Perché il nuovo anno inizia il 1 gennaio?

Sydney Capodanno fuochi d

siwawut/Shutterstock.com

qual è l'hadith nell'Islam?

In molti paesi il Capodanno inizia il 1 gennaio. Tuttavia, non è sempre stato così. In effetti, per secoli, altre date hanno segnato l'inizio del calendario, tra cui il 25 marzo e il 25 dicembre. Allora come ha fatto il 1 gennaio a diventare il capodanno?



Possiamo in parte ringraziare il re romano Numa Pompilio. Secondo la tradizione, durante il suo regno (715–673 a.C. circa) Numa rivide il calendario repubblicano romano in modo che gennaio sostituì marzo come primo mese. Fu una scelta appropriata, dal momento che gennaio prese il nome da Giano, il dio romano di tutti gli inizi; marzo celebrato marzo , il dio della guerra. (Alcune fonti affermano che Numa abbia anche creato il mese di gennaio.) Tuttavia, ci sono prove che il 1 gennaio non sia stato l'inizio ufficiale dell'anno romano fino al 153 a.C.



Nel 46 a.C. Giulio Cesare introdusse ulteriori modifiche, sebbene il calendario giuliano, come divenne noto, mantenne il 1 gennaio come data di apertura dell'anno. Con l'espansione dell'Impero Romano si diffuse anche l'uso del calendario giuliano. Tuttavia, dopo la caduta di Roma nel V secolo d.C., molti cristiano i paesi modificarono il calendario in modo che riflettesse maggiormente la loro religione e il 25 marzo (festa dell'Annunciazione) e il 25 dicembre (Natale) divennero i giorni di capodanno comuni.

In seguito divenne chiaro che il calendario giuliano richiedeva ulteriori modifiche a causa di un errore di calcolo relativo agli anni bisestili. L'effetto cumulativo di questo errore nel corso di diversi secoli ha fatto sì che vari eventi si verificassero nella stagione sbagliata. Ha anche creato problemi durante la determinazione della data di Pasqua . Così, papa Gregorio XIII introdusse un calendario rivisto nel 1582. Oltre a risolvere il problema con gli anni bisestili, il calendario gregoriano ripristinò il 1 gennaio come inizio del nuovo anno. Mentre Italia, Francia e Spagna furono tra i paesi che accettarono immediatamente il nuovo calendario, le nazioni protestanti e ortodosse furono lente ad adottarlo. La Gran Bretagna e le sue colonie americane non iniziarono a seguire il calendario gregoriano fino al 1752. Prima di allora celebravano il capodanno il 25 marzo.



Nel tempo anche i paesi non cristiani iniziarono ad utilizzare il calendario gregoriano. La Cina (1912) è un esempio notevole, sebbene abbia continuato a celebrare il capodanno cinese secondo un calendario lunare. Infatti, molti paesi che seguono il calendario gregoriano hanno anche altri calendari tradizionali o religiosi. Alcune nazioni non hanno mai adottato il calendario gregoriano e quindi iniziano l'anno in date diverse dal 1 gennaio. L'Etiopia, ad esempio, celebra il suo capodanno (noto come Enkutatash) a settembre.