Il bombardamento MOVE: quando la polizia ha sganciato esplosivi su un gruppo di liberazione nero

Il 13 maggio 1985, la polizia di Filadelfia bombardò la casa del gruppo MOVE e uccise 11 persone, poi lasciò che il fuoco bruciasse 61 case circostanti fino al suolo.

La polizia che afferra la donna Spostare la foto aerea del bombardamento MOVE Bombing Smoke Spostare il sostenitore dell Spostare l

E se ti è piaciuto questo post, assicurati di dare un'occhiata a questi post popolari:



John Africa guidò un movimento di liberazione dei neri nella Filadelfia degli anni
John Africa guidò un movimento di liberazione dei neri nella Filadelfia degli anni '70, poi fu assassinato dalla polizia
Le origini razziste dell
Le origini razziste dei sobborghi americani e la storia della prima famiglia nera a trasferirsi
James Stern, attivista nero, diventa presidente del gruppo neonazista per smantellarlo dall
James Stern, attivista nero, diventa presidente del gruppo neonazista per smantellarlo dall'interno
1 di 17 2 di 17Il 13 maggio 1985, la polizia di Filadelfia lasciò cadere due esplosivi sul tetto di una casa a schiera situata al 6221 di Osage Avenue. La casa è esplosa in fiamme e l'incendio incontrollato ha bruciato 61 case rase al suolo.Bettmann / Getty Images3 di 17Le fiamme del bombardamento potevano essere viste a sei miglia di distanza all'aeroporto internazionale di Philadelphia. Ai vigili del fuoco è stato ordinato di 'lasciare che il fuoco bruci'.Bettmann / Getty Images4 di 17La polizia di Filadelfia porta un sostenitore di MOVE lontano dalla scena della sparatoria appena prima dell'attentato di MOVE.Bettmann / Getty Images5 di 17Un elicottero della polizia sorvola la casa MOVE, preparandosi a sganciare la bomba.Bettmann / Getty Images6 di 17I vicini di MOVE erano stati evacuati prima dell'inizio della situazione di stallo. È stato detto loro che probabilmente sarebbero tornati a casa il giorno successivo. Invece, 250 persone sono rimaste senza casa.Sal Dimarco Jr./The LIFE Images Collection / Getty Images7 di 17I lavoratori rimuovono i corpi dal luogo del bombardamento MOVE.Sal Dimarco Jr./Getty Images8 di 17I tre isolati su entrambi i lati di Osage Avenue erano in rovina all'indomani del bombardamento MOVE.Bettmann / Getty Images9 di 17Solo due membri MOVE sono usciti di casa. Uno di loro, Ramona Africa, ricorda: “Abbiamo provato più volte a uscire, ma ogni volta siamo stati fucilati di nuovo in casa. Questa era una chiara indicazione che non intendevano che nessuno di noi sopravvivesse a quell'attacco.Sal Dimarco Jr./The LIFE Images Collection / Getty Images10 di 17Diversi agenti di polizia di Filadelfia attraversano il quartiere di Filadelfia occidentale distrutto dall'attentato del MOVE il giorno dopo l'evento.Bettmann / Getty Images11 di 17I membri dell'organizzazione MOVE stanno accanto alla loro casa barricata nel Powelton Village. I MOVE occuparono questa casa alla fine degli anni '70 prima di trasferirsi in Osage Avenue.Leif Skoogfors / CORBIS / Corbis tramite Getty Images12 di 17Un membro dei MOVE è alla finestra della loro casa barricata a Powelton Village. MOVE è un gruppo di attivisti prevalentemente neri che si oppone alla guerra, alla brutalità della polizia e alla crudeltà sugli animali.Leif Skoogfors / CORBIS / Corbis tramite Getty Images13 di 17Prima dell'attentato al MOVE del 1985, una situazione di stallo del 1978 tra l'organizzazione e la polizia di Filadelfia lasciò un ufficiale morto, portando a un'escalation delle tensioni tra MOVE e le forze dell'ordine.Leif Skoogfors / CORBIS / Corbis tramite Getty Images14 di 17I membri dell'organizzazione MOVE salutano davanti alla loro casa nel Powelton Village alla fine degli anni '70.Leif Skoogfors / CORBIS / Corbis tramite Getty Images15 di 17Persone in lutto di membri MOVE uccisi nei bombardamenti della polizia di Filadelfia stanno di fronte al loro ex quartier generale. Alzano le braccia con il saluto del Black Power mentre passa il corteo funebre del leader John Africa. 5 dicembre 1985.Bettmann / Getty Images16 di 17Un sostenitore di MOVE tiene un segno durante una marcia commemorativa a Filadelfia per le vittime dell'attentato di MOVE. 14 maggio 2005.William Thomas Cain / Getty Images17 di 17

Il bombardamento MOVE: quando la polizia ha sganciato esplosivi su un gruppo di liberazione nero Visualizza la galleria

Il 13 maggio 1985, un elicottero della polizia ha sorvolato una strada residenziale a West Philadelphia. L'elicottero ha girato per alcuni minuti prima di stabilirsi sopra una casa a schiera al 6221 di Osage Avenue. Dopo un momento, due esplosivi C-4 caddero dall'elicottero e la casa a schiera sottostante prese fuoco.

All'interno della casa a schiera, 11 membri del gruppo di liberazione nero MOVE sono morti orribilmente tra le fiamme. Il co-fondatore di MOVE John Africa era tra loro, e il suo cadavere era così mutilato che non poteva essere identificato per mesi.



Ai vigili del fuoco è stato ordinato di lasciare che il fuoco bruciasse. Di conseguenza, 61 case sono state bruciate, lasciando 250 persone senza casa.

Questo evento mortale, ora noto come bombardamento MOVE, rimane una delle azioni più violente ma spesso sottovalutate intraprese contro i civili dalla polizia americana. Questa è la storia di una situazione di stallo diventata mortale, dopo anni di crescenti tensioni tra la polizia di Filadelfia e un gruppo di attivisti neri.

All'interno della MOVE Organization di John Africa

John Africa

MOSSAJohn Africa credeva in uno stile di vita contro la natura e contro la tecnologia.



Per capire il bombardamento MOVE, bisogna capire l'organizzazione MOVE che è stata presa di mira. Fondata nel 1972 da un uomo di nome John Africa (nato Vincent Leaphart), MOVE è spesso descritto come un gruppo di liberazione dei neri con sede a Filadelfia dedito a diverse cause.

Seguendo gli insegnamenti di John Africa, i membri di MOVE hanno mangiato diete di cibi crudi, hanno indossato acconciature naturali e hanno protestato contro la guerra del Vietnam e la brutalità della polizia. MOVE era contro la scienza e la tecnologia e invece incoraggiava una filosofia del ritorno alla natura.

Inoltre, i membri dell'organizzazione MOVE hanno preso il cognome dell'Africa. Credevano che prendere il nome mostrasse la loro riverenza verso la madre continente. Inoltre, vivevano in comune in una casa nel Powelton Village di Filadelfia e in seguito nella casa in Osage Avenue.



Nelle loro case comuni, i membri praticavano uno stile di vita verde, vivevano in gran parte come cacciatori-raccoglitori, si opponevano alla scienza e alla medicina e difendevano i diritti degli animali. Le loro opinioni erano così forti che organizzavano regolarmente dimostrazioni presso istituzioni alle quali si opponevano, così come manifestazioni politiche.

Mentre nascondevano e brandivano le armi in pubblico, minacciando anche i funzionari della città e trasmettendo i loro messaggi attraverso gli altoparlanti, il gruppo ha iniziato a suscitare preoccupazione nei membri della comunità, compresi i vicini spaventati o infastiditi che hanno contattato la polizia.



Il documentario della HBO 40 anni prigioniero segue il figlio di due membri MOVE imprigionato per l'uccisione di un agente di polizia nel 1978.

Nel 1977, la polizia ottenne un mandato per sfrattare l'organizzazione MOVE dalla loro casa al Powelton Village a West Philadelphia. Tuttavia, i membri di MOVE si sono rifiutati di lasciare la loro casa, resistendo per un anno intero, anche dopo aver promesso che se ne sarebbero andati e avrebbero consegnato le armi se la città ha rilasciato diversi membri dei MOVE dalla prigione - cosa che ha fatto la città.

chi era menes e cosa faceva

L'8 agosto 1978, con l'organizzazione MOVE pronta per essere sfrattata, un poliziotto di Filadelfia tentò di entrare in casa. Ne è seguita una sparatoria che si è conclusa con un poliziotto morto e i membri dell'organizzazione MOVE sono stati accusati di ciò.

Tuttavia, prove mediche mostrato che il poliziotto era stato colpito da dietro e sopra, mentre i membri del MOVE erano tutti davanti a lui e nel seminterrato, secondo la stessa ammissione della polizia. Questa prova conferma l'affermazione dell'organizzazione MOVE secondo cui non avrebbero potuto essere responsabili della sua morte.

Tuttavia, una giuria li ha giudicati colpevoli. Nove membri MOVE, in seguito noti come 'MOVE 9', sono stati condannati al carcere per la morte dell'ufficiale di polizia e sette di loro rimangono lì oggi. Da quel momento in poi, l'organizzazione MOVE fu vista come un nemico dalla polizia di Filadelfia.

Il mortale bombardamento MOVE del 1985

Spostare i bombardamenti

Bettmann / Getty ImagesVista aerea del fumo che sale dalle macerie fumanti del bombardamento MOVE a Filadelfia il 13 maggio 1985.

Nel 1985 l'organizzazione MOVE si era trasferita in una nuova casa su Osage Avenue in un quartiere prevalentemente borghese nero a West Philadelphia. Dopo che i vicini si sono lamentati ripetutamente dei membri MOVE che rilasciavano osceni annunci politici su megafoni e condizioni antigeniche nella casa MOVE, la polizia ha ottenuto un altro mandato, questa volta per l'arresto di diversi membri MOVE.

I membri in questione erano indagati per violazioni della libertà condizionale, oltraggio alla corte, possesso illegale di armi da fuoco e minacce terroristiche. I residenti nelle case vicine erano stati evacuati prima degli arresti e avevano detto loro che avrebbero dovuto essere al sicuro nelle loro case entro il giorno successivo.

Poco dopo le 5:30 la polizia è apparsa sulla scena. 'Attenzione, MOVIMENTO ... Questa è l'America', disse la polizia in un megafono. 'Devi rispettare le leggi degli Stati Uniti.'

Quasi 500 agenti di polizia sono scesi nel quartiere. Si sono avvicinati alla casa con mandati di arresto, ma i membri del MOVE non si sono mossi. In una ripetizione della situazione di stallo del 1978, i membri avevano barricato se stessi all'interno della casa, si rifiutavano di seguire gli ordini della polizia e hanno iniziato a sparare contro la polizia secondo il Philadelphia Inquirer e la polizia.

La polizia, tuttavia, si era preparata a questo. Hanno lanciato bombolette di gas lacrimogeno nell'edificio ed erano anche armati con mitragliatrici e giubbotti antiproiettile. Per rappresaglia, i membri del MOVE hanno sparato contro di loro, difendendo il loro territorio.

Secondo il rapporto ufficiale della città di Filadelfia sull'incidente, la polizia ha sparato 10.000 colpi sulla casa a schiera MOVE in un periodo di 90 minuti e ha dovuto chiedere all'accademia di polizia di inviare più proiettili. Tuttavia, i membri di MOVE sono rimasti all'interno del loro complesso.

Durante lo scontro a fuoco, le squadre SWAT hanno tentato senza successo di aprire dei buchi ai lati della casa MOVE dalle case a schiera vicine. Lo stallo è durato tutto il giorno. In una conferenza stampa, il sindaco Wilson Goode ha dichiarato la sua intenzione di 'prendere il controllo della casa ... con ogni mezzo possibile'.

Diverse ore dopo l'inizio della situazione di stallo, il commissario di polizia Gregore Sambor ha preso una decisione che avrebbe avuto conseguenze mortali. Ha ordinato che la casa a schiera venisse bombardata tramite elicottero. Secondo la polizia e il sindaco, il piano era quello di distruggere il bunker che i membri di MOVE avevano costruito sul loro tetto.

Pochi minuti dopo, l'elicottero è apparso in alto. La polizia ha dato ai membri del MOVE un'altra possibilità di uscire, quindi ha sganciato due bombe. Le bombe sono entrate in contatto con un generatore a gas che si trovava nel bunker sul tetto. Quando è esploso, il generatore ha preso fuoco, provocando un incendio.

Nonostante la minaccia di morte, i vigili del fuoco hanno ricevuto l'ordine di ritirarsi e lasciare che gli edifici bruciassero. Forse, come ha affermato il sindaco, questo era per paura che i membri di MOVE avrebbero preso di mira i vigili del fuoco che si avvicinavano.

quanto pesa la statua della libertà

Allo stesso tempo, altri testimoni presunto che i membri di MOVE avevano smesso di sparare e che la polizia stessa ha sparato ai membri di MOVE che stavano fuggendo dalla casa in fiamme.

Ramona Africa, l'unica adulta a uscire dalla casa a remi MOVE in fiamme, ha confermato che la polizia continuava a sparare anche se l'edificio bruciava. 'Abbiamo provato diverse volte a uscire, ma ogni volta ci hanno sparato di nuovo in casa. Questa era una chiara indicazione che non intendevano che nessuno di noi sopravvivesse a quell'attacco.

Solo un'altra persona è scampata alla morte nel bombardamento MOVE: Birdie Africa, 13 anni, che è corsa nuda fuori dall'edificio in fiamme con il corpo coperto di ustioni di secondo e terzo grado.

L'incendio si è diffuso rapidamente nelle strade strette di Filadelfia, balzando dalle cime degli alberi ai tetti e inghiottendo 61 case su tre isolati. Si potevano vedere le fiamme all'aeroporto internazionale di Philadelphia, a sei miglia di distanza, e il fumo aleggiava su tutta la città.

Alla fine della notte, 250 persone a West Philadelphia erano rimaste senza casa e undici persone erano morte. Il fondatore di MOVE John Africa era tra i morti così come cinque bambini di età inferiore ai 13 anni.

Philadelphia calcola le conseguenze del bombardamento

Video prodotto da Philadelphia Inquirer con interviste con Ramona Africa, sopravvissuta al bombardamento MOVE, e l'ufficiale di polizia in pensione James Berghaier.

A causa delle conseguenze mortali del bombardamento MOVE, fu presto avviata un'indagine. Il commissario di polizia si è dimesso e una commissione è stata formata per indagare sull'attentato MOVE. Alla fine, la commissione trovato che sganciare bombe su una casa a schiera nota per essere occupata, soprattutto da bambini, era 'inconcepibile'.

La commissione ha anche riferito, con un solo dissenziente, di ritenere che il bombardamento non avrebbe avuto luogo 'se la casa MOVE ei suoi occupanti fossero stati situati in un simile quartiere bianco'. Sulla scia dei risultati, il sindaco W. Wilson Goode si è scusato pubblicamente.

Tuttavia, per quanto riguarda le sanzioni penali per l'attentato al MOVE, nessuno degli agenti di polizia o dei funzionari della città coinvolti nell'attentato è stato mai incriminato o processato. L'unica persona che ha affrontato ripercussioni è stata Ramona Africa, che è stata incarcerata per sette anni dopo l'attentato di Philadelphia MOVE dopo essere stata giudicata colpevole di sommosse e cospirazione.

Infine, nel 1996, una giuria ha rilevato che le autorità avevano usato una forza eccessiva e violato le protezioni costituzionali dell'organizzazione MOVE contro perquisizioni e sequestri irragionevoli. La città è stata costretta a pagare $ 500.000 a Ramona Africa e $ 1 milione ai parenti di John Africa.

Inoltre, $ 90.000 sono stati ricompensati a ciascuna delle famiglie delle vittime adulte dell'incendio e la città di Filadelfia ha infine pagato $ 25 milioni in insediamenti ai genitori dei cinque bambini che sono morti. Inoltre, Michael Moses Ward aka Birdie Africa è stato pagato $ 1,7 milioni.

'I soldi non hanno niente a che fare con questo', ha detto Ramona Africa al momento del verdetto del 1996. '... Si tratta di prendere una posizione per tutte le persone in modo che questo governo sappia che le persone non le faranno bombardare e bruciare le persone vive.'

Ramona Africa è l'ultimo sopravvissuto vivente dell'attentato MOVE a Filadelfia. Ward è morto nel 2013 in un annegamento a bordo di una nave da crociera. Nel 2018, Ramona Africa ha annunciato che sta combattendo contro il linfoma, che lei e gli altri membri di MOVE ritengono sia stato causato da sostanze chimiche nel bombardamento e nel disturbo da stress post-traumatico.

Tuttavia, a differenza dei sanguinosi scontri a Waco e Ruby Ridge dove la polizia ha agito contro i cittadini bianchi, la violenza contro il gruppo di liberazione nero su Osage Avenue è stata in gran parte dimenticata.

Ora, più di trent'anni dopo i bombardamenti, molte persone a West Philadelphia non hanno idea che non molto tempo fa, non troppo lontano da dove si trovano, undici persone - cinque dei quali bambini - hanno perso la vita in uno dei momenti più crudeli casi di forza eccessiva che gli Stati Uniti abbiano mai visto.


Dopo aver letto dell'attentato a Philadelphia MOVE, leggi le storie vere del ' tetto coreani 'che ha preso le armi durante la rivolta di Los Angeles del 1992. Quindi, scopri di più su Tulsa Race Riots , quando una folla bianca ha bruciato Black Wall Street.