La jihad potrebbe essere la parte più incompresa dell'Islam

Jihad della bocca

Polizia della Shariah

Imgur / UnfavouringMetaTheory

Il jihad della bocca (o della lingua) è il modo in cui il fedele mujahid porta la sua lotta sulla strada denunciando l'ipocrisia e diffondendo la parola dell'Islam. Quando i musulmani usano questo jihad tra i loro compagni musulmani, si concentrano sull'indicare i molti, molti modi in cui altri credenti non sono all'altezza dell'esempio del Profeta e quindi mettono in pericolo le loro anime.



Punire un bambino per aver mentito è una forma che questo significato di jihad può assumere, così com'è correggere l'immodestia di una donna o criticare un uomo che beve birra o fuma tabacco.



Questo jihad bil lisan , come è noto in arabo, è una forma di polizia morale della comunità che è stata istituzionalizzata negli stati musulmani teocratici come Iran e Arabia Saudita, dove è probabile che le violazioni pubbliche della legge islamica attirino l'attenzione dell'Hai'a, o Comitato per la promozione della virtù e la prevenzione del vizio, che protrae e talvolta aggredisce i cittadini per abiti impropri o pubbliche manifestazioni di affetto.

In Tunisia, il capo locale dell'Hai'a ha chiesto che una donna tunisina di 19 anni venga lapidata per aver pubblicato foto in topless sui social media nel 2013 (è stata invece ricoverata in un ospedale psichiatrico).



Al di fuori dell'Islam, jihad bil lisan si sovrappone con dawah , o il dovere di predicare. Nella maggior parte delle forme, questo è lo stimolo missionario standard che molti cristiani seguono quando condividono la Buona Novella con amici e colleghi. Nella sua forma più potente, dawah può comportare uno sforzo per cambiare le leggi o le abitudini dei paesi non musulmani per comportarsi meglio con la pratica islamica.

Il sindaco di Londra Sadiq Khan è stato accusato di praticare questa forma di jihad nel 2016, quando ha ordinato la rimozione di cartelloni pubblicitari che mostravano donne poco vestite, sebbene la sua spiegazione fosse che le immagini erano sfruttatrici. Anche gli sforzi dei paesi islamici presso le Nazioni Unite per imporre una legge globale sulla blasfemia rientrano probabilmente dawah territorio.

Lo stesso Maometto ha trascorso la maggior parte del suo ministero praticando il jihad della lingua parlando con potenziali convertiti della nuova religione, anche se quando ciò non ha funzionato non si è astenuto dall'intensificare il confronto. Nelle parole del Mufti siriano del XX secolo S. Ramadan Buti:



. . . prima di condurre la Jihad con la spada contro i miscredenti, non c'è dubbio che il Profeta invitò pacificamente questi miscredenti, protestò contro le loro convinzioni e si sforzò di rimuovere i loro dubbi sull'Islam. Quando rifiutarono qualsiasi altra soluzione, ma piuttosto dichiararono guerra contro di lui e il suo messaggio e iniziarono la lotta, non c'erano alternative se non quella di reagire.

Il vero significato del jihad: jihad della penna

Il vero significato della jihad

MOHD RASFAN / Getty Images

Jihad bil qalam , o 'jihad della penna', è la lotta per acquisire saggezza. 'Cerca la conoscenza anche se è in Cina' è stato il modo in cui Mohammad ha definito questo dovere.



Durante l'età dell'oro islamica, gli studiosi di Baghdad e Cordoba hanno condotto questa particolare lotta. Venivano da tutto il mondo musulmano per leggere opere greche e latine, studiare matematica indiana e praticare una prima forma di astronomia.

qual è la capitale di mauritius?

Oggi, sebbene questo termine sia ancora talvolta applicato agli studi secolari, jihad bil qalam è in gran parte una forma di educazione religiosa. Sia l'Islam sunnita che quello sciita sono divisi in varie scuole, e tra le due vi sono discipline 'giudiziarie' che rivaleggiano con le scuole di diritto occidentali per la lunghezza e l'intensità dei loro curricula.



Gli studenti di queste scuole (alcuni dei quali sono futuri ayatollah o imam) trascorrono anni ad apprendere i punti più fini della sharia e degli Hadith, o detti di Maometto usati come parabole per guidare la condotta dei credenti.

Quando questa educazione è pratica, o quando una comprensione completa della fede porta all'azione, i credenti stanno conducendo un'altra forma di jihad, jihad bil yad , o 'jihad della mano'. Questo di solito è interpretato come una jihad di azioni, non di parole.

Imparare un mestiere può rientrare in questa categoria, così come i favori fatti ai compagni di fede. Pagare per il pellegrinaggio di un musulmano povero alla Mecca è una forma di jihad bil yad , così come qualsiasi lavoro svolto per costruire o mantenere una moschea. Questo è il senso del jihad a cui si riferiva lo studioso persiano del IX secolo Sahih Bukhari quando scrisse:

Una persona i cui piedi diventano polvere a causa della jihad sulla via di Allah non sarà mai toccata dalle fiamme dell'Inferno.