Perché la storia del morbillo (e dei vaccini) è importante oggi

La storia del morbillo contiene secoli di informazioni. Ecco cosa devi sapere sulla malattia invasiva e mortale.

Storia del morbillo

Fonte: Etsy

Sebbene la storia del morbillo si estenda attraverso secoli, una recente epidemia di morbillo a Disneyland ha riacceso l'interesse per la malattia. Questa breve storia del morbillo (e dei vaccini) ti darà una piccola prospettiva su quanto siamo arrivati ​​e su cosa è in gioco quando gli argomenti pseudoscientifici guadagnano terreno.



I medici hanno imparato a identificare e diagnosticare il morbillo tra il terzo e il nono secolo. Negli anni che seguirono, il morbillo avrebbe continuato a diffondersi in tutto il mondo, aiutato da esploratori ben viaggiati. Cristoforo Colombo ei suoi compagni introdussero molte malattie alle popolazioni indigene che non avevano un'immunità naturale nei loro confronti. In effetti, il morbillo (insieme ad altre malattie come il vaiolo, la pertosse e il tifo) è stato responsabile dell'estinzione del 95% della popolazione nativa americana.



in polonia, è probabile che tu trovi questi alberi di Natale che adornano come una decorazione comune.
Cristoforo Colombo raggiunge l

Cristoforo Colombo sbarca nelle Americhe. Fonte: Wikipedia

Dal IX secolo al 1900, pochi eventi hanno avuto un impatto sulla storia del morbillo tanto quanto questi: a metà del 1700, il medico scozzese Francis Home si rese conto che il morbillo era causato da un agente infettivo nel sangue. Nel 1796, Edward Jenner utilizzò con successo materiale di vaiolo bovino per creare un'immunità al vaiolo.



Avanti veloce di cinquant'anni, quando il medico danese Peter Ludwig Panum scoprì che ogni individuo che era stato precedentemente infettato dal morbillo era immune dal contrarre il virus la seconda volta. Ognuna di queste scoperte mediche è stata fondamentale per porre fine al morbillo.

Storia del morbillo negli Stati Uniti

Fonte: Kickstarter

Nel 1912, gli Stati Uniti richiedevano agli operatori sanitari di segnalare tutti i casi diagnosticati di morbillo. In quel periodo di tempo, quasi tutti hanno sofferto del virus a un certo punto della loro vita, di solito quando erano giovani. Per molti, la malattia è stata fatale. Secondo uno studio del 1912-1916, ci sono stati 26 decessi ogni 1.000 persone infettate dal morbillo. Circa 6.000 decessi correlati al morbillo sono stati segnalati ogni anno durante il 1912-1922.



Louis Pasteur

Louis Pasteur. Fonte: Pic13

Nei decenni che seguirono la scoperta di Louis Pasteur nel 1885 di un vaccino contro la rabbia, una serie di sviluppi in batteriologia e immunologia permisero ai medici di comprendere (e prevenire) molti malattie allarmanti . Vaccini e antitossine per il tetano, l'antrace, il colera, il tifo e la tubercolosi furono tutti sviluppati negli anni precedenti agli anni '30. A questo punto, la ricerca sui vaccini era al centro della scena nel circolo medico. Eppure non c'era ancora un vaccino per il morbillo.

Storia del morbillo da Virus Lab

Un laboratorio di virus del 1963. Fonte: National Public Radio, Radio Pubblica



Negli anni '50, quasi tutti i bambini di età inferiore ai 15 anni erano stati infettati dal morbillo. Dal 1953 al 1963, Si stima che tra 400 e 500 persone siano morte, 48.000 siano state ricoverate in ospedale e 4.000 abbiano sofferto di un gonfiore del cervello —Tutto causato dal morbillo.

Poi è arrivata una svolta che ha notevolmente modificato il potere del morbillo. Nel 1954, John F. Enders e il dottor Thomas C. Peebles furono in grado di isolare il virus del morbillo nel sangue di David Edmonston, 13 anni. Nel 1963, Enders ha utilizzato il ceppo Edmonston-B del virus del morbillo per creare un vaccino che è stato autorizzato negli Stati Uniti.



Vaccini negli Stati Uniti

Fonte: Mercola

Nel 1968, Maurice Hilleman ei suoi colleghi hanno rilasciato una versione nuova e migliorata del vaccino contro il morbillo. Questo ceppo, chiamato ceppo Edmonston-Enders, è stato utilizzato negli Stati Uniti dal 1968. Alla fine i vaccini contro morbillo, parotite e rosolia sono stati combinati per creare il vaccino MMR (chiamato MMRV quando combinato con la varicella). Il morbillo è stato dichiarato eliminato dagli Stati Uniti nel 2000, salvando innumerevoli vite.

Tuttavia, come dimostra l'epidemia di Disneyland del 2014, ciò che è vero negli Stati Uniti non è vero per tutti, e anche la 'fine' può essere temporanea. Le epidemie moderne sono quasi sempre collegate a coloro che viaggiano negli Stati Uniti e infettano individui non vaccinati, spesso bambini.

I funzionari della sanità pubblica devono ancora identificare il caso indicativo dell'epidemia di Disneyland, ma ritengono che sia probabile che il virus sia stato catturato all'estero e poi distribuito ai bambini del parco a tema.

Cartoon di vaccinazione contro il morbillo

Fonte: North Country Public Radio

Pur scegliendo di non vaccinare tuo figlio, puoi farlo sembrare come una buona idea, una volta esaminati i dati, è abbastanza ovvio che rinunciare al vaccino è una pessima idea per tutte le persone coinvolte . Di solito i focolai di morbillo si verificano tra le tasche di persone non vaccinate, poiché sono incredibilmente vulnerabili alla malattia.

Sebbene sia troppo presto per prevedere come si diffonderà l'epidemia di morbillo a Disneyland, sarebbe un peccato vedere i grandi progressi compiuti contro la malattia minati da una cabala di ciarlatani.

quale paese occupa l'estremità settentrionale del Golfo Persico?
Poster di storia del morbillo

Fonte: Museo della Scienza