Sylvia Plath: 8 fatti meno noti su The Literary Darling

Molti considerano Sylvia Plath una dei poeti più raffinati - e più oscuri - del XX secolo. Ecco alcuni aspetti della sua vita che potresti non conoscere già.

Sylvia Plath Facts

Flickr / synaes, Flickr / jpbrm

Forse leggi La campana di vetro al liceo o all'università, la triste storia che racconta il raggiungimento della maggiore età di una giovane donna e che l'autrice Jeanette Wilson ha descritto come 'una chiamata all'azione perché è un diario di disperazione'.



Anche se non hai letto le parole di Plath, la sua vita - in particolare il suo doloroso matrimonio con il poeta Ted Hughes e il suo eventuale suicidio - l'ha resa una sorta di icona culturale, mettendola accanto ad altre autrici oscure e brillanti come Virginia Woolf, Mary Shelley ed Emily Dickinson.



Non possiamo sapere se la poesia di Plath abbia colpito un accordo così duraturo a causa dell'effetto della depressione su di lei - o nonostante ciò. Ciò che possiamo fare, tuttavia, è tentare di comprendere le complessità della sua vita che potrebbero aver plasmato il suo mondo e la sua decisione di lasciarlo.

Ecco otto affascinanti fatti su Sylvia Plath che potresti non sapere già:



Ha pubblicato la sua prima poesia a otto anni

Plath viveva a Winthrop, nel Massachusetts, nel momento in cui la sua prima poesia - chiamata semplicemente 'Poesia' - apparve nel Boston Herald nel 1941. Plath fece pubblicare molti altri pezzi su giornali e periodici locali, e all'età di 11 anni sua madre la incoraggiò a tenere un diario, che conteneva opere d'arte e poesia. Plath, riconosciuta anche per il suo talento nell'arte visiva, ha vinto un premio Scholastic Art & Writing.

Ha ripetuto la quinta elementare

Volti d

Flickr / zachbulick, Wikimedia Commons

Nonostante il suo 160 QI (registrato all'età di 12 anni), Plath ha ripetuto la quinta elementare. Questa decisione è arrivata dopo che la sua famiglia si era trasferita da Winthrop a Wellesley, nel Massachusetts, e voleva che Plath frequentasse le lezioni con i bambini della sua età.



La ripetizione di un voto sembrava non avere effetti negativi sulla sua futura carriera accademica. Plath eccelleva al college, anche se la sua vita personale si sarebbe presto rivelata.

È stata aggredita in un appuntamento al buio

Un passaggio in Riviste integrali di Sylvia Plath ricorda un terrificante appuntamento al buio che Plath ebbe durante il suo primo anno allo Smith College, un appuntamento che avrebbe potuto ispirare il suo racconto 'A Brief Encounter'.

Sebbene l'appuntamento sembrasse andare bene all'inizio, con Plath e il suo appuntamento - che lei chiama 'Bill' - che lasciavano il ristorante per una passeggiata, Bill poi disse a Sylvia che: 'Voglio che tu sia mia, tutta mia', e ha spinto lei giù in un mucchio di aghi di pino. Ha lottato e Bill alla fine ha ceduto.



La voce del diario prosegue dichiarando: 'Sai che non uscirai più con lui se te lo chiede. Ma non farai mai una passeggiata. Non sarete mai soli. E lo odi perché ti ha privato di questo: - - passeggiate e solitudine '.

Ha tentato il suicidio diverse volte

Articolo di giornale sul tentativo di suicidio di Sylvia Plath

SylviaPlath.infoRitagli di giornale di Boston dall'epoca del primo tentativo di suicidio di Plath.



Il primo incontro di Plath con il suicidio è avvenuto dopo il suo terzo anno allo Smith College, il periodo instabile che ha ispirato il suo romanzo semi-autobiografico, La campana di vetro . Plath aveva perso l'opportunità di incontrare lo scrittore Dylan Thomas, ed era così sconvolta che si tagliò le gambe per vedere se era abbastanza 'coraggiosa' da suicidarsi.

Poche settimane dopo, si è rannicchiata nel vespaio sotto la casa di sua madre e ha preso una quantità eccessiva di sonniferi. Sopravvissuta a questo evento, nel 1962 avrebbe anche vissuto un 'incidente automobilistico di una persona' che avrebbe trovato la sua auto in un fiume.

L'evento è avvenuto lo stesso mese in cui Plath ha scoperto che suo marito Ted Hughes aveva una relazione con l'aspirante poetessa Assia Wevill. Plath in seguito ha ammesso alla polizia che l'incidente era un tentativo di togliersi la vita.

Soffriva di estrema paranoia riguardo alle sue capacità di insegnamento

Dopo la conclusione del suo periodo come studentessa universitaria, Plath accettò un posto di insegnante presso la sua alma mater, lo Smith College, nel 1957. Quando lo status di Plath allo Smith cambiò, così cambiò anche il suo punto di vista: Plath non trovò gli insegnanti che una volta ammirava essere più o meno come i colleghi.

Il lavoro lasciava anche poco tempo per la sua poesia. Non ne parlò a nessuno tranne che al suo diario; e nel novembre di quell'anno lasciò il mondo accademico per concentrarsi sulla scrittura.

Anche suo figlio, Nicholas, si è suicidato

Nicholas Farrar Hughes aveva solo un anno quando sua madre si tolse la vita nel 1963. Poi è cresciuto sotto la cura di suo padre, sviluppando una passione per la fauna selvatica.

Ha continuato a ricevere un dottorato di ricerca in biologia presso l'Università dell'Alaska a Fairbanks e diventare un esperto in ecologia dei salmonidi. Ha continuato a lavorare per UAF fino al 2006.

regina vittoria primi ministri lord melbournebour

Tre anni dopo, all'età di 47 anni, si è impiccato durante un periodo di depressione.

... Come ha fatto Assia Wevill, l'amante di Hughes - e con lo stesso metodo di Sylvia

Pietra tombale

Flickr / unclebucko

Il tedesco Wevill ha incontrato Hughes quando lui e Plath hanno affittato il loro appartamento a Londra a lei e suo marito in quel momento. Wevill e Hughes si innamorarono l'uno dell'altro e ebbero una relazione che molti credono abbia causato la definitiva rovina di Plath, che scoprì e si separò da Hughes nel settembre del 1962.

Dopo la morte di Plath all'inizio del 1963, Wevill e Hughes vissero insieme. Aiutò a prendersi cura dei suoi figli e di sua figlia Alexandra, che molti credevano appartenesse a Hughes.

Wevill era presumibilmente perseguitato dalla morte di Plath, e in quella che era probabilmente un'estensione di quell'ossessione, nel 1969 ha gasato sia lei stessa che la bambina di quattro anni Alexandra nella cucina della loro casa.

Plath e Hughes stavano presumibilmente lavorando per tornare insieme al momento della sua morte

Sylvia Plath e Ted Hughes

Flickr / summonedbyfellsPlath con mio marito, Ted Hughes.

Nella prefazione del libro di Plath Ariel , sua figlia Frieda scrive di suo padre: “Molti anni dopo mi disse che, nonostante la sua apparente determinazione, pensava che mia madre potesse riconsiderare la cosa. 'Ci stavamo lavorando quando è morta.' '

Frieda è stata esplicita nelle sue critiche alla commercializzazione del suicidio di sua madre, in gran parte riguardo al film del 2003 Sylvia con Gwyneth Paltrow.

In qualità di esecutore letterario della tenuta di Plath, Frieda ha proibito ai produttori del film di utilizzare qualsiasi poesia di sua madre nel film. Ha anche scritto una sua poesia sul suo disprezzo per l'esistenza del film, che include questo verso rivelatore:

'Pensano che dovrei dare loro le parole di mia madre
Per riempire la bocca del loro mostro

La loro bambola Sylvia Suicide. '


Dopo questi fatti interessanti su Sylvia Plath, rispolvera la tua conoscenza Mary Shelley , l'autore di Frankenstein.