Attacco a Pearl Harbor

Attacco a Pearl Harbor , (7 dicembre 1941), attacco aereo a sorpresa alla base navale statunitense di Pearl Harbor il Isola di Oahu , Hawaii, dai giapponesi che hanno accelerato l'ingresso degli Stati Uniti in seconda guerra mondiale . Lo sciopero ha culminato un decennio di peggioramento delle relazioni tra gli Stati Uniti e Giappone .

Attacco a Pearl Harbor

Attacco a Pearl Harbor Una corazzata statunitense che affonda durante l'attacco a Pearl Harbor. Archivi nazionali, Washington, DC



Domande principali

Perché il Giappone ha attaccato Pearl Harbor?

A metà del 1941 gli Stati Uniti avevano interrotto tutte le relazioni economiche con il Giappone e fornivano sostegno materiale e finanziario alla Cina. Il Giappone era stato a guerra con la Cina dal 1937, e il Invasione tedesca dell'Unione Sovietica nel giugno 1941 assicurò che i sovietici non fossero più una minaccia per i giapponesi sul continente asiatico. I giapponesi credevano che una volta neutralizzata la flotta del Pacifico degli Stati Uniti, tutto il sud-est asiatico sarebbe stato aperto alla conquista.



che periodo di tempo è il rinascimento?
Leggi di più di seguito: Preludio alla guerra Giappone: l'ascesa dei militaristi Scopri di più sull'ascesa del militarismo in Giappone.

Quanto è durato l'attacco?

Il primo bombardiere in picchiata giapponese è apparso su Pearl Harbor alle 7:55. Nella mezz'ora successiva, gli aeroporti e le navi attraccate di Pearl Harbor furono sottoposti a un assalto spietato con bombe, cannoni e siluri. Una seconda ondata colpì alle 8:50 e i giapponesi si ritirarono poco dopo le 9:00. In poco più di un'ora, i giapponesi distrussero 180 aerei e distrussero o danneggiarono più di una dozzina di navi.

Guerra del Pacifico: da Pearl Harbor a Midway Scopri dove altro ha colpito il Giappone nei giorni successivi al 7 dicembre 1941.

L'attacco ha avuto successo?

A breve termine, la presenza navale americana nel Pacifico fu gravemente indebolita. Tuttavia, i giapponesi avevano in gran parte ignorato l'infrastruttura del porto e molte delle navi danneggiate furono riparate sul posto e tornate in servizio. Inoltre, le tre portaerei della Pacific Fleet non erano presenti a Pearl Harbor (una era prevista per il ritorno il giorno prima dell'attacco, ma è stata ritardata dal maltempo). L'opinione americana si spostò immediatamente a favore della guerra con il Giappone, un corso che si sarebbe concluso con la resa incondizionata del Giappone meno di quattro anni dopo.



L'attacco di Pearl Harbor ha segnato l'inizio della seconda guerra mondiale per gli Stati Uniti?

L'attacco giapponese a Pearl Harbor segnò l'inizio del Guerra del Pacifico per gli Stati Uniti, ma non significava necessariamente che gli Stati Uniti fossero diventati un combattente nella guerra in Europa. Nel dicembre 1941, gli eserciti tedeschi si erano fermati sul fronte orientale e sembrava temerario per Adolf Hitler dichiarare guerra a un'altra grande potenza in tali circostanze. Il patto tripartito obbligava la Germania a difendere il Giappone solo se quest'ultimo fosse stato attaccato, non se fosse stato l'aggressore. Tuttavia, la Germania dichiarò guerra agli Stati Uniti l'11 dicembre 1941. Più tardi quel mese, il Primo Ministro britannico Winston Churchill con noi stampa. Franklin Roosevelt alla Conferenza Arcadia di Washington, D.C., e i due si accordarono su una prima politica europea per la sconfitta di Germania nazista .

Seconda guerra mondiale: strategia e controversie alleate, 1940–42 Leggi di più sugli obiettivi degli alleati dopo l'ingresso degli Stati Uniti nella seconda guerra mondiale.

Com'è Pearl Harbor oggi?

Pearl Harbor è una base della Marina degli Stati Uniti sull'isola hawaiana di Oahu e il quartier generale della flotta del Pacifico degli Stati Uniti. Adiacente al porto si trova la base aeronautica di Hickam e le due installazioni sono state fuse nel 2010 per diventare la base congiunta Pearl Harbor-Hickam. Il USS Arizona rimane dove affondò il 7 dicembre 1941, ed è conservato come cimitero nazionale. L'USS Arizona Memorial è una delle attrazioni turistiche più visitate delle Hawaii.

Preludio alla guerra

Alla fine degli anni '30, American politica estera nel Pacifico imperniato sul supporto per Cina , e l'aggressione contro la Cina da parte del Giappone porterebbe quindi necessariamente il Giappone in conflitto con gli Stati Uniti. Già nel 1931 il governo di Tokyo aveva esteso il suo controllo sulla provincia cinese di Manciuria e l'anno successivo i giapponesi cementarono la loro presa sulla regione con la creazione dello stato fantoccio del Manchukuo. Uno scontro al ponte Marco Polo vicino a Pechino il 7 luglio 1937 segnò l'inizio di guerra aperta tra il Giappone e il Fronte unito dei nazionalisti cinesi e il Partito comunista cinese. In risposta, il governo degli Stati Uniti estese il suo primo prestito alla Cina nel 1938.



Guerra del Pacifico: aree della Cina controllate dai giapponesi

Guerra del Pacifico: aree della Cina controllate dai giapponesi I giapponesi conquistarono la Manciuria nel 1931 e nel 1941 occuparono gran parte della costa e della pianura della Cina settentrionale. Encyclopædia Britannica, Inc.

Guarda il lancio dell

Guarda il lancio dell'Operazione Barbarossa, l'invasione tedesca dell'Unione Sovietica da parte della Wehrmacht nel 1941 La Germania nazista che invade l'Unione Sovietica nell'Operazione Barbarossa, 22 giugno 1941. Contunico ZDF Enterprises GmbH, Mainz Guarda tutti i video per questo articolo

Nel luglio 1939 gli Stati Uniti annunciarono la cessazione del Trattato di Commercio e Navigazione del 1911 con il Giappone. A partire dall'estate del 1940, gli Stati Uniti iniziarono a limitare l'esportazione in Giappone di materiali utili in guerra. Tra il giugno 1940 e la fatidica crisi del dicembre 1941, la tensione aumentò costantemente. Nel luglio 1941, quando ormai i giapponesi avevano occupato tutto Indocina e aveva stretto un'alleanza con le potenze dell'Asse ( Germania e Italia ), il governo degli Stati Uniti ha interrotto tutte le relazioni commerciali e finanziarie con il Giappone. I beni giapponesi furono congelati e fu dichiarato un embargo sulle spedizioni in Giappone di petrolio e altri materiali bellici vitali. I militaristi stavano guadagnando costantemente influenza nel governo di Tokyo; si risentivano amaramente per gli aiuti degli Stati Uniti alla Cina, che nel frattempo erano stati intensificati. Hanno visto nel Invasione tedesca dell'Unione Sovietica un'opportunità senza rivali di perseguire una politica di aggressione in Estremo Oriente senza pericolo di un attacco alle loro retrovie da parte delle forze del Armata Rossa . Tuttavia, nell'autunno del 1941 si svolsero negoziati per trovare una sorta di intesa tra gli Stati Uniti e il Giappone e solo verso la fine di novembre divenne chiaro che nessun accordo era possibile.



Sebbene il Giappone abbia continuato a negoziare con gli Stati Uniti fino al giorno dell'attacco a Pearl Harbor, il governo del Primo Ministro Tōjō Hideki decise di guerra. L'ammiraglio Yamamoto Isoroku, il comandante in capo della flotta combinata giapponese, aveva pianificato con grande cura l'attacco contro la flotta americana del Pacifico. Una volta che la flotta degli Stati Uniti fu fuori combattimento, la strada per la conquista giapponese senza ostacoli di tutti... Sud-est asiatico e l'arcipelago indonesiano sarebbe aperto. L'ordine per l'assalto fu emesso il 5 novembre 1941 e il 16 novembre la task force iniziò il suo appuntamento nelle Isole Curili. I comandanti furono istruiti che la flotta potesse essere richiamata, tuttavia, in caso di esito favorevole dei negoziati in Washington DC. Il 26 novembre, il viceammiraglio Nagumo Chuichi guidò una flotta che comprendeva 6 portaerei, 2 corazzate, 3 incrociatori e 11 cacciatorpediniere fino a un punto a circa 275 miglia (440 km) a nord delle Hawaii. Da lì sono stati lanciati circa 360 aerei in totale.

quando erano i tempi bui?
Tōjō Hideki

Tōjō Hideki Tōjō Hideki. Biblioteca della Dieta Nazionale



Yamamoto Isoroku

Yamamoto Isoroku Yamamoto Isoroku, comandante in capo della flotta combinata giapponese durante la seconda guerra mondiale. Centro storico navale degli Stati Uniti (Numero foto: NH 63430)

Avvertenze e risposte

La flotta del Pacifico degli Stati Uniti era di stanza a Pearl Harbor dall'aprile 1940. Oltre a quasi 100 navi da guerra, tra cui 8 corazzate, c'erano notevoli forze militari e aeree. Con l'aumentare della tensione, l'ammiraglio marito E. Kimmel e il tenente. Il generale Walter C. Short, che condivideva il comando a Pearl Harbor, fu avvertito della possibilità di una guerra, in particolare il 16 ottobre e di nuovo il 24 e 27 novembre. L'avviso del 27 novembre, a Kimmel, iniziò, Questo dispaccio deve essere considerato un avvertimento di guerra, ha continuato dicendo che i negoziati sono cessati e ha ordinato all'ammiraglio di eseguire un appropriato spiegamento difensivo. Anche a Kimmel è stato ordinato di intraprendere tali ricognizioni e altre misure che riterrete necessarie. La comunicazione dello stesso giorno a Short ha dichiarato che un'azione ostile è possibile in qualsiasi momento e, come la sua controparte navale, ha sollecitato misure di ricognizione.

Kimmel, marito; Attacco a Pearl Harbor

Kimmel, marito; Pearl Harbor attacco Adm. Marito Edward Kimmel. Comando Storia e Patrimonio Navale

In risposta a questi avvertimenti, le misure prese dai comandanti dell'esercito e della marina erano, come l'evento ha dimostrato, tutt'altro che adeguate. Short ordinò un allarme contro il sabotaggio e concentrò la maggior parte dei suoi aerei da combattimento alla base di Wheeler Field nel tentativo di prevenire danni. Ha anche dato l'ordine di far funzionare cinque dei cellulari radar set che erano stati allestiti nell'isola dalle 4:00sonoalle 7:00sono, considerato il periodo più pericoloso. (L'addestramento radar, tuttavia, era in una fase tutt'altro che avanzata.)

Esamina i fatti e la cronologia dell

Esaminare i fatti e la cronologia dell'attacco a Pearl Harbor il 7 dicembre 1941 La base navale degli Stati Uniti a Pearl Harbor sull'isola di Oahu, nelle Hawaii, fu attaccata dai giapponesi il 7 dicembre 1941. Encyclopædia Britannica, Inc./Kenny Chmielewski

Kimmel, nonostante il fatto che la sua intelligenza non fosse stata in grado di individuare elementi sostanziali nella flotta giapponese, in particolare le navi di prima linea nelle divisioni portaerei 1 e 2, non espanse le sue attività di ricognizione a nord-ovest, il punto logico per un attacco . Ormeggiò l'intera flotta (salvo quella parte che era in mare) nel porto e permise a una parte del suo personale di andare in licenza a terra. Nessuno di questi ufficiali sospettava che la base di Pearl Harbor sarebbe stata essa stessa soggetta ad attacchi. Né, del resto, c'è alcuna indicazione che i loro superiori a Washington fossero in qualche modo consapevoli del pericolo imminente. Nei 10 giorni tra l'avvertimento di guerra del 27 novembre e lo stesso attacco giapponese, Washington non ha intrapreso ulteriori azioni.

La mattina presto di domenica 7 dicembre, Washington ha appreso che gli ambasciatori giapponesi erano stati incaricati di chiedere un colloquio con il segretario di Stato alle 1:00p.m(7:30sonoOra di Pearl Harbor). Questa era una chiara indicazione che la guerra era alle porte. Il messaggio ha impiegato del tempo per essere decodificato e non è stato nelle mani del capo delle operazioni navali fino alle 10:30 circa. È stato consegnato al Dipartimento della Guerra tra le 9:00 e le 10:00sono. Il generale George C. Marshall , il capo di stato maggiore dell'esercito degli Stati Uniti, era a cavallo e non ha visto il dispaccio fino a quando non è arrivato nel suo ufficio verso le 11:15sono. Il capo delle operazioni navali, l'ammiraglio Harold Stark, anche allora non pensava che la comunicazione richiedesse ulteriori istruzioni a Kimmel. Tuttavia, Marshall decise di inviare un nuovo avvertimento e diede ordine al comando militare di comunicare con la marina. Non telefonò, temendo che le sue parole potessero essere intercettate, e invece inviò il suo dispaccio per telegramma. C'è stato un disguido nella comunicazione, tuttavia, e l'avvertimento non ha raggiunto le Hawaii fino all'inizio dell'attacco. È importante notare che non era stato depositato fino a mezzogiorno, solo un'ora prima che gli aerei giapponesi entrassero nella base.

Proprio a Pearl Harbor ci sono stati incidenti che, correttamente interpretati, avrebbero potuto dare un breve avvertimento. Quattro ore prima del momento decisivo, un sottomarino giapponese è stato avvistato dal dragamine USS Condor . Circa due ore e mezza dopo, il comandante del cacciatorpediniere USS Ward ha inviato un messaggio dicendo che aveva attaccato, sparato e lanciato bombe di profondità su un sottomarino che operava nell'area difensiva del mare vicino a Pearl Harbor. Mentre Kimmel aspettava la conferma di questo rapporto, i giapponesi hanno aperto le ostilità. In queste stesse ore mattutine, U.S. Army Pvt. George Elliott, esercitandosi sul radar dopo il suo normale orario di chiusura, ha notato un grande volo di aerei sullo schermo. Quando telefonò al suo luogotenente, gli fu detto di ignorare l'osservazione, poiché in quel momento era previsto un volo di bombardieri B-17 dagli Stati Uniti. Ancora una volta si è persa un'occasione.