Le vendite di vodka stanno precipitando in Russia

La 'piccola acqua' preferita dalla Russia non sta andando molto bene.

Vodka Russia

ALEXANDER NEMENOV / AFP / Getty ImagesRussi che acquistano vodka da un chiosco di strada a Mosca.

Mentre il cappio economico intorno alla Russia si stringe, anche le bevande del paese stanno attraversando tempi difficili.



Le vendite di vodka in Russia sono in calo mentre le vendite di birra e vino sono in aumento, secondo a nuovo rapporto dall'Accademia presidenziale russa di economia nazionale e pubblica amministrazione (RANEPA). Rispetto allo scorso anno, i rivenditori russi vendono il 13,4% in meno di vodka.



Tuttavia, questo non è un incidente isolato; i dati mostrano che le vendite di vodka sono diminuite negli ultimi dieci anni. Tra gli anni 2007 e 2009, la vodka ha rappresentato il 53% di tutte le vendite di alcolici in Russia. Ma nel 2015 rappresentava solo il 39%. La birra e altre bevande alcoliche più leggere sono aumentate dal 31-32% al 43% durante lo stesso periodo.

'Le vendite di vodka sono calate in modo catastrofico', ha detto Alexandra Burdyak, ricercatrice senior presso RANEPA. “Il calo è stato del 13,4 per cento rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. Il calo principale si è verificato lo scorso anno, quando le vendite di vodka sono diminuite del 12,6% rispetto al 2014 '.



qual è il grido di dolore

Alcuni citano i gusti mutevoli e influenzati dall'Europa occidentale dei millennial russi per il calo delle vendite di vodka, ma Vadim Drobiz, direttore del Center for Federal and Regional Alcohol Market Studies (TSIFRRA), non è d'accordo.

'A causa della crisi, i principali consumatori di bevande alcoliche potrebbero essere passati a opzioni più economiche, questo è possibile', ha detto Drobiz. 'Ma poche persone sono in grado di risparmiare seriamente sull'alcol'.

'Va tenuto presente che i consumatori, e certamente i russi nella mia esperienza, considerano l'alcol forte un antidepressivo', ha detto Drobiz. 'E questo significa che è improbabile che il consumo di vodka e altri alcolici nel contesto della crisi economica in corso diminuisca'.



Secondo Burdyak, tuttavia, il tasso di diminuzione delle vendite di alcolici è rimasto costante dal 2013. Ha raggiunto il picco nel 2007 e da allora è diminuito.

Anche i russi hanno ridotto i pasti fuori casa, una risposta visibile a un'economia russa che continua a ridursi a causa delle sanzioni internazionali. Chiamata internamente 'la crisi', i problemi economici seguirono l'annessione della Crimea, che in passato faceva parte dell'Ucraina, criticata a livello mondiale.

'Anche se il presidente ha piena autorità in materia di sanzioni, non è rimasto nessuno da sanzionare in Russia oltre al custode del Cremlino', Michael Kofman, un global fellow presso il Kennan Institute del Wilson Center, ha detto a Bloomberg . 'In termini di espansione di qualsiasi tipo di sanzioni commerciali o finanziarie, siamo sostanzialmente al massimo.'



Le esportazioni russe di vodka sono diminuite del 40% nel 2015, secondo il quotidiano economico nazionale russo Kommersant. Ha citato una diminuzione della domanda in Occidente e una perdita del mercato ucraino, dove la Russia ha esportato ogni anno $ 38 milioni di vodka prima del conflitto.


Quindi, controlla cosa è successo e quando La Russia è andata senza vodka per un giorno, prima di guardare il file cose più spaventose che sono venuti dalla Russia.