La triste verità dietro la donazione 'di beneficenza' di Mark Zuckerberg

Mark Zuckerberg salutando

Fonte immagine: Facebook

iran crisi degli ostaggi noi storia definizione

All'inizio di questa settimana, il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg ha dichiarato pubblicamente che donerà il 99 percento della sua ricchezza (pubblicando l'annuncio accanto a una foto della figlia appena nata) e le lodi per il suo altruismo hanno inondato Internet. Ma quella valutazione semplicemente non è corretta: c'è davvero poco di altruistico nel piano di Zuckerberg. Benvenuti nella nuova età dell'oro.



Gran parte delle attività di Zuckerberg si trovano nelle azioni di Facebook, per un valore di circa 45 miliardi di dollari. In particolare, Zuckerberg ha affermato che lascerà in eredità gran parte delle sue condivisioni su Facebook per 'promuovere la missione di far avanzare il potenziale umano e promuovere l'uguaglianza per mezzo di attività filantropiche, di difesa pubblica e altre attività per il bene pubblico'.



Per distribuire queste azioni in nome della filantropia, Zuckerberg ha scelto di creare una società a responsabilità limitata chiamata Chan Zuckerberg Initiative LLC . La creazione di una LLC come questa è un'alternativa alla creazione di una fondazione di beneficenza, che sarebbe soggetta a supervisione e tasse. In altre parole, si è impegnato a trasferire i suoi soldi da una delle sue società a un'altra delle sue società ed evitare di pagare le tasse su di essa.

Poiché è una LLC piuttosto che una fondazione di beneficenza, Chan Zuckerberg Initiative LLC è libera di investire in società a scopo di lucro, fare donazioni politiche e fare pressioni per cambiamenti nella legge. Essenzialmente, può continuare a fare quello che vuole a che fare con i suoi soldi. Questa è, tutto sommato, un'abile pratica commerciale che gli fa risparmiare un sacco di soldi che altrimenti avrebbe versato al governo in tasse, ma non è esattamente quello che chiameresti 'beneficenza'.



Non è nemmeno esattamente una mossa insolita. I Waltons, la famiglia proprietaria di Walmart, lo sono noto per l'utilizzo di tutte le scappatoie fiscali disponibili per evitare che la loro vasta fortuna di $ 100 miliardi lasci la loro famiglia, e il recente annuncio di Zuckerberg sembra seguire abbastanza da vicino il playbook di Walton. Una delle principali differenze è che mentre i Waltons legano i loro soldi in trust 'di beneficenza', Zuckerberg ha fatto un ulteriore passo avanti. Perché? Perché gli enti di beneficenza sono tenuti a spendere una certa somma di denaro in beneficenza ogni anno. Invece, Zuckerberg's LLC potrà spendere soldi per qualunque cosa le piaccia.

'Ciò che è più importante per noi è la flessibilità da offrire alle organizzazioni che faranno il lavoro migliore', Zuckerberg ha detto . 'Indipendentemente da come sono strutturati.'

Assumendo lo scenario migliore (che gran parte della ricchezza di Zuckerberg lo farà in realtà andare in beneficenza), dove andrà esattamente? Non è chiaro, nonostante le spiegazioni puntuali di Zuckerberg su cosa intende per 'avanzamento del potenziale umano':



  • Far progredire il potenziale umano significa superare i limiti di quanto grande può essere una vita umana.
  • Puoi imparare e sperimentare 100 volte di più di quanto facciamo oggi?
  • La nostra generazione può curare le malattie in modo da vivere vite molto più lunghe e più sane?
  • Possiamo connettere il mondo in modo da avere accesso a ogni idea, persona e opportunità?
  • Possiamo sfruttare più energia pulita in modo da poter inventare cose che non possiamo concepire oggi proteggendo l'ambiente?
  • Possiamo coltivare l'imprenditorialità in modo da poter costruire qualsiasi attività commerciale e risolvere qualsiasi sfida per far crescere la pace e la prosperità?

Queste affermazioni, sebbene generiche, potrebbero generalmente essere viste come positive. Ma il mondo non capirà cosa intendono effettivamente nella pratica finché non vedrà i piani di Zuckerberg in azione. Fino ad allora, Zuckerberg continuerà a fare pressioni sui politici, investire in società a scopo di lucro ed evitare di pagare le tasse sulle plusvalenze. Il che, in sostanza, significa impedire al governo di toccare i suoi soldi.