Le aziende giapponesi dicono alle donne di non indossare gli occhiali per essere più 'attraenti'

Seguendo le richieste sessiste che le donne indossano tacchi alti e trucco per lavorare, le aziende giapponesi ora stanno istruendo loro a non indossare gli occhiali. Le generazioni più giovani non ce l'hanno.

Yumi Ishikawa a una conferenza di Tokyo

CHARLY TRIBALLEAU / AFP / Getty ImagesYumi Ishikawa, leader del movimento #KuToo, che sta lavorando per aiutare a sradicare il divieto degli occhiali in Giappone.

Alle donne è abituato a sentirsi dire di sorridere, di rallegrarsi e di seguire innumerevoli altre istruzioni che gli uomini scaricano su di loro. Secondo Bloomberg , diverse aziende giapponesi stanno ora dicendo loro di non indossare gli occhiali per paura di sminuire i clienti, suscitando indignazione.



L'hashtag #glassesban ha iniziato a fare tendenza mercoledì, dopo che la Nippon TV giapponese ha informato la nazione di aziende che chiedevano ai dipendenti di sesso femminile di optare per lenti a contatto. Un utente ha spiegato di essere stata costretta a farlo mentre si stava riprendendo da una dolorosa infezione agli occhi.



Un altro ha detto che il suo ex datore di lavoro ha spiegato che i clienti non trovavano gli occhiali allettanti. Questi non sono eventi rari. Secondo Quarzo , le principali catene di vendita al dettaglio affermano che le donne con gli occhiali emettono una 'impressione fredda'.

'L'enfasi sull'aspetto è spesso sulle giovani donne e sul desiderio che sembrino femminili', ha detto Banri Yanagi, un addetto alle vendite di 40 anni presso un assicuratore sulla vita di Tokyo. 'È strano permettere agli uomini di portare gli occhiali ma non alle donne.'



Mentre i sintomi sociali qui si trovano evidentemente ai piedi delle singole imprese che decidono come le donne dovrebbero vestirsi, la causa principale è quasi innegabilmente più profonda - e uno degli ultimi sussulti della vecchia guardia giapponese, dove tradizioni in materia di genere una volta non erano negoziabili.

Chiaramente, le donne (e gli uomini) moderni sono pronte a sfidare queste norme.

Un segmento di The Japan Times sul movimento #KuToo.

Il divieto di occhiali per le venditrici giapponesi è solo l'ultima controversia relativa ai codici di abbigliamento aziendali. Solo pochi mesi fa le donne hanno protestato contro le richieste di truccarsi per lavorare. Inoltre, il movimento #KuToo all'inizio di quest'anno ha combattuto contro le regole che impongono alle donne di indossare i tacchi alti.



Spinto dall'attore e scrittore Yumi Ishikawa, l'hashtag #KuToo gioca chiaramente sul movimento #MeToo, che ha guadagnato terreno in Giappone dal 2018. Per distinguere il nuovo movimento come incentrato sull'abbigliamento, il termine utilizza le parole giapponesi per scarpa ( chiamata ) e dolore ( invita ).

Per rivedere, alle donne professioniste giapponesi è stato ora detto di indossare il trucco e i tacchi alti e di abbandonare gli occhiali.

quando l'Islam è diventato una religione?

'Se indossare gli occhiali è un vero problema sul lavoro, dovrebbe essere vietato a tutti, uomini e donne', ha detto Ishikawa, la cui petizione per affondare l'obbligo di indossare i tacchi alti ha raccolto oltre 31.000 firme. 'Questo problema con gli occhiali è identico ai tacchi alti.'



'È solo una regola per le lavoratrici.'

La petizione di Ishikawa per porre fine al requisito del tacco alto è stata presentata al governo a giugno, ma è stata accolta con il puro rifiuto dell'opinione di un uomo. L'ex ministro della Salute, del lavoro e del welfare Takumi Nemoto ha detto che lo status quo semplicemente non lo disturbava.



'È generalmente accettato dalla società che [indossare i tacchi alti] è necessario e ragionevole nei luoghi di lavoro', ha detto Nemoto in una sessione di commissione.

Segmento sul divieto di occhiali

TwitterUn'istantanea di un segmento televisivo giapponese sul nuovo divieto di occhiali.

Il segmento di Nippon TV sulla questione ha fatto seguito a un rapporto pubblicato da Business Insider Japan in ottobre. Il motivo più sorprendente addotto per esigere che i dipendenti non indossassero gli occhiali per lavorare era che era difficile per i clienti vedere il trucco del dipendente dietro di loro.

I ristoranti tradizionali giapponesi hanno affermato che gli occhiali non si sposano bene con i vestiti tradizionali giapponesi, mentre le compagnie aeree nazionali hanno affermato che gli occhiali compromettono la sicurezza. Questo tipo di ragionamento, e la regola stessa, hanno portato i cittadini a postare foto di se stessi con gli occhiali.

'Non è così fastidioso quando puoi vedere tutti gli uomini di mezza età del mondo?' un utente ha scritto sfacciatamente.

Numerosi utenti online hanno subito notato che il divieto degli occhiali per le dipendenti di sesso femminile era direttamente in linea con alcune controverse regole scolastiche giapponesi, come obbligare gli studenti con i capelli più chiari a tingersi di nero. Alcune scuole vietano anche alle studentesse di indossare le calze sotto la gonna in inverno.

Altre scuole hanno persino il coraggio di determinare il colore della biancheria intima delle studentesse.

In definitiva, sembra essere abbastanza chiaro che la società giapponese sta facendo i conti con una popolazione sempre più interconnessa e globalmente consapevole che semplicemente non ha tempo per le regole patriarcali del passato.

quale stato si chiama lo stato sempreverde?

Dopo aver appreso del movimento giapponese #glassesban, scopri di più sul onora lo studente sospeso per violazione del codice di abbigliamento . Quindi controlla un file breve storia della controversa moda politica .