentari in tutta Europa hanno peggiorato il crollo attraverso il continente causato dalla stagnazione dell'industrializzazione.

Le turbolenze economiche peggiorarono in tutta Europa, culminando in particolare con la Grande Carestia Irlandese nel 1845. Tre anni dopo, con il pubblico ancora in difficoltà dalla recessione, il dissenso contro le potenze assolutiste europee emerse in tutto il continente.

Le rivoluzioni del 1848 furono segnato da rivolte in tutta Europa, dalla Sicilia alla Francia alla Svezia. Le rivolte a Londra costrinsero la regina Vittoria britannica a ritirarsi sull'Isola di Wight per la propria protezione. Alcuni tedeschi entusiasti hanno soprannominato questo periodo di rivolte di massa come il Volkerfruhling , o la 'Primavera dei popoli'.

Durante questo periodo, gli Stati Uniti sembravano sostenere cause rivoluzionarie in vari paesi europei, a volte anche fornendo assistenza finanziaria.

Ma i disordini in Europa significarono anche gli Stati Uniti - con la loro crescente ricchezza derivante dalla produzione agricola e tessile - ha ottenuto lo status di nuovo giocatore potente del mondo. Inoltre, la stessa Gran Bretagna iniziò a fare affidamento sul cotone americano per oltre l'80% della sua materia prima industriale.

La schiavitù nell'anteguerra meridionale

Periodo antebellico

Libreria del CongressoGenerazioni di famiglie nere, come quella raffigurata qui, sono state ridotte in schiavitù in tutto il paese.

Sebbene la schiavitù esistesse in molti luoghi all'inizio dell'America, la tratta degli schiavi era in gran parte concentrata nell'anteguerra meridionale a causa della sua redditizia produzione di zucchero e cotone.

Entro la metà del 19 ° secolo, i record del censimento ha mostrato che 3.953.760 delle 4.441.830 persone di colore negli Stati Uniti furono ridotti in schiavitù.

'Nelle piantagioni di canna nel periodo dello zucchero, non c'è distinzione per quanto riguarda i giorni della settimana.'

Solomon Northup nel suo libro di memorie del 1853 Dodici anni schiavo

Gli schiavi neri nelle piantagioni meridionali rappresentavano dollari indicibili che gli schiavisti bianchi tenevano per sé. Dal momento che non dovevano pagare gli schiavi per il loro lavoro, raccoglievano facilmente gli alti profitti di ogni raccolto.

Al di là di questi sviluppi economici c'era il tragico costo umano dell'industria agricola nell'anteguerra meridionale. Gli schiavi neri non avevano diritti come individui e venivano legalmente trattati come proprietà dai loro proprietari bianchi.

Schiavi del generale Thomas Drayton

Wikimedia CommonsGli schiavi del generale Thomas F. Drayton, che si unì all'esercito degli Stati confederati durante la guerra civile.

Il loro status di schiavo si estese ai loro discendenti, creando un ciclo disumano di schiavitù beni mobili che torturò generazioni di famiglie nere. Sono stati messi a lavorare nelle piantagioni e costretti a sopportare ore estenuanti mentre lavoravano sulla terra, piantavano steli e raccoglievano i prodotti.

L'inimmaginabile sforzo fisico degli schiavi neri era aggravato dal loro trattamento disumano. Un ex schiavo di nome Louisa Adams raccontò la sua infelice infanzia in una piantagione nella Carolina del Nord in un'intervista del 1936 in Progetto narrativo schiavo :

“Vivevamo in case di tronchi imbrattate di fango. Li chiamavano le case degli schiavi. Il mio vecchio papà ha in parte sollevato i suoi chillun durante il gioco. Ha catturato conigli, procioni e opossum. Lavoravamo tutto il giorno e cacciavamo di notte. Non abbiamo avuto vacanze. '

“Non ci hanno dato alcun divertimento come so. Potevo mangiare tutto quello che potevo [ottenere] ... Mio fratello si è consumato le scarpe e non ne ha avute per tutto l'inverno. I suoi piedi si spalancarono e sanguinarono così tanto che potevi rintracciarlo tramite il sangue. '

Quartieri degli schiavi nella piantagione di Drayton

Libreria del CongressoI 'quartieri degli schiavi' nella piantagione di Drayton nella Carolina del Sud.

Lo storico Michael Tadman ha scoperto che le parrocchie dello zucchero della Louisiana spesso mostravano un modello di più morti che nascite tra gli schiavi. Forse ancora più devastante, gli schiavi neri che lavoravano nelle piantagioni di zucchero della Louisiana spesso morivano solo sette anni dopo essere stati messi a lavorare lì per la prima volta.

L'ascesa del movimento per l'abolizione

Frederick Douglass

Wikimedia CommonsFrederick Douglass era un abolizionista nero che usava i suoi scritti e discorsi pubblici per sostenere l'abolizione della schiavitù.

Negli anni '30 dell'Ottocento, i sentimenti contro la schiavitù iniziarono a crescere in alcuni degli stati del nord. Alcuni americani bianchi in stati come New York, Massachusetts e Pennsylvania iniziarono a vedere la schiavitù come una macchia sull'eredità del paese.

Inoltre, le economie degli stati del Nord lo erano non così direttamente dipendente dal lavoro schiavo come l'Antebellum meridionale poiché il Nord prosperava principalmente dalle industrie manifatturiere e tessili.

“Questi cari figli sono nostri - non per lavorare in riso, zucchero e tabacco, ma per vegliare, riguardare e proteggere e allevarli nella cura e nell'ammonimento del Vangelo - per addestrarli sui sentieri del saggezza e virtù e, per quanto possibile, per renderle utili al mondo ea se stessi '.

Frederick Douglass in una lettera pubblicata al suo ex maestro

Tuttavia, vale la pena tenere a mente che le produzioni tessili redditizie del Nord erano ancora dipende dalla materia prima del cotone prodotto da schiavi nel sud.

In effetti, questo cotone ha reso alcuni industriali e mercanti del Nord così ricchi da sostenere la schiavitù nel Sud. Ma mentre alcune persone a New York e Filadelfia erano contrarie alla liberazione degli schiavi, le voci abolizioniste nel Nord iniziarono a diventare sempre più forti.

Il movimento anti-schiavitù in America ha mobilitato il sostegno attraverso giornali abolizionisti, come Il liberatore , iniziato dall'abolizionista bianco William Lloyd Garrison, e La stella polare , fondata dall'abolizionista nero Frederick Douglass.

Schiavi nell

Libreria del CongressoNonostante il crescente movimento abolizionista, la schiavitù rimase legale fino a quando non fu ufficialmente abolita dal 13 ° emendamento nel 1865.

A parte gli abolizionisti che pronunciavano discorsi e scrivevano articoli, un numero crescente di schiavi prendeva in mano la situazione per combattere contro i loro schiavisti. Anche se ribellioni di schiavi era stato tentato molto prima del periodo anteguerra, molte delle rivolte più note emersero all'inizio del 1800.

Una delle più famose ribellioni di schiavi durante il periodo anteguerra fu nel 1831. In una piantagione nella contea di Southampton, in Virginia, una rivolta fu guidata da uno schiavo nero di nome Nat Turner, che organizzò il massacro di 60 bianchi nella zona. Dopo che la ribellione fu sedata dalle autorità, Nat Turner fu successivamente giustiziato per il suo ruolo nella rivolta.

Ma anche dopo la sua esecuzione, le ribellioni organizzate da schiavi neri, uomini liberi e abolizionisti bianchi continuarono.

La falsità del 'destino manifesto' e dell'espansione negli Stati Uniti

A parte la questione della schiavitù, anche l'America del XIX secolo è stata segnata dalla rapida espansione territoriale del giovane paese. Nel 1803, il governo degli Stati Uniti acquistò la Louisiana dalla Francia e quasi raddoppiò le dimensioni dell'America.

Dopo l'acquisto della Louisiana, gli Stati Uniti continuarono ad espandersi verso la costa occidentale, anche se alcune terre erano occupate da tribù indigene o di proprietà del governo messicano. Niente di tutto ciò ha impedito all'America di impadronirsi di nuovi territori, anche se ciò significava provocare violenza.

Molte battaglie sono state combattuto in nome di 'Manifest Destiny', un'ideologia biblica che sosteneva che gli Stati Uniti avessero il diritto divino di espandere i propri territori in tutto il continente nordamericano. Sebbene i principi del 'destino manifesto' fossero già stati emanati nella pratica, il termine ufficiale non fu coniato fino al 1845 dall'editore della rivista John L. O'Sullivan. Ha sostenuto l'annessione del Texas - un ex territorio del Messico - agli Stati Uniti

per cosa era conosciuto al capone?

Dopo l'annessione del Texas, gli Stati Uniti volevano rivendicare la California, il Nuovo Messico e altre terre al confine meridionale del Texas. Il Messico ha affermato che molti di questi territori appartenevano a loro, quindi gli Stati Uniti si sono offerti di acquistare la terra. Quando il Messico si rifiutò di vendere, gli Stati Uniti dichiararono guerra al Messico il 13 maggio 1846.

Dopo che le truppe americane conquistarono Città del Messico nel 1848, il governo messicano accettò il Trattato di Guadalupe Hidalgo con gli Stati Uniti. In seguito, il Messico rinunciò alla terra che costituisce tutta o parte dell'attuale Arizona, California, Colorado, Nevada, Nuovo Messico, Utah, e Wyoming. Anche il Messico ha rinunciato a tutte le pretese sul Texas e ha riconosciuto il Rio Grande come il confine meridionale dell'America.

La guerra civile e il mito della 'causa persa'

Truppe dell

Libreria del CongressoTruppe dell'Unione Nera a Dutch Gap, Virginia, nel novembre 1864.

Quando gli schiavi neri iniziarono a fuggire dalla schiavitù, gli abolizionisti formarono una rete nazionale non ufficiale di sostenitori bianchi e neri che aiutarono a mantenere gli ex schiavi al sicuro durante il pericoloso viaggio fuori dall'Antebellum meridionale. Questo era noto come Ferrovia sotterranea .

Le tensioni tra abolizionisti e schiavisti scoppiarono il 20 dicembre 1860, quando la Carolina del Sud divenne il primo stato del sud ad annunciare la sua secessione dall'Unione. Quando Abraham Lincoln fu inaugurato come sedicesimo presidente degli Stati Uniti l'anno successivo, sette stati del sud si erano separati per formare la Confederazione.

Harriet Tubman alla fine del 1860

Wikimedia CommonsHarriet Tubman guidò gli schiavi in ​​fuga attraverso la Underground Railroad verso nord.

Uomini neri, alcuni dei quali ex schiavi, furono reclutati nell'esercito per la prima volta durante il Guerra civile nel 1863. La guerra durò fino al 1865, terminando con la vittoria dell'Unione sulla Confederazione, che aveva combattuto per sostenere la schiavitù .

La fine della guerra civile significò anche la fine dell'era anteguerra e, mesi dopo, l'abolizione legale della schiavitù attraverso il 13 ° emendamento della Costituzione degli Stati Uniti.

Tuttavia, la sconfitta della Confederazione ha risvegliato gli sforzi della propaganda per giustificare la sua lotta per preservare la schiavitù, generando un resoconto storico distorto della guerra civile noto come 'causa perduta'. Questa versione della storia è stata sostenuta dai sostenitori della Confederazione e si è manifestata in campagne per erigere monumenti in onore della Confederazione.

Secondo il Southern Poverty Law Center, 700 monumenti e statue confederati erano eretto dopo la guerra civile , molti costruiti intorno agli anniversari della guerra e ai periodi di movimenti per i diritti civili durante il XX secolo.

Lincoln nella guerra civile

Alexander Gardner / Library of CongressAbraham Lincoln si trova sul campo di battaglia fiancheggiato da due agenti dell'Unione durante la Guerra Civile.

Il mito della Causa Perduta afferma che la Guerra Civile è stata principalmente una battaglia tra le culture in guerra del Nord e del Sud, di cui la Confederazione ha combattuto per sostenere la morale e i valori del Sud nonostante le loro scarse possibilità di vittoria.

Questa falsità è il motivo per cui in alcuni stati del sud oggi, la guerra civile è conosciuta con altri nomi come la guerra di aggressione del nord e la guerra tra gli Stati, anche se la vera causa persa della Confederazione era quella di mantenere i neri legalmente ridotti in schiavitù .

L'imbiancatura di un'epoca violenta

Via col vento

New Line Cinema / IMDB Via col vento è stato descritto sia come un classico della cultura pop che come una propaganda pro-confederata.

Simile alle falsità di Manifest Destiny e Lost Cause intese a mascherare le brutte verità della storia americana, il periodo teso dell'America anteguerra fu romanticizzato nei decenni successivi.

Questa storia distorta è stata in parte forgiata da opere di cultura popolare. Forse l'esempio più famoso è Via col vento , il romanzo vincitore del Premio Pulitzer successivamente adottato nel Film vincitore di Oscar . È stato scritto da Margaret Mitchell, una scrittrice di Atlanta il cui nonno ha combattuto per la Confederazione nella Guerra Civile.

Mitchell stessa ammesso che il titolo del romanzo era un riferimento a come la 'civiltà anteguerra' fu spazzata via dalle devastazioni della guerra. Il romanzo e il film successivo sono spesso citati da storici e critici culturali come esempio della glorificazione dell'era antebellica e del mito della causa perduta del sud. Come ha scritto la critica cinematografica Molly Haskell nel suo libro del 2009 sul film in costume:

'Il ritratto di 'Via col vento' di un nobile Sud, martirizzato per una causa perduta, ha dato alla regione una sorta di ascesa morale che le ha permesso di tenere in ostaggio il resto del paese mentre il virus 'Dixificazione' si è diffuso a ovest del Mississippi e a nord della linea Mason-Dixon. Generazioni di politici astuti, figli nativi che sposano politiche conservatrici e razziste, hanno dominato Washington dalla ricostruzione fino ai diritti civili '.

La sua rappresentazione dell'era della Ricostruzione - quando l'ex Unione e gli Stati Confederati in guerra hanno lottato per reintegrarsi dopo la guerra - ha rappresentato il periodo di tempo come un grande sconvolgimento per i bianchi del sud che hanno dovuto fare i conti con una società americana in cambiamento.

Come la maggior parte delle opere di narrativa con radici nella storia, l'imbiancatura della lotta del sud durante la guerra civile in Via col vento è stato trattato come un fatto storico da alcuni consumatori. L'Antebellum South si è trasfigurato da un'epoca macchiata di sangue nella storia americana in un'epoca d'oro passata nella mente di molti americani bianchi.

La performance di Hattie McDaniel in Via col vento le è valso un Oscar, ma è stata criticata dagli attivisti per i diritti civili per la sua interpretazione di 'mammina'.

Sulla scia del movimento Black Lives Matter nel 2020, alcune figure dell'industria dell'intrattenimento hanno chiesto che il film fosse ritirato dalla visione. Lo sceneggiatore John Ridley, che è afroamericano, ha criticato la glorificazione del film dell'Antebellum South , oltre alla sua raffigurazione ricoperta di zucchero della schiavitù e alla sua perpetuazione di tropi razzisti.

In risposta, il servizio di streaming HBO Max ha ripubblicato il film con un'introduzione speciale e discussioni con studiosi storici per fornire al pubblico un contesto adeguato prima di guardare il film.

Per un effetto più ampio, in seguito furono utilizzate rappresentazioni distorte della Ricostruzione giustificare le leggi sulla segregazione razziale dell'era di Jim Crow che seguì. Quindi non solo il periodo antebellico è stato un periodo doloroso nella storia degli Stati Uniti, ma è stato anche il fondamento per ulteriori dolori a venire.


Quindi, impara la straziante storia di Cudjo Lewis , l'ultimo schiavo vivente portato in America dall'Africa, per poi esplorare la vera storia di Ellen e William Craft , schiavi sposati fuggiti in libertà travestiti da proprietario di schiavi e suo cameriere.

che ha corso per la presidenza nel 1988