La vera storia del duello Alexander Hamilton-Aaron Burr che pose fine alla loro rivalità di 15 anni - e la vita di Hamilton

Dopo anni di tensione politica e personale, il vicepresidente Aaron Burr ha avviato un duello con la pistola nei boschi del New Jersey che si è concluso con la morte di Alexander Hamilton.

Hamilton-Burr Duel

Getty ImagesLa rivalità tra il vicepresidente Aaron Burr (davanti) e l'ex segretario del Tesoro Alexander Hamilton (sullo sfondo) è passata da pochi insulti a un duello che si è concluso con la morte di Hamilton.

La storia americana non dimenticherà mai il famigerato duello Hamilton-Burr. Dopo quasi due decenni di insulti, insulti meschini e campagne diffamatorie, i rivali politici Alexander Hamilton e Aaron Burr hanno deciso di risolvere le loro divergenze in una lotta all'ultimo sangue.



L'11 luglio 1804, i due uomini si incontrarono nei boschi di Weehawken, nel New Jersey, con nient'altro che una pistola e un testimone ciascuno. Il pomeriggio successivo, Alexander Hamilton era morto e il vicepresidente Burr era ricercato per omicidio.



che ha predetto la fine del mondo

Nel 2015, la loro faida mortale è stata trasformata nel musical di Broadway di successo Hamilton , che ha reso popolare la storia dei due uomini ignorando anche gran parte della storia reale.

Ma come è finita una rivalità politica con la morte di Alexander Hamilton in primo luogo?





Ascolta qui sopra il podcast History Uncovered, episodio 5: The Founding Fathers, disponibile anche su iTunes e Spotify .

L'ascesa di Alexander Hamilton da orfano a dinamo politica

Alexander Hamilton

Wikimedia CommonsAlexander Hamilton è nato fuori dal matrimonio ed è rimasto orfano da giovane, ma ha scalato i ranghi della politica coloniale ed è diventato un padre fondatore.

Alexander Hamilton è stato forse uno dei primi esempi di un uomo che ha realizzato il sogno americano. Prima di diventare il primo Segretario del Tesoro della nazione, è nato fuori dal matrimonio nell'isola caraibica di Nevis, nelle Indie occidentali britanniche. L'anno di nascita di Hamilton è contestato a causa di documenti contrastanti e delle sue affermazioni incoerenti, ma gli storici in genere dicono che era il 1755 o il 1757.



Dopo che la sua famiglia si è trasferita sull'isola danese di St. Croix, suo padre li ha abbandonati e tre anni dopo sua madre è morta di febbre. Rimasto orfano, un giovane Hamilton iniziò a lavorare sotto il dipartimento di contabilità di una società commerciale locale. I suoi datori di lavoro furono così colpiti dalla sua ambizione e intelligenza che fu rapidamente promosso e incaricato delle operazioni.

Veloce a capitalizzare il potenziale di Hamilton, un ministro presbiteriano locale ha raccolto fondi da membri della comunità più ricchi per inviare il giovane negli Stati Uniti dove avrebbe potuto seguire un'istruzione. Quando arrivò a New York, rimase con un sarto di nome Hercules Mulligan che gli insegnò la lotta americana per l'indipendenza. Ha avuto una grande influenza su Hamilton e lo ha aiutato a plasmare le sue idee sul futuro del paese.

Hamilton in seguito si iscrisse al King's College (ora Columbia University). A quel tempo, le tensioni tra il governo britannico ei coloni americani erano al culmine. Insieme ad altri studenti del King's College, Hamilton si unì a una milizia di volontari di New York e nel 1777 fu invitato dallo stesso George Washington a servire come suo aiutante di campo nella guerra rivoluzionaria.



Ritratto di Alexander Hamilton

Wikimedia CommonsNonostante la sua infanzia difficile, Hamilton era un potente politico alla fine dei vent'anni.

Quando la guerra finì, Hamilton divenne un avvocato e fu nominato al Congresso della Confederazione, che era una prima forma del governo americano. Quando il governo degli Stati Uniti fu ufficialmente formato, Alexander Hamilton divenne il primo Segretario del Tesoro degli Stati Uniti nel 1789. Come segretario, Hamilton formò il sistema bancario centrale degli Stati Uniti e in seguito fondò il Partito Federalista, che fu il primo partito politico del paese.



Negli ultimi anni in politica, Hamilton formò la Guardia Costiera degli Stati Uniti e stabilì amichevoli relazioni commerciali con il governo britannico dopo l'indipendenza dell'America. Nel 1801, Hamilton fondò il New York Post , che era una pubblicazione locale che potrebbe aver avviato per pubblicizzare le proprie crociate politiche, ma il Inviare tuttavia esiste ancora oggi.

In qualità di Segretario del Tesoro degli Stati Uniti, leader di un partito politico e stretto collega del presidente George Washington, Hamilton maneggiato sostanziale influenza politica.

Nonostante questo peso, Alexander Hamilton aveva nemici tra i suoi circoli politici. Uno dei suoi avversari più famosi era Aaron Burr, che in seguito sarebbe diventato il terzo vicepresidente della nazione e l'uomo responsabile della morte di Hamilton.

Le origini dell'epica faida tra Hamilton e Aaron Burr

Alexander Hamilton e Aaron Burr

Wikimedia CommonsPrima di diventare noto come l'uomo che ha ucciso Alexander Hamilton, Burr ha tentato di abolire la schiavitù dopo la guerra rivoluzionaria.

Aaron Burr era un politico molto influente prima di diventare noto come l'uomo che ha ucciso Alexander Hamilton. In effetti, i due uomini condividevano diverse somiglianze: erano entrambi avvocati, entrambi prestavano servizio come ufficiali nella guerra rivoluzionaria, ed entrambi avevano importanti cariche, con Burr eletto vicepresidente di Thomas Jefferson nel 1800.

Nonostante tutti i modi in cui erano simili, Alexander Hamilton e Aaron Burr non avrebbero potuto tenuto visioni politiche più diverse. Hamilton era un federalista che sosteneva un governo centralizzato e che la presidenza fosse una posizione a vita. Nel frattempo, Burr era un repubblicano che preferiva i diritti degli stati a un governo centrale ed era diffidente nei confronti dei poteri che il presidente poteva esercitare.

Burr fondò anche la Manhattan Company, la prima banca che non era sotto il completo controllo della Federal Reserve statunitense o dello stesso Hamilton.

La rivalità divenne personale già nel 1791 quando Aaron Burr si assicurò con successo un seggio al Senato detenuto da Philip Schuyler, il suocero di Hamilton. Hamilton era scontento del risultato poiché contava su Schuyler per essere in grado di sostenerlo nella sua agenda politica.

Ma la faida Hamilton-Burr divenne ancora più pronunciata fino alle elezioni presidenziali del 1800. Quando Thomas Jefferson e Aaron Burr si legarono per il candidato repubblicano, Hamilton fece attivamente campagna per Jefferson. 'Sento che è un dovere religioso opporsi alla sua carriera', ha detto Hamilton di Burr.

Vecchia Wall Street

Wikimedia CommonsUna rappresentazione di Burr, Hamilton e Philip Schuyler del 1790.

A sua volta, Burr ha ottenuto una copia di un documento scritto da Hamilton intitolato La condotta pubblica e il carattere di John Adams, Esq., Presidente degli Stati Uniti che ha criticato aspramente il presidente John Adams, che era un collega federalista. La divulgazione pubblica di Burr del documento privato ha portato a un conflitto all'interno del partito di Hamilton.

L'evento che portò al fatale duello Hamilton-Burr, tuttavia, fu provocato durante la corsa governativa a New York nel 1804. Rompendo con i suoi colleghi del partito repubblicano, Aaron Burr corse per il seggio del governatore come indipendente. Hamilton, forse inorridito dalla prospettiva di avere il suo nemico politico come governatore dello stato, lanciò una campagna diffamatoria contro di lui.

Alla fine, Burr ha perso, probabilmente a causa della mancanza di sostegno da parte dei suoi ex colleghi repubblicani. Poi, la lunga faida tra i due uomini si è conclusa mortalmente.

le isole più grandi del mondo

La vera storia del duello Hamilton-Burr

Duello tra Alexander Hamilton e Aaron Burr

Wikimedia CommonsNon è chiaro quanti anni avesse Alexander Hamilton quando siamo morti perché il suo anno di nascita è contestato. Ma probabilmente aveva circa 50 anni.

Mentre Hamilton stava disperatamente cercando di distruggere la candidatura di Aaron Burr a governatore, fece alcuni commenti particolarmente scottanti durante una cena per i politici locali nell'aprile 1804.

Tra loro c'era il repubblicano di New York Charles D. Cooper che in seguito riferì le osservazioni negative di Hamilton in una lettera a Philip Schuyler, rivendicazione che Hamilton aveva una 'spregevole opinione' su Burr. La lettera è stata pubblicata nel Registro di Albany giornale.

Hamilton ha rifiutato di scusarsi anche per le sue osservazioni sdegnose la scrittura al suo rivale che 'più ho riflettuto più mi sono convinto, che non potevo, senza manifestare scorrettezza, rendere la confessione o il disconoscimento che sembri ritenere necessario.'

Avendo avuto abbastanza degli anni di calunnie che Hamilton aveva portato contro di lui, Burr finalmente lo sfidò a duello.

La pratica arcaica era già stata messa fuori legge a quel tempo, quindi la mattina dell'11 luglio i due politici si diressero verso un popolare terreno di duello a Weehawken, nel New Jersey, dove avevano meno probabilità di essere catturati.

Ogni uomo ha portato con sé una pistola da duello calibro .56 e un testimone. Hamilton ha anche portato con sé un medico. Burr e Hamilton hanno fatto di tutto per nascondere le loro armi ai loro testimoni al fine di proteggerli dall'accusa. Per negare la loro colpevolezza, i testimoni hanno persino voltato le spalle quando è arrivato il momento di duellare.

Di conseguenza, ciò che è seguito dopo rimane in discussione.

Morte di Alexander Hamilton

Wikimedia CommonsAlexander Hamilton è stato ucciso nella stessa posizione di suo figlio, che era in un duello simile solo tre anni prima. Fu sepolto nel cimitero del Trinity Churchyard a Manhattan.

Il medico di Hamilton si voltò dopo aver sentito due colpi di arma da fuoco e ha scoperto che Hamilton era caduto.

'Quando lo chiamarono dopo aver ricevuto la ferita mortale, lo trovai mezzo seduto per terra, sorretto dalle braccia del signor Pendleton', ricorda il dottore. 'Il suo volto di morte non lo dimenticherò mai.'

Burr, nel frattempo, rimase illeso.

Si diceva che Hamilton avesse sparato per primo, solo che aveva puntato il suo proiettile in aria. Ma Burr non ha esitato a rispondere al fuoco del suo nemico. Il vicepresidente ha sparato a Hamilton all'addome, ferendolo mortalmente. Mentre giaceva morente, Hamilton avrebbe detto al suo medico che 'non intendeva sparargli [Burr]'.

Hamilton morì il giorno successivo.

Perché Hamilton ha fatto cilecca continua a essere un argomento di dibattito per gli storici. Alcuni credono che sia stato un tragico errore mentre altri pensano che sia stato intenzionale, vista una lettera che il segretario del tesoro aveva scritto poco prima del duello.

Il documento era pubblicato nel New York Evening Post dopo la morte di Hamilton. In esso, l'ex segretario ha dichiarato la sua forte opposizione ai duelli e ha anche riferito diversi motivi per cui credeva di non dover partecipare.

'Se la nostra intervista è condotta nel modo consueto', ha scritto Hamilton, 'e fa piacere a Dio di darmi l'opportunità, di riservare e gettare via il mio primo fuoco, e ho anche in mente di riservare il mio secondo fuoco.'

Come tale, molti storici e persino i testimoni di Hamilton credevano che non avesse mai avuto intenzione di sparare a Burr o che avesse effettivamente sparato in reazione al colpo di Burr. Lo stesso Burr non ha mai acquistato questo account. Quando gli fu detto che Hamilton intendeva buttare via il suo tiro, Burr si limitò a mormorare: 'Spregevole, se vero'.

Le conseguenze della morte di Alexander Hamilton

Lin Manuel Miranda nel ruolo di Hamilton

Theo Wargo / WireImageIl drammaturgo e attore Lin Manuel-Miranda (a destra) nei panni di Alexander Hamilton e l'attore Leslie Odom, Jr. (a sinistra) nei panni di Aaron Burr in Broadway Hamilton .

Dopo la morte di Alexander Hamilton, Aaron Burr è stato accusato di omicidio sia a New York che nel New Jersey. Le accuse erano caduto grazie ai suoi amici al Senato. Burr è persino riuscito a finire il suo mandato come vice presidente nonostante fosse l'uomo che ha ucciso Alexander Hamilton.

quanti anni ha la regina d'inghilterra 2020

Ma l'incidente ha offuscato la sua reputazione. Tre anni dopo che Burr uccise Hamilton, rimase intrappolato in uno scandalo di tradimento. Poi, la sua seconda moglie lo lasciò in un aspro divorzio. Ha assunto uno dei figli di Hamilton come suo avvocato.

Quindi, la figlia di Burr, Theodosia Burr , misteriosamente scomparso mentre era in viaggio per incontrarlo a New York.

Dopo che un giudice lo ha assolto dalle accuse di tradimento, Aaron Burr si è ritirato in Europa. Nel 1812 tornò a New York dove continuò a esercitare la professione legale, anche se non ricoprì mai più cariche pubbliche. Morì nel 1836.

Mentre Burr da allora è stato scelto come il cattivo che ha ucciso Alexander Hamilton, la reputazione di quest'ultimo è stata riabilitata.

Nel luglio 2015, il pluripremiato musical Hamilton di Lin-Manuel Miranda ha debuttato a Broadway. Lo spettacolo ha reso popolare la storia della vita di Alexander Hamilton e ha mostrato la sparatoria che lo ha ucciso.

Una performance del cast di Hamilton al 70 ° Tony Awards.

Tuttavia, un certo numero di storici lo ha fatto parlato contro l'imbiancatura dell'eredità di Alexander Hamilton nel musical.

Tra le inesattezze più evidenti del musical c'è la rappresentazione di Hamilton come politico abolizionista e favorevole all'immigrazione. In verità, Hamilton era un proprietario e commerciante di schiavi che si opponeva con veemenza all'espansione dei diritti per gli immigrati.

Nel frattempo, Burr, che effettivamente ha tenuto viste progressive sull'uguaglianza e l'immigrazione, è stato denigrato nel gioco come semplicemente l'uomo che ha ucciso Alexander Hamilton.

Forse Burr sapeva cosa avrebbe potuto dire la storia di lui e della sua faida con Hamilton, come una volta pensò: 'Lascio che le mie azioni parlino da sole e il mio personaggio confonda le finzioni della calunnia'.


Dopo questo sguardo al duello Hamilton-Burr e alla morte di Alexander Hamilton, scopri il primo scandalo sessuale politico nella storia tra Alexander Hamilton e Maria Reynolds . Quindi, incontra Sally Hemings , la donna che era sia una schiava che un'amante di Thomas Jefferson.